Mercati azionari

Comprare azioni Intesa Sanpaolo: analisi e piattaforme per investire

Intesa Sanpaolo è una realtà consolidata del settore creditizio italiano. Nata nel 2007 dalla fusione di Banca Intesa e Sanpaolo IMI, rappresenta il maggior intermediario per la circolazione della moneta nazionale.

In molti si chiedono se e come comprare azioni Intesa Sanpaolo, per tale motivo in questo articolo si andranno ad analizzare i punti salienti della storia bancaria e le previsioni dei suoi andamenti.

Inoltre verranno indicati i broker che attualmente stanno riscuotendo maggior successo e che a parere di utenti ed esperti, risultano essere affidabili e ben strutturati.

Per tutti coloro che volessero investire in azioni del gruppo Intesa, sarà possibile effettuare la compravendita dei titoli appoggiandosi a società di intermediazione finanziaria quali eToro, ForexTB, Plus500 e Trade.com, i quali mettono a disposizione dei propri clienti piattaforme online di ultima generazione, atte facilitare la speculazione borsistica.

eToro è forse il broker che tra questi si configura come il più competitivo e offre ai propri clienti il servizio gratuito di copy trading (provalo gratis qui), molto utile per gli investitori alle prime esperienze che possono osservare e riprodurre le mosse dei trader più esperti iscritti alla piattaforma.

Intesa Sanpaolo: conoscere l’azienda

Nata nel 2007 a Torino, Intesa Sanpaolo è frutto dell’unione di due realtà creditizie italiane: Banca Intesa e Sanpaolo IMI.

Banca Intesa fu fondata nella cittadina di Milano alla fine degli anni ’90 grazie alla fusione di CARIPLO e Banco Ambroveneto. Da lì a poco acquisì la gestione di numerosi istituti bancari, dando vita al gruppo Intesa BCI, sotto il cui marchio operavano aziende per l’intermediazione creditizia, finanziaria e di servizio alla clientela.

Un processo simile caratterizzò la crescita di Sanpaolo IMI, nata nei medesimi anni a Torino e che divenne nel giro di poco tempo uno dei maggiori gruppi creditizi e assicurativi della penisola italiana.

Il processo di integrazione che portò alla nascita di Intesa Sanpaolo iniziò nell’agosto 2006, dopo che i Consigli di Amministrazione degli istituti creditizi approvano le linee guida del progetto di fusione, riconosciuto e convalidato a fine anno dalle rispettive Assemblee Straordinarie.

In quanto istituto bancario, Intesa Sanpaolo effettua le normali operazioni monetarie e creditizie, ricomprendo il ruolo di intermediario nella circolazione del contante nazionale.

Leggi anche: comprare azioni Unicredit, altra banca interessante per investire. Segnaliamo anche che è possibile comprare azioni MPS.

Struttura aziendale e organizzazione

Caratterizzato da una struttura di tipo dualistico è composto da un consiglio di sorveglianza eletto dall’assemblea degli azionisti, un consiglio di gestione scelto dalla sorveglianza e un revisore contabile addetto al bilancio che organizza e verificare la conformità alle leggi italiane/internazionali del conto societario.

Questa impresa privata è organizzata in sette dipartimenti che sono in comunicazione diretta con il CEO, acronimo di Chief Executive Officer.

Ogni dipartimento ha il compito di gestire i rapporti con la propria categoria di clientela: la Banca dei Territori ha la responsabilità dei clienti RetailPersonal e Imprese; la Corporate e Investment Banking gestisce clienti Corporate, Public Finance e Financial Institutions; le divisioni di International Subsidiary Banks, Private Banking, Asset Management e Insurance regolano le relazioni clientelari del proprio settore.

Intesa Sanpaolo, oltre ad essere una realtà creditizia ben consolidata a livello nazionale, presenzia e offre i propri servizi in numerosi Paesi europei ed extra-europei. Possiede infatti molteplici filiali e sportelli attivi in Europa Centro-Orientale, Medio Oriente e Nord Africa e si avvale di una rete internazionale specializzata nel supporto della clientela corporate, ovvero quella delle piccole, medie e grandi imprese.

Oggi sono 40 i Paesi dove questa banca può vantare una presenza consolidata della propria rete estera, 85 quelli dove è possibile ricevere supporto operativo e servizi sul posto, e più di 4.000 le banche corrispondenti e gli istituti di credito partner che sostengono le attività finanziarie di Intesa Sanpaolo.

L’impegno a livello sociale e territoriale

Intesa Sanpaolo collabora da molto tempo con le associazioni dei consumatori, per tale motivo i prodotti offerti da questa banca sono fruibili anche da quelle fasce solitamente escluse dal credito. Guidata da una mission di incremento dell’impresa locale, sostiene le iniziative che in potenza portano innovazione, crescita e miglioramento sul territorio, partecipando concretamente alla creazione di posti di lavoro.

L’obiettivo della banca è sostenere a livello finanziario le imprese private e pubbliche che possono avere un impatto positivo sul sistema economico-sociale nazionale.

Negli ultimi anni Intesa Sanpaolo ha devoluto circa 58 miliardi di credito a medio-lungo termine all’economia reale, ovvero alla distribuzione di beni e servizi, di cui la maggior parte all’Italia. Attualmente impegnata nel finanziamento di progetti urbanistici per la valorizzazione del territorio, non tralascia il sistema sanitario e l’istruzione, supportando la pubblica amministrazione.

A ben vedere, si tratta di una società creditizia di grandi dimensioni, la quale negli anni ha incorporato e acquisito aziende per l’intermediazione creditizia, finanziaria e di costumer care, e che è capace di esercitare un forte impatto sull’economia del Paese.

Leggi anche:

Conviene comprare azioni Intesa Sanpaolo?

È bene partire dal presupposto che non è facile comprendere il business bancario, e dunque l’andamento delle sue quotazioni borsistiche, a causa della volatilità dei titoli. Coloro che fossero interessati alla speculazione di questi prodotti finanziari, dovranno valutarne l’effettiva convenienza effettuando un’analisi completa su azioni e società.

Per quanto concerne Intesa Sanpaolo, è possibile affermare che si tratta di uno dei principali gruppi bancari dell’eurozona per un valore azionario che si attesta intorno ai 28,4 miliardi di euro. Questa banca è tra le prime 20 in Europa per capitalizzazione di mercato. Comprarne le azioni significa comprare una piccola parte del primo tra gli istituti di credito italiani.

Siamo di fronte a una società forte, con una lunga esperienza nel settore derivata dalla fusione primigenia di due realtà storiche della finanza nazionale: Banca Intesa e Sanpaolo IMI. Il titolo è quotato nella Borsa Valori di Milano tra i Blue Chips, FTSE IT All share e FTSE MIB.

Anche il posizionamento nei mercati internazionali è molto buono, il che permette al gruppo sia di fronteggiare crisi monetarie localizzate che di sfruttare eventuali opportunità di sviluppo locale.

Tra i maggiori azionisti rientrano imprese del calibro di BlackRock Inc, JPMorgan Chase & Co, Norges Bank, Fondazione Cariplo, Cassa di Risparmio di Firenze, Compagnia San Paolo e altri ancora. Attualmente sono numerosi i soggetti che investono nel rialzo dei titoli Sanpaolo e il prezzo corrente in Borsa presenta una crescita sostenuta.

Il bilancio aziendale degli ultimi anni si è sempre mantenuto positivo e la distribuzione dei dividendi, ovvero i ricavi annui percepiti dagli azionisti della società, è risultata costante e redditizia.

Intesa Sanpaolo: buon investimento? Si ma con i CFD

Facendo il punto della situazione, Intesa Sanpaolo sembra configurarsi come un investimento attualmente sicuro con titoli che difficilmente subiranno deprezzamenti significativi. Inoltre il gruppo bancario risulta essere uno dei principali investitori in tecnologia finanziaria, mossa che gli assicura un buon posizionamento di mercato e un’immagine aziendale fresca, accattivante e in linea con i tempi.

Per procedere all’acquisto di azioni Intesa Sanpaolo è possibile rivolgersi a istituti di credito, enti finanziari e broker online. Questi ultimi permettono di effettuare compravendite finanziarie tramite piattaforme di trading online CFD, ovvero Contratti per differenza.

I CFD sono prodotti finanziari che semplificano la speculazione in Borsa e permettono di operare in qualsiasi situazione di mercato, traendone profitto.

Il cliente potrà utilizzare questi strumenti derivati per investire sull’aumento e sulla diminuzione di prezzo dei titoli aziendali quotati in Borsa. Inoltre, maggiori saranno le variazioni di prezzo, maggiori saranno le possibilità di guadagno, il trader dovrà solo aprire una posizione e aspettare il momento propizio per chiuderla.

Pratici e convenienti, i Contratti per differenza non presentano commissioni sull’esiguo o sulle transazioni e cosa più importante, permettono di investire anche a ribasso e quindi di guadagnare quando la Borsa scende.

Leggi anche:

Acquistare azioni intesa Sanpaolo tramite CFD

Come accennato poc’anzi, i CFD sono strumenti derivati che semplificano la compravendita finanziaria e permettono di operare nei mercati anche con investimenti minimi.

Si tratta di contratti stipulati tra trader e broker, nei quali viene duplicano l’andamento di un bene quotato in Borsa, acquisito precedentemente dal broker di riferimento. Il vantaggio di comprare azioni Intesa Sanpaolo con i CFD che proporremo nel prossimo paragrafo, sta nella possibilità di fare vendita allo scoperto.

La vendita allo scoperto, definita in gergo short selling, dà l’opportunità all’investitore di liquidare l’asset in un momento di deprezzamento. Si fa pagando uno spread al proprio broker, ma traendo profitto dai movimenti ribassisti dei mercati finanziari.

In pratica con i CFD è possibile guadagnare in qualunque situazione di mercato, poiché la speculazione avviene sul movimento del prezzo e non sul bene in sé. Adatto anche a coloro che non possiedono un alto capitale iniziale di investimento, i Contratti per differenza operano sull’apprezzamento o deprezzamento del bene e dunque risultano sempre profittevoli.

I guadagni ottenuti saranno sottoposti a tassazione di rendita finanziaria, al momento in Italia del 26%. Nonostante questo c’è un deciso risparmio fiscale nell’utilizzo dei nostri CFD, che controbilanciano l’imposta eliminando bolli e tasse sulle transazioni.

Le migliori piattaforme CFD

Per operare sui mercati finanziari è necessario rivolgersi a società di brokeraggio regolamentate, in possesso di piattaforme per il trading online semplice e intuitive, che permettano l’utilizzo dei CFD senza presentare costi aggiuntivi. Di seguito saranno elencati i broker più conosciuti e affidabili, adatti all’investimento speculativo e ai trader con diversi livelli di esperienza.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni

    Comprare azioni Intesa Sanpaolo con eToro

    eToro (visita il sito ufficiale qui) è un broker che negli ultimi anni ha riscosso successo a livello internazionale. In quanto società di social trading e brokeraggio multi asset è regolamentata dagli enti di scurezza finanziaria:

    • CySEC,
    • FCA,
    • CONSOB
    • ASIC

    Inoltre, mette a disposizione dei propri clienti una piattaforma di trading semplice e intuitiva, completamente gratuita.

    La piattaforma presenta un’interfaccia simile a quella di un social media. Permette lo scambio di informazioni tra utenti, per tale motivo eToro è riconosciuta come società di social trading.

    A ogni utente è data la possibilità di aprire un profilo sul quale pubblicare diverse cose. Stati personali, aggiornamenti finanziari, condividere esperienze di trading o chiedere consiglio sulla strategia operativa da adottare.

    Inoltre, grazie allo strumento del copy trading gli investitori alle prime esperienze possono osservare e riprodurre le mosse dei trader più esperti che risultano iscritti alla piattaforma.

    Iscriviti a eToro e prova il Copy Trading gratis qui

    Comprare azioni Intesa Sanpaolo con ForexTB

    ForexTB (visita il sito ufficiale qui) è un broker con sede legale a Cipro, regolarmente registrato CySEC. Operante a livello europeo ed extra-europeo, risulta essere molto apprezzato anche dagli investitori alle prime armi. Conosciuto per l’attenzione che dedica alla formazione dei propri utenti, offre materiale didattico mirato e corsi di formazione on demand.

    Previa iscrizione alla piattaforma online, sarà possibile scaricare gratuitamente dispense, video, e-book (ottieni il corso gratis qui) e partecipare a seminari che spiegano come operare sui mercati finanziari. I corsi online, come tutto il materiale didattico, sono suddivisi per livelli di esperienza di trading.

    Altro strumento di grande utilità sono i cosiddetti segnali di trading, ovvero indicazioni precise che mostrano al trader su quale mercato e prodotto operare. L’analisi dei mercati è effettuata da esperti del settore e notificata sulla piattaforma, il trader dovrà solo decidere se aprire una determinata posizione o meno. Il servizio è completamente gratuito.

    Iscriviti gratis a ForexTB, apri un conto demo qui

    Con ForexTB è possibile investire anche su altre aziende importanti, tra le altre ricordiamo:

    Plus500 e l’acquisto azionario del gruppo Intesa

    Plus500 (visita il sito ufficiale qui) è un broker affidabile e semplice da utilizzare. La società è registrata presso la CySEC e risulta regolamentata anche dagli enti FSCA, FMA, ASIC, FCA, MAS e l’ISA.

    Adatta a chi è in cerca di un’esperienza di trading professionale, offre CFD con spread bassi e presenta un portafoglio di oltre 2000 strumenti finanziari. Dando la possibilità al trader di operare online su mercati che includono materie prime, Forex di valute criptate, azioni, ETF e indici.

    La piattaforma di trading è nota per il suo design semplice e intuitivo e permette alla clientela la simulazione gratuita della strategia operativa tramite conto demo. Grazie alla ottima demo, è possibile operare senza rischiare di perdere le liquidità e accumulare esperienza sul campo.

    il servizio di assistenza alla clientela è disponibile via mail o via live chat H24, 7 giorni su 7, in 15 lingue.

    Iscriviti a Plus500 gratis, apri un conto qui.

    Acquistare i titoli del gruppo Intesa con Trade.com

    Trade.com (visita il sito ufficiale qui) possiede una regolamentazione pluri giurisdizionale rilasciata da CySEC, FCA, e FSCA e concede un brokeraggio multi-asset su oltre 2.100 attività finanziarie. Considerato uno tra i migliori CFD e Forex broker del settore, fornisce ai propri utenti materiale formativo per approfondire e ottimizzare l’investimento telematico.

    Il broker è conosciuto per offrire ai propri clienti un programma didattico molto completo strutturato in video corsi, lezioni sul Forex, dispense ed e-book sul trading. La piattaforma è inoltre provvista di un glossario finanziario, ma lo strumento più interessante è certamente la video analisi.

    Con video analisi si intende una ricerca di mercato pubblicata quotidianamente sul sito ufficiale di Trade.com. Evidenzia gli investimenti più interessanti della giornata e indica quelli con maggiore possibilità di profitto. Data l’ampia offerta di asset, l’analisi semplifica di molto la scelta del trader.

    Iscriviti ora a Trade.com, apri un conto gratis qui.

    Previsioni d’investimento su Intesa Sanpaolo

    Fare previsioni sull’andamento dei titoli azionari di Intesa Sanpaolo richiede un costante aggiornamento su elementi esterni e interni che possono influenzare le dinamiche aziendali.

    In primo luogo è necessario valutare l’andamento dell’economia mondiale, che condiziona inevitabilmente l’affluenza di investitori e clienti. In seguito sarà opportuno aggiornarsi sulle normative di settore che regolano gli standard di qualità e sicurezza per l’erogazione dei servizi. Andando a raccogliere informazioni su possibili manovre espansive da parte degli enti addetti al controllo della speculazione borsistica.

    Ai fattori prettamente esterni si sommano quelli interni tra cui la mission aziendale, la struttura organizzativa, il bilancio annuale, le possibili acquisizioni.

    A tal proposito, Intesa Sanpaolo offre i propri servizi a 11,8 milioni di clienti. Fonda il suo lavoro su principi di integrità, eccellenza, trasparenza, equità e responsabilità nell’utilizzo delle risorse. I prodotti che propone sono numerosi e variegati e permettono alla banca flessibilità di azione.

    Strategia aziendale di Intesa Sanpaolo

    La strategia aziendale con cui opera, incrementa la produzione di reddito grazie alla gestione dinamica dell’erogazione di credito e alla previsione dei rischi. Attualmente questa banca non ha rivali sul suolo nazionale.

    Intesa Sanpaolo è presente in tutte le regioni italiane e si è diramata in gran parte del globo con filiali e corrispondenti. Certo non è semplice comprendere la qualità del business di una banca, ma ciò che è sicuro è che questo istituto di credito ha migliorato negli anni la sua redditività e sembra protendere in tale direzione.

    Inoltre sembra propendere per ulteriori acquisizioni. Queste porterebbero la banca a incrementare e diversificare i prodotti finanziari, aumentando la sua presenza sul suolo nazionale e nelle quotazioni di mercato.

    I titoli azionari Intesa Sanpaolo attualmente sembrano avere un buon profilo di guadagno. Potrebbero risultare un investimento proficuo, sia a breve che a lungo termine. Meglio ancora se fatti tramite Contratti per differenza, che preservano maggiormente l’investitore dai rischi della speculazione finanziaria.

    Leggi anche:

    In conclusione

    Le azioni del gruppo Intesa Sanpaolo sembrano essere investimenti appetibili e rappresentano un interessante profilo di guadagno anche per i trader meno esperti.

    Nonostante sia difficile comprendere a pieno gli andamenti del settore creditizio e prevederne le variazioni, questo Istituto è una realtà solida, nata dalla fusione di due grandi società della finanza italiana. Inoltre le analisi dei dati sull’economia mondiale, che influiscono inevitabilmente sui titoli creditizi, sembrano non indicare sorprese inaspettate per il futuro prossimo.

    L’insieme delle funzioni amministrative, direttive e gestionali della banca sono state abili e capaci nel promuovere le attività finanziarie. Molte di queste erano mirate al sostentamento delle esigenze territoriali e allo stesso tempo hanno saputo espandere la società oltre i confini nazionali e europei.

    Attualmente, Intesa Sanpaolo è tra le prime 20 banche del continente per capitalizzazione di mercato, una delle poche Italiane insieme ad Unicredit.

    Coloro che decidono di comprare le azioni Intesa Sanpaolo possono rivolgersi a intermediari finanziari professionali e regolamentati. Parliamo dei broker trattati in questo articolo quali eToro, ForexTB, Plus500 e Trade.com.

    Queste società permettono di speculare su CFD e comprare azioni intesa Sanpaolo, velocizzando e facilitando il trading. Tutto questo nell’ottica di tutelare l’investitore e ottimizzarne gli investimenti e le conoscenze, tramite numerosi strumenti tecnici e un mirato materiale didattico.

    Comprare azioni Intesa Sanpaolo
    Come comprare azioni Intesa Sanpaolo?

    Rivolgendosi ai migliori intermediari, oggi è semplice ed è una possibilità aperta a tutti quella di intervenire sull’azionario su Intesa Sanpaolo e altri titoli.

    Comprare azioni Intesa Sanpaolo conviene?

    La risposta è SI. È uno dei titoli migliori scambiati a piazza Affari ed è davvero promettente per il futuro.

    Previsioni azioni Intesa Sanpaolo nel 2020?

    Nonostante un anno molto difficile per tutta l’economia parliamo pur sempre di una banca, quindi è un ente assolutamente tutelato e che potrebbe essere tra i primi a riprendersi.

    Conviene comprare azioni Intesa Sanpaolo in banca?

    La risposta è NO. Pur trattandosi di una banca le commissioni potrebbero essere davvero elevate. Meglio scegliere broker CFD come eToro per questo genere di operazioni (zero commissioni!).

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento