Mercati azionari

Comprare Azioni Ferrari: Guida Facile per iniziare Subito

Questa è una guida completa per comprare azioni Ferrari. La scuderia del cavallino rampante rappresenta tutt’oggi un asset di investimento molto interessante e vale sicuramente la pena capire come operarvi un investimento.

Fare investimenti su titoli azionari importanti come la Ferrari offre grandi vantaggi. Parliamo di un asset favorevole sia per investimenti di lungo termine sia di breve termine.

Osservando l’andamento del titolo Ferrari sui mercati, ci si rende facilmente conto di quanto possano essere vantaggiose le operazioni sulle sue azioni. La Ferrari è una società famosa in tutto il mondo e le sue azioni restano ancora oggi uno dei titoli più ambiti.

Chi fosse interessato a investire in un titolo così importante troverà molto utile la nostra guida per un motivo: è volta all’aspetto pratico. Oltre ad offrire una serie di validi consigli e un’analisi generica del titolo, qui parleremo delle diverse soluzioni di investimento in ferrari.

In particolare, vogliamo concentrarci sulla modalità di acquisto e vendita del titolo più semplice e diretta. Parliamo di operazioni fatte con le moderne piattaforme di negoziazione online come quella offerta dal broker 24option, eccellente intermediario conosciuto in tutta Italia.

Abbiamo selezionato 24option e altri broker perché permettono di comprare azioni Ferrari e di molti altri titoli importanti senza difficoltà, ma soprattutto senza pagare commissioni.

Per non parlare del fatto che 24option offre segnali di trading gratis per operare su Ferrari come su molti altri mercati finanziari. Il tutto con l’aiuto di notifiche che indicano il momento migliore per acquistare o vendere facendo profitti.

Comprare azioni Ferrari: storia del titolo

Chi volesse investire in azioni Ferrari deve anzitutto informarsi sul titolo. Il modo migliore per farlo è sicuramente riassumere un po’ la sua storia e il suo percorso.

Come noto, il mitico fondatore del marchio Ferrari è Enzo Ferrari. La sua figura ha assunto nel tempo contorni leggendari, travalicando facilmente i confini italiani e giungendo ad essere riconosciuta praticamente in tutto il mondo.

Egli è nato a Modena, oltre un secolo fa. Era il 1898 quando venne al mondo. Fin da subito mostrò uno spiccato interesse per tutto ciò che riguarda la meccanica. Anche grazie al fatto che il padre possedeva un’officina di carpenteria metallica.

La passione era tale che presto cominciò a partecipare a gare automobilistiche di livello agonistico. Nel 1920 partecipa ad alcune competizione montando su una Alfa Romeo. Il buon Enzo se la cavava bene come pilota e infatti ottenne diverse premi per i risultati raggiunti.

Dall’Alfa alla Ferrari

Fu proprio l’Alfa Romeo a convocarlo nel 1929 perché fondasse una squadra di corse che subito prende il suo nome, la Scuderia Ferrari. Nel team erano presenti circa 40 piloti tra i quali alcuni nomi leggendari come quelli di Ascari e Nuvolari.

Fu solo nel 1947 che Ferrari fondò l’omonima casa automobilistica. Già negli anni ’50 la Ferrari comincia a farsi notare, questo grazie soprattutto ai grandi successi conseguiti sul piano internazionale nel campo delle corse.

Fu così che vittoria dopo vittoria la Ferrari iniziò a ritagliarsi il proprio spazio nel cuore delle persone e nell’animo del pubblico in generale. Inizia a nascere il mito Ferrari e sempre più persone desideravano possederne una.

Nei primi tempi le vendite di automobili e le vittorie su pista correvano praticamente di pari passo. A partire da questo periodo d’oro le auto più famose al mondo hanno intrapreso un’ascesa che le porta oggi ad essere il marchio più riconosciuto nel settore auto di lusso.

La Ferrari oggi

Oggi la Ferrari è presente con le sue automobili in oltre 60 Paesi al mondo. La distribuzione degli ambiti modelli di auto avviene su scala mondiale dove il marchio può contare sulla presenza di oltre 200 concessionarie nel mondo.

Il brand oggi continua ad essere conosciuto grazie anche alla partecipazione alla Formula uno avendo conosciuto svariati anni di successi anche di recente. Nei primi anni 2000 tutti ricordano i trionfi di due piloti: Schumacher e Barrichello. Essi hanno dominato la scena per diversi anni.

Tuttavia, come ben sappiamo, il successo commerciale della Ferrari si basa su tutt’altro tipo di fattori. Parliamo della progettazione, produzione e vendita di auto di lusso per privati. La Ferrari vende circa il 90% delle auto prodotte nei 60 Paesi in cui è presente, assicurando la crescita del suo titolo.

Ecco alcuni degli eventi salienti che hanno segnato la storia del titolo degli ultimi decenni:

  • anno 2004: questo è stato un anno molto importante. Ottiene la nomina di Presidente Luca Cordero di Montezemolo. Le vendite della Ferrari a quel punto impennano arrivando a toccare quota 5000.
  • anno 2006: ancora nuovi record. Questo è l’anno in cui il giro d’affari della Ferrari cresce fino a toccare un incremento pari al 20%.
  • anno 2013: qui la Ferrari ha toccato il suo punto più alto. La società è stata riconosciuta come il marchio più influente al mondo da una importante classifica stilata dalla Brand Finance.

Ciò che in tutti questi anni ha caratterizza il brand è stata una scelta ben precisa: evitare ad ogni costo l’aumento della produzione di nuovi veicoli.

A profani nel marketing la scelta potrebbe sembrare insensata, ma se oggi è così conveniente comprare azioni Ferrari, ciò è dovuto anche a scelte di questo tipo.

Nonostante le richieste di mercato la Ferrari è rimasta ferma nel suo credo. In realtà, la scelta paga, perché in questo modo la società è riuscita a creare scarcity, ovvero un fenomeno di marketing per il quale i beni poco disponibili (e al contempo molto richiesti) sul mercato acquistano valore.

Come comprare azioni Ferrari?

Con la nostra introduzione al titolo abbiamo avuto modo di vedere che comprare azioni Ferrari può essere operazione estremamente conveniente. Parliamo di un titolo solido, di una delle aziende più importanti e influenti al mondo.

Quindi, quali strumenti si possono usare per comprare azioni Ferrari? Per quanto a chi non si occupa di investimenti possa sembrare strano, oggi esistono metodi semplici e diretti per acquistare il titolo Ferrari e farlo anche in pochi minuti.

Si parla delle nuove opportunità offerte dal web. La tecnologia ha aperto le porte dei mercati a qualsiasi tipologia di investitore. Permette ormai di negoziare titolo e investire anche su azioni importanti anche partendo da zero, attraverso la semplice iscrizione a piattaforme dedicate.

Investire in azioni Ferrari online

Come può un singolo investitore operare in azioni Ferrari? Il miglior modo è utilizzare piattaforme di investimento online come la già nominata piattaforma di 24option.

Si tratta di un broker autorizzato dalle autorità italiane e internazionali ad offrire negoziazioni su titoli, Forex, criptovalute e molto altro ancora: il tutto senza commissioni come quelle imposte dalle banche!

I servizi di 24option sono vantaggiosi e soprattutto esclusivi. Gli iscritti alla piattaforma (ricordiamo che ci si può iscrivere gratis cliccando qui), hanno accesso a moltissimi strumenti di negoziazione di semplice utilizzo.

La piattaforma infatti è pensata per principianti e comprende strumenti come:

  • Grafici in tempo reale: 24option offre grafici che mostrano le quotazioni di mercato di qualsiasi asset negoziabile sulla sua piattaforma. Il grafico è fondamentale per capire quando acquistare o vendere un titolo e deve essere in tempo reale. In tal modo, si possono tenere d’occhio i prezzi e capire quando conviene investire.
  • Segnali di trading: abbiamo già accennato alla possibilità di ricevere segnali in piattaforma. Questi sono utilissimi perché semplificano le operazioni soprattutto ai principianti. In tal modo non bisognerà per forza osservare i grafici, ma basta seguire le indicazioni del broker per sapere quando e come investire su titoli come Ferrari, Amazon, Apple e molti altri ancora. Iscriviti qui e prova il servizio segnali di trading, è gratis!
  • Corso di trading: per chi volesse imparare tutto ciò che c’è da sapere per iniziare a fare investimenti azionari e sul Forex, 24option ha ideato una guida gratuita scaricabile in PDF (ottienila qui ora). Il corso di 24option è l’ideale per iniziare col piede giusto a investire in Ferrari.

Altre piattaforme consigliate

Non solo 24option, esistono altri broker con servizi molto vantaggiosi per comprare azioni Ferrari e molti altri titoli. Portiamo altri 2 esempi di piattaforme attrezzate per favorire gli investimenti, con servizi molto vantaggiosi e SENZA commissioni di acquisto o vendita.

  • eToro: broker di fama internazionale, eToro è famoso per l’invenzione del Social Trading. Si tratta di un modo nuovo di godersi investimenti sui mercati finanziari in compagnia di altri traders. La funzione più interessante introdotta dal broker è il Copy Trading. Si tratta della possibilità di investire replicando nel proprio portafoglio investimenti le stesse e identiche operazioni avviate da traders professionisti che investono su eToro. Clicca qui per provare il Copy Trading su azioni Ferrari.
  • Trade.com: infine, consigliamo anche di provare la piattaforma di Trade.com. Su questa piattaforma è possibile negoziare azioni di ogni tipo con strumenti semplicissimi pensati per principianti. Inoltre, è presente un comodo video corso che aiuta i principianti a capire come investire. Ottieni il video corso di Trade.com ora! Clicca qui.

Comprare azioni Ferrari: l’arrivo in borsa

Uno dei momenti più importanti in casa Ferrari è stata la sua IPO, ovvero il momento in cui è arrivata la quotazione in borsa del titolo Ferrari.

L’obiettivo di questa interessantissima IPO per Ferrari, e per il manager italo-canadese Sergio Marchiane, fu di proporre Ferrari come marchio del mondo del lusso, e non solo come icona del mondo delle auto sportive.

Ma che cos’è una IPO? La parola Offerta Iniziale Pubblica, ovvero IPO, significa semplicemente un’offerta di una società, come Ferrari (RACE) in questo caso, verso il pubblico, ovvero verso noi. Ferrari ha fatto questa IPO perché intendeva quotarsi per la prima volta su un mercato regolamentato come il NASDAQ in questo caso.

Altri esempi di quotazioni importanti si possono leggere in queste guide: “comprare azioni Amazon” e “comprare azioni Beyond Meat“.

IPO azioni Ferrari

La IPO della Ferrari, ha rappresentato l’occasione della vita per comprare Azioni Ferrari: finalmente è diventato possibile fare piccoli investimenti nel nostro orgoglio italiano, nella sapienza di Marchionne, nella potenza degli Agnelli.

Il tutto attraverso una semplice IPO, con il simbolo RACE. Si tratta di Ferrari, ed è stata senza dubbio l’IPO più chiacchierata degli ultimi anni.

Le IPO sono promosse da società, come Ferrari, e i loro imprenditori, soci e venture capitalist e investitori istituzionali, che vogliono aprirsi ad un pubblico molto più ampio.

In parole povere i manager di Ferrari hanno deciso di dare le loro azioni a noi a un ampio pubblico, per poter far investire e quindi per capitalizzare la loro azienda.

Vengono fornite un certo numero di azioni e chi è disposto a comprare dovrà pagare il prezzo per ogni singola azione acquista. E’ davvero così semplice.

Quotazione Ferrari: un affare milionario

Da questa IPO, la Fiat/Chrysler Automobiles si stima che guadagnò un totale tra i 895-825 milioni di dollari. La IPO fu lanciata con un’opzione di “overallotment”, volta ad ampliare l’offerta in base alla domanda, di circa 1,7 milioni di titoli.

Il denaro dell’IPO fu utile all’indebitamento dell’azienda, e mattone principale per iniziare la costruzione del piano di sviluppo e di investimenti del gruppo FCA, che ebbe un costo di circa 55 miliardi di dollari all’azienda.

L’advisor dell’IPO è stato UBS. L’offerta è curata da Ubs e Bofa Merrill Lynch come banche capofila, e da Allen&Company, Santander, Mediobanca , Bnp Paribas e Jp Morgan hanno avuto la funzione di “joint bookrunner”.

L’appuntamento per la quotazione c’è stato il mercoledì 21 ottobre 2015, quando nella mattina americana la Ferrari ha esordito alla borsa di New York, il NYSE.

Prezzo azioni Ferrari

Ma che valore avevano le azioni Ferrari al momento della quotazione?

La FCA ha deciso di inserire nel mercato 17,175 milioni di titoli con un prezzo che all’epoca oscillava tra i 48 e i 52 dollari. Quindi la Ferrari valeva dopo l’IPO ben 10 miliardi di dollari.

Gli analisti di Bernstein dopo aver letto il documento che ufficializzava la quotazione della Ferrari, consigliarono non poca cautela sul medio e breve termine, sottolineando come la crescita sia limitata da un giro d’affari molto limitato, e con i forti costi che sono legati all’alta tecnologia ed alla forte concorrenza di altre aziende.

Queste sono caratteristiche del titolo Ferrari che sussistono tutt’oggi e gli investitori ormai ne sono ben consapevoli. Il titolo Ferrari, infatti, si presta molto bene soprattutto a investimenti di lungo termine.

Tuttavia, le oscillazioni quotidiane possono diventare rilevanti quando si prevede il rilascio di nuovi modelli o notizie macro-economiche importanti che coinvolgano il titolo.

A prescindere dalla normale cautela da porre in ogni investimento, Ferrari è un marchio conosciuto in tutto il mondo. Raramente può essere accostato ad altre aziende.

Comprare azioni Ferrari: conclusioni

La Ferrari è senza tempo, e le sue macchine, come ad esempio la Testarossa e molte altre, continuano ad avere un gran mercato tutt’oggi. Non soltanto quindi le azioni di Ferrari sono un interessante investimento, ma anche le auto d’epoca, che negli ultimi anni hanno avuto un aumento di valore, e quindi di prezzo, incredibile.

Investendo su azioni Ferrari con i broker consigliati (che permettono di negoziare e comprare anche azioni Tesla o Cannabis) si può avere accesso diretto al mercato di una delle aziende più importanti al mondo. Sicuramente un’occasione da non lasciarsi sfuggire.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento