Mercati azionari

Comprare azioni Exor: analisi e consigli per iniziare

La storia della maggiore azienda italiana, almeno per capitalizzazione ma non solo, è una storia di successi. Non a caso per molti investitori, comprare azioni Exor è considerata una scelta molto solida.

La nascita dell’azienda la si deve a Giovanni Agnelli, quando nel 1927, con il nome di Istituto Finanziario Industriale, riunì tutte le sue attività riguardanti il settore industriale.

Parlare di Exor è parlare della storia Industriale e Finanziaria d’ Italia, attraverso una delle sue Famiglie più rappresentative e di successo: gli Agnelli.

Negli anni sono cambiate molte cose, come il nome, la sede e la maggior parte delle società di cui è composta, ma non la mentalità sempre votata al successo dell’azienda.

Ripercorreremo la storia di questa grande azienda, sottolineando i momenti cardine che hanno portato il gruppo della famiglia Agnelli ad arrivare ad essere tra le più importanti società del mondo.

Vedremo poi se e come comprare azioni Exor, analizzando sia la via degli investimenti tradizionali, sia l’alternativa rappresentata dal trading online e dai broker come eToro, ForexTB, Plus500 e Trade.com, tra i migliori del settore.

Comprare azioni Exor: una storia di successo

L’azienda viene inaugurata nel 1927, quando Giovanni Agnelli, nel tentativo di snellire e ottimizzare l’assetto delle sue società, le raggruppò nell’IFI, futuro EXOR.

Nel 1957 e nel 1967 ci furono le prime integrazioni di rilievo. Furono acquistate, infatti, l’Istituto Commerciale Laniero Italiano e l’Istituto Bancario Italiano, quest’ultimo ceduto qualche anno più tardi alla banca Cisalpina.

Nel 1967 la società di Agnelli, che intanto era divenuta IFIL (Istituto Finanziario Italiano Laniero), venne quotata per la prima volta su Piazza Affari, ottenendo un buon successo.

Gli anni videro la società sempre in crescita e subì ben pochi scossoni.

Nel 2003, dopo il riassetto societario voluto fortemente da Umberto Agnelli, che intanto si era succeduto a Gianni, il gruppo Exor divenne il vero centro operativo di IFIL, che mutò il nome proprio in EXOR S.p.A, dal nome della società francese proprietaria, tra le altre, di Perrier, che fu acquistata nel 1991.

Nel 2016 venne annunciato lo spostamento nei Paesi Bassi, che venne effettuato nel dicembre dello stesso anno. Tuttavia, nonostante lo spostamento ad Amsterdam, la società rimane quotata a Piazza Affari.

Oggi Exor è tra le prime 30 società con capitalizzazione maggiore al mondo, prima in Italia.

Exor, inoltre, possiede molte partecipate di grande rilevanza, come PartnerRE, Juventus Football Club S.p.A., Gedi Gruppo Editoriale (il quale comprende La Stampa, Repubblica e altri importanti giornali italiani), il The Economist e Ferrari N.V.

Dopo aver analizzato la storia del gruppo capitanato da John Elkann, vediamo che tipo di società ci si trova davanti nel momento in cui si volesse comprare azioni Exor, magari attraverso un broker come eToro (clicca qui), che non a caso permette anche di negoziare anche altri titoli e comprare azioni Google, o comprare azioni Amazon.

Comprare azioni Exor: come investire

Ad una prima analisi, comprare azioni Exor sembra un’ottima scelta: la società è solida, ricca e, soprattutto, può contare un’eccellente diversificazione per ciò che riguarda le partecipazioni.

Non solo mercato automobilistico, con FCA o Ferrari, ma anche gruppi editoriali, multimediali o anche alimentari e finanziari. Sembra una società fatta su misura per la finanza moderna.

Come investire, dunque, su Exor? Ci sono essenzialmente due modi per comprare azioni Exor, che possono essere utili per determinate circostanza e meno per altre.

Il primo metodo è quello rappresentato dagli investimenti di stampo tradizionale, che prevedono la compravendita pura e semplice delle azioni societarie. Questo metodo, però, può avere delle criticità.

Il vantaggio correlato a questo tipo di investimenti è la possibilità di accedere ai dividendi societari, qualora venissero rilasciati.

Tuttavia l’investitore sarà legato a doppio filo con le performance del titolo. Questo vuol dire che in caso di crisi o momenti depressivi causati da questa o da quell’altra situazione, l’investitore potrebbe rischiare molto.

La criticità degli investimenti tradizionali è proprio questa: non concedere grosse alternative agli investitori in caso di crisi.

C’è comunque da dire che l’azienda sembra potersi difendere bene anche in caso di crisi economiche o altri sconvolgimenti simili, grazie alla solida struttura societaria e alla differenziazione delle sue partecipate.

Come che sia, si può ovviare a questa situazione grazie a degli strumenti finanziari detti CFD, utilizzabili attravero broker come ForexTB (clicca qui) o Plus500(clicca qui)

Leggi anche: comprare azioni Intesa Sanpaolo.

Comprare azioni Exor: investire con CFD e broker forex

Come già accennato, se gli investimenti di stampo tradizionale non forniscono le giuste coperture in caso di crisi, possono farlo i CFD (contratti per differenza), degli strumenti derivati in uso ai broker forex come Trade.com (clicca qui).

Questi strumenti derivati permettono infatti di investire anche al ribasso, conseguenzialmente anche se un titolo dovesse scendere in borsa rimarrebbe comunque appetibile finanziariamente.

Attraverso questo strumento finanziario, però, non si acquistato azioni in senso stretto e quindi non si percepiranno i derivati nel caso l’azienda decida di distribuirli.

Inoltre è necessario utilizzare delle piattaforme, dette broker, per poter accedere a questo tipo di strumenti e sul mercato ne sono presenti molte assai valide.

Fondamentalmente si tratta di piattaforme intermediarie che esercitano una funzione di collegamento tra i mercati finanziari e gli utenti, offrendo i propri titoli a quest’ultimi, che potranno investirci in CFD.

Esistono molte tipologie di broker, che possono differire per semplicità di utilizzo, asset proposti, costi necessari e qualità generale del prodotto.

Ognuna di queste piattaforme può offrire una serie di strumenti diversi e può essere più adatta per un tipo di trader, meno per un altro. Per questo è difficile determinare quale possa essere la migliore in assoluto, ma sarà più corretto dire che ognuna può meglio adattarsi a certe esigenze del mercato.

Sul web se ne possono trovare in grande quantità, tuttavia non è raro imbattersi in broker di bassissima qualità o addirittura truffe in piena regola.

Piattaforme regolamentate per investire in Exor

Per fortuna, individuare ed evitare queste truffe non sarà poi molto difficile, anche grazie all’ausilio di enti di vigilanza finanziaria come la cipriota CySEC, l’italiana CONSOB o l’europea ESMA.

Oltre ad individuare e sgominare queste truffe telematiche, questi enti rilasciano importanti attestati e licenze, così da certificare la qualità di alcune piattaforme meritevoli.

Alcune di queste piattaforme, oltre ad essere licenziate e certificate dalle più autorevoli agenzie di vigilanza, hanno ricevuto anche il plauso da parte degli stessi utenti, che ne hanno decretato il successo: parliamo di eToro, Trade.com, Plus500 e ForexTB.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Questa lista di intermediari è la più completa e riporta i migliori intermediari che tra gli altri permettono di negoziare anche titoli come:

    Investire con eToro: Copy Trading lo strumento più apprezzato

    L’offerta di eToro prevede molte caratteristiche che, negli anni, hanno spinto numerosi utenti a scegliere questa piattaforma per i propri investimenti.

    Partiamo dall’analizzare l’interfaccia e tutto ciò che ne segue. Questa è sviluppata per essere il più intuitiva possibile, così da non disorientare eventuali principianti che si affacciano per la prima volta al mondo degli investimenti online proprio con eToro.

    La caratteristica fondamentale della piattaforma è il suo essere “Social”. Su eToro sarà possibile eseguire tutte quelle attività concesse da un qualsiasi social network, come il seguire altri utenti, scambiare messaggi con essi ed altro ancora.

    eToro Copy Trading

    Parliamo ora del Copy Trading di eToro, uno strumento che per le sue caratteristiche uniche ha spinto moltissimi utenti a scegliere questa piattaforma.

    Il Copy Trading ha un funzionamento tanto semplice quanto efficace e risulterà utile sia ai trader più esperti che ai principianti del settore.

    Grazie al Copy Trading un utente può scegliere un altro profilo su l’Area Social, di cui abbiamo già parlato, e replicarne automaticamente ogni tipo di investimento.

    Utilizza il Copy Trading ed investi subito con eToro!

    Ovviamente questo si traduce in un immediato vantaggio per un utente il quale, con poca esperienza alle spalle, potrà beneficiare delle azioni finanziarie di un trader più esperto e scafato.

    Anche quest’ultimo, però, trarrà giovamento da questo strumento. Il Copy Trading di eToro, infatti, prevede dei bonus e premi in base al numero di follower che vengono accumulati. Dunque più utenti si fideranno di un trader, copiandone gli investimenti, più egli percepirà vantaggi.

    L’offerta eToro viene completata dalla possibilità di investire in RealStock, e comprare dunque azioni in senso stretto, senza l’ausilio di CFD, così da percepire eventuali dividendi.

    Compra azioni Exor in RealStock con eToro per percepire i dividendi!

    eToro è un ottimo broker, con un’offerta molto vasta che riesce ad accontentare agevolmente ogni tipologia di trader.

    ForexTB: l’importanza della formazione

    Gli utenti che da un broker cercano soprattutto una massiccia offerta formativa, troveranno in ForexTB un ottimo broker.

    Il broker offre in maniera del tutto gratuita una guida al trading online, scaricabile anche in formato e-book, oltre che i miglior segnali di trading in circolazione, così da rimanere sempre aggiornati sulle più importanti novità dal mondo del trading online.

    Impara tutto sul mondo degli investimenti online: scarica gratis la guida di ForexTB qui!

    ForexTB, inoltre, offre ben due piattaforme diverse, ognuna indicata per un certo tipo di utente. La piattaforma proprietaria, WebTrader, risulta un ‘ottima piattaforma, soprattutto può vantare un’interfaccia molto intuitiva.

    Tuttavia risulta meno completa, da un punto di vista delle possibilità in fatto di strumenti, rispetto alla secnda piattaforma: MetaTrader 4, di MetaQuotes Ltd, quella che forse è la piattaforma più utilizzata ed apprezzata per ciò che riguarda il mondo degli investimenti online.

    MetaTrader 4 è una delle piattaforme più complete e meglio organizzate in assoluto, forse non troppo immediate per un novizio, ma sicuramente perfette per un trader con esperienza.

    Utilizza la migliore piattaforma per gli investimenti online, MetaTrader 4, iscriviti gratis su ForexTB!

    ForexTB è uno dei migliori broker forex presenti sul mercato, grazie ad un’ottima varietà di asset e l’offerta formativa assolutamente gratuita e di grande importanza.

    Trade.com: come imparare il trading con semplicità

    L’aspetto formativo in finanza è molto importante: un utente non consapevole può facilmente correre dei rischi, anche facilmente evitabili.

    Per questo motivo, un broker come Trade.com è perfetto per i trader principianti.

    Il broker, infatti offre un massiccio pacchetto formativo, composto da ben 15 video-lezioni gratuite e scaricabili senza alcun costo aggiuntivo.

    Scarica subito tutte le video-lezioni formative e investi con Trade.com!

    Inoltre, sempre gratuitamente, il broker mette a disposizione i migliori segnali di trading, utilissimi per rimanere sempre aggiornati sulle novità provenienti dai mercati.

    Non mancano i classici strumenti di gestione del rischio, come Stop Loss e Take Profit. Quest’ultimo risulta molto utile per chiudere le operazioni una volta giunti verso un buon margine di profitto.

    Sfrutta una delle migliori piattaforme al mondo ed utilizza MetaTrader 4 con Trade.com

    Altra caratteristica molto apprezzata, è la possibilità di acquistare azioni in RealStock, bypassando i CFD. Questo sta a significare che sarà possibile partecipare alla divisione dei dividendi, se previsti ovviamente.

    Trade.com è tra i migliori broker su piazza grazie ad un’offerta formativa all’avanguardia e una piattaforma proprietaria di tutto rispetto, oltre peculiare possibilità di investire in Real Stock, che attirerà senza dubbio molti investitori su questa piattaforma.

    Plus500: la varietà prima di tutto

    Plus500 è da molti anni uno dei broker forex più utilizzati da molti investitori e questo per varie ragioni.

    Prima di tutto la varietà di asset proposta dal broker è sicuramente sorprendente. Che siate trader esperti di materie prime o valute fiat, su Plus 500 si avrà l’imbarazzo della scelta.

    Investi su oro o petrolio con Plus500, il deposito minimo è di soli 100 euro!

    La piattaforma proprietaria risulta molto semplice e dotata di un’ottima interfaccia, che la rende fruibile praticamente da chiunque, che sia un trader principiante o un investitore esperto, Plus500 può regalare gradi soddisfazioni.

    È presente, inoltre, anche una versione mobile, che, al netto di alcune limitazioni rispetto a quella PC, rimane abbastanza completa e non presenta problemi importanti.

    Il deposito minimo è molto basso, sotto la media del mercato. Con soli 100 euro sarà possibile accedere a tutte le funzionalità proposte da Plus500.

    Investi nei mercati finanziari comodamente da mobile con Plus500!

    Plus500 risulta un ottimo broker, capace di adattarsi davvero a tutti i tipi di utenti. Inoltre il deposito minimo molto basso non è da sottovalutare, soprattutto per i principianti, a cui non è consigliato essere troppo sprovveduti e investire sin da subito grandi somme di denaro.

    Comprare azioni Exor: principali competitor

    In quanto Exor è una delle Holding più diversificate al mondo, è difficile parlare veri e propri competitor. Questo perché è difficile che altre holding di pari forza si trovino a pestarsi i piedi a vicenda.

    Tuttavia c’è stata negli ultimi anni una battaglia tra Exor e un’altra holding per l’acquisto di PartnerRe Ltd, società di ri-assicurazioni con sede alle Bermuda. La società in questione era ALEXIS Capital, holding fondata anch’essa alle Bermuda.

    Nonostante in un primo momento il gruppo dirigente di PartnerRe sembrasse più convinto della fusione con ALEXIS, alla fine la situazione si sciolse in favore di Elkann e soci, che aggiunsero, così, un altro tassello al proprio mosaico.

    Altre holding simili ad Exor possono essere: Atlanticus (società americana con sede ad Atlanta), Noble Group (holding di Hong Kong) e Conifer Holding (società di Birmingham, US).

    Per quanto simili, si tratta di holding che solo su pochi settori hanno interessi comuni con Exor e non è pensabile di vederle come vere e proprie minacce.

    In primis, non raggiungono un livello di capitalizzazione tale da renderle dei seri competitor di Exor. Inoltre sono società con una visione più monolitica e che per un motivo od un altro, non sono riuscite a diversificare abbastanza le proprie partecipazioni.

    Infine, per quanto possa sembrare un fatto marginale, va ravvisato come tutte queste siano società relativamente giovani, che non possono contare sulla secolare esperienza di un gruppo a guida familiare come Exor, che tradizionalmente sa come agire e muoversi nel mondo della finanza e non solo.

    Compare azioni Exor: conclusioni generali

    Dopo questo lungo excursus, conviene o non conviene comprare azioni Exor? La società è solida, in crescita e oggi è tra le più potenti ed influenti al mondo.

    La quantità e soprattutto la qualità delle sue partecipate la rendono una di quelle società che possono definirsi too big to fail

    Va poi detto qualcosa in merito alla lungimiranza dei vari presidenti, mai adagiati sugli allori e sempre proiettati verso il successo.

    Certo un’eventuale crisi economica potrebbe comunque intaccare, almeno temporaneamente, la performance delle azioni.

    Comprare azioni Exor è dunque una buona scelta, ma dipende con quali strumenti. In questo senso i CFD possono risultare un’ottima cautela contro gli imprevisti, data la possibilità di investire anche al ribasso.

    Utilizzare dei broker come eToro, ForexTB, Trade.com o Plus500 può essere la scelta migliore per questo tipo di investimenti e non solo.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento