Mercati azionari

Comprare azioni Nexi: una guida pratica

In questa guida andremo a vedere come comprare azioni Nexi, un titolo che nessun investitore italiano si può permettere di ignorare. Come vedremo in questa, guida, infatti, realizzare previsioni di borsa sulle azioni Nexi è relativamente semplice. Questo lo rende un titolo particolarmente indicato a tutti coloro che, essendo alle prime armi, sono alla ricerca di titoli azionari poco rischiosi.

Analizzando il titolo Nexi andremo a vedere non solo quali indicatori sono più adatti a realizzare un’analisi tecnica del titolo ma anche quale informazioni tener maggiormente in conto nella realizzazione di un’analisi fondamentale.

Non da ultimo, presteremo particolare attenzione a quelle piattaforme di trading, come eToro (visita il sito ufficiale), che si distinguono per un’offerta particolarmente indicata ad investire su azioni Nexi.

Nexi S.p.A., un po’ di storia

Nexi S.p.A. è una holding italiana, nata nel Novembre 2017 in seguito alla fusione di ICBPI (Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane) e CartaSì. In seguito alla fusione ICBPI cambia nome in Nexi.

Si tratta di una società che offre servizi e infrastrutture per il pagamento digitale sul suolo italiano e conta oltre 41,3 milioni di carte di credito, 2,7 miliardi di transazioni all’anno e 890mila punti vendita convenzionati.

In generale la rete di infrastrutture è gigantesca, con 13,5mila ATM e 1,4 milioni di terminali POS. Questo ha portato la società a gestire un traffico di denaro di oltre 446 miliardi di euro.

Con questi numeri non sorprende che nel 16 Aprile 2019, dopo aver effettuato l’IPO alla Borsa di Milano, sia contemporaneamente entrata a far parte del FTSE MIB, l’indice di Piazza Affari che comprende le azioni delle 40 maggiori società italiane.

Fanno parte della Nexi Holdings S.p.A.:

  • Nexi Payments S.p.A., della quale la holding detiene il 98,74% del pacchetto azionario;
  • Mercury Payment Services S.p.A., della quale la holding detiene il 100% del pacchetto azionario;
  • Helpline S.p.A., della quale la holding detiene il 70% del pacchetto azionario;

A sua volta la holding è controllata dalla società Mercury UK Holdco Limited, che detiene l’89,07% del pacchetto azionario della Nexi Holdings S.p.A. 

Si tratta di una rete di relazioni tra le società sufficientemente intricata, che rende l’idea della fitta rete di relazioni tra gli istituti bancari italiani. In generale basti comprendere che la Mercury UK Holdco Limited è la società che controlla la Nexi Holdings S.p.A., che a sua volta comprende la Mercury Payments Services S.p.A., società parente della Mercury UK Holdco Limited.

Comprare azioni Nexi: analisi tecnica

Trattandosi di un titolo appartenente al settore finanziario, Nexi è caratterizzata da un azionariato particolarmente variegato. Non solo retail trader ma anche investitori istituzionali, capaci di muovere grossi capitali in una singola operazione.

Inoltre, in quanto attivo prevalentemente nei servizi e nelle infrastrutture per il pagamento digitale, il potenziale societario è elevato e naturalmente proiettato alla crescita.

Ti dicevamo che si trattava di un titolo relativamente semplice su cui investire, giusto?

Ebbene, le azioni Nexi sono caratterizzate da un macro-trend che, dall’IPO, non ha accennato al ribasso. Chi ne ha tratto maggior profitto sono stati ovviamente gli investitori istituzionali che hanno potuto realizzare operazioni a lungo termine.

Per quanto riguarda i retail trader, la cui operatività si concentra prevalentemente in operazioni intra-day, investire in azioni Nexi comporta l’avere dimestichezza con i seguenti indicatori:

SMI Ergodic

L’SMI, o Stochastic Momentum Index, è un indicatore particolarmente utile per comprendere in quale momento inserirsi sul mercato. L’indicatore abbina un Oscillatore Stocastico tradizionale con una EMA (Media Mobile Esponenziale), in modo da rendere l’analisi e la previsione del titolo molto più precisa.

L’SMI Ergodic risulterà particolarmente utile per prevedere i momenti di contrazione dei prezzi e, conseguentemente, con che tipo di investimento inserirsi in occasione di quelli.

Se la linea dell’EMA presenta una flessione al ribasso, allora sarà necessario vendere il titolo. Parimenti, una flessione al rialzo dell’EMA è un ottimo segnale per l’acquisto di azioni Nexi.

Pivot Point

Siamo da tempo strenui promotori di un’operatività che prenda in considerazione i Pivot Point. Questi, attraverso l’individuazione delle linee di Resistenza e Supporto, permettono di delimitare gli estremi del tuo investimento, dando dei valori di riferimento per il Take Profit e lo Stop Loss.

Take Profit e Stop Loss ti permettono di far sì che il tuo investimento possa procedere in tutta sicurezza anche quando non sei connesso alla piattaforma di trading. 

Mettiamo che stai investendo su azioni Nexi con eToro: dopo un paio d’ore decidi di far riposare mente ed occhi e di fare una passeggiata. Impostando lo Stop Loss puoi star sicuro che eToro andrà a chiudere la posizione automaticamente se le azioni Nexi raggiungono quel valore, in modo da impedirti di perdere più soldi di quanto non sei disposto a rischiare.

Allo stesso modo il Take Profit è un comando di chiusura automatica della posizione che eToro andrà ad eseguire non appena la quotazione delle azioni va a riflettere i profitti che desideravi ottenere.

ATR

L’ATR è un indicatore della volatilità, utilissimo per comprendere se il trend attuale è un semplice movimento di correzione, un momento della fase di contrazione dei prezzi oppure si tratta del trend dominante.

A valori elevati di volatilità, infatti, si associa il trend dominante, ovvero quello che porta il titolo a guadagnare posizioni sia al rialzo che al ribasso.

Zig Zag

Indicatore utilissimo, questo, per capire in quale momento si colloca il trend attuale del titolo. L’indicatore si basa sulla Teoria delle Onde di Elliott, che prevede, per ogni titolo, una scansione ritmica dell’andamento delle quotazioni in otto fasi.

Si tratta di una teoria che difficilmente sbaglia a prevedere il trend (e gli errori nella Teoria delle Onde di Elliott sono individuati dagli indicatori descritti in precedenza), e che permette, di conseguenza, di prevedere in generale il trend successivo a quello attuale.

Uno studio delle azioni Nexi tramite questi indicatori ti permetterà di realizzare una buona analisi tecnica sia che tu stia pensando ad operazioni veloci di trading intraday, sia che, invece, stai pianificando un investimento di media-lunga durata.

Comprare azioni Nexi: analisi fondamentale

Di seguito ti proponiamo alcuni aspetti fondamentali da tenere a mente quando si intende analizzare il titolo Nexi al di là del grafico.

L’analisi fondamentale, infatti, tiene conto di tutti quei fattori che evincono dal grafico, come analisi del settore, dei competitors, del profilo societario, etc.

Nexi: caratteristiche del settore

Il settore in cui opera Nexi, quello dei servizi e delle infrastrutture di pagamento digitali, è uno dei settori in più rapida crescita.

Lontano dall’essere un settore saturo al pari di quello alimentare o del vestiario, è caratterizzato da una forte dinamicità e da elevati potenziali di crescita.

Un esempio?

In occasione del Decreto Fiscale 2020 e del Decreto Crescita, infatti, le azioni Nexi hanno subito una impennata che difficilmente verrà frenata. 

In occasione della circolare n.15 della Agenzia delle Entrate, infatti, che andava a chiarire i provvedimenti stabiliti dal Decreto Fiscale e dal Decreto Crescita, le azioni Nexi, partendo da una quotazione di circa 9€, sono salite fino a quota 12,6€, in occasione dell’entrata in vigore dei provvedimenti.

Un rialzo di oltre il 25% in seguito all’obbligo dello scontrino elettronico e alle sanzioni per i commercianti che non sono muniti di POS. Un decreto, questo, che ha praticamente esteso all’intero settore delle imprese private e commerciali italiane la potenziale utenza di Nexi.

Nexi: presenza sul mercato

Gli analisti concordano nell’affermare che Nexi si muove un mercato caratterizzato da una bassa penetrazione rispetto al resto d’Europa. In questo contesto, Nexi rappresenta a tutti gli effetti il leader italiano del settore, navigando la costante crescita dei pagamenti telematici.

Stando ad alcuni dati, infatti, Nexi si occuperebbe non solo il 29% degli ATM italiani e il 25% delle piattaforme di e-banking, ma sta collaborando il nuovo programma di National Open Banking Gateway per il 75% delle banche italiane.

Sebbene la compagnia abbia una scarsissima penetrazione in Europa, di conseguenza, la sua presenza sul mercato italiano è di assoluta egemonia e questo le permette una fortissima generazione di cash flow, indispensabile sia per sorreggere la propria presenta a Piazza Affari, sia per avere ragione del debito che, nonostante sia sufficientemente elevato, viene tenuto sotto controllo.

Nexi: dati della compagnia passati

Nell’anno della IPO Nexi ha raggiunto traguardi decisamente notevoli.

Se l’anno precedente, infatti, Nexi aveva raggiunto 700 milioni circa di cash flow, pari al 74% dell’ebidta e al 34% dei ricavi. Nel 2019 tale cifra è divenuta 980 milioni di euro, a fronte di un ebidta di 437 milioni.

In totale si calcola un utile netto di 225 milioni, mentre il debito netto è calato a 1,55 miliardi. 

Un risultato decisamente notevole se si tiene conto che il debito netto dell’anno precedente era di 2,5 miliardi di euro circa.

Nel 2020, dunque, la compagnia presenta le carte in regola per una crescita ancora maggiore.

Nexi: Business Model

Alla base dei successi finora descritti di Nexi vi sono alcune figure chiave che hanno partorito un business model vincente e innovative.

Da segnalare sono, oltre al Presidente Michaela Castelli e l’Amministratore Delegato Paolo Bertoluzzo, vi sono:

  • Alessandro Piccioni, Head of Innovation di Nexi;
  • Roberto Catanzaro, Business Development Director;

Sono due figure chiavi dell’azienda proprio in quanto alla base dell’innovativo Business Model di Nexi.

Ricordiamo, la società si occupa di fornire servizi e infrastrutture finanziarie alla maggior parte delle banche italiane (la loro clientela comprende l’80% degli istituti finanziari italiani), attraverso un sistema di messa a disposizione e sviluppo di servizi ad hoc per il cliente.

La parola d’ordine è innovazione: Piccioni, formatosi a Boston e dopo aver lavorato a New York e Mosca, infatti, è il principale responsabile della diffusione di sistemi di pagamento come Google Pay e Apple Pay in Italia, aprendo la penisola alla prospettiva dell’Internet Banking.

Un Business Model che si fonda sullo sviluppo e sull’adattamento delle tecnologie all’avanguardia nel settore dei servizi e delle infrastrutture finanziarie al contesto italiano.

Nexi non si occupa di fornire direttamente i servizi in questione ma li mette a disposizione dei vari istituti finanziari italiani una volta che sono pienamente sviluppati e pronti all’utilizzo.

In questo modo non entra direttamente nell’ambito concorrenziale ma si occupa solo della messa a disposizione dei servizi. In questo modo risulta al contempo meno suscettibile agli alti e bassi del settore bancario italiano, le cui quotazioni in Borsa troppo spesso e volentieri sono soggette alla oscillazione del valore dello Spread Btp-Bund.

Un Business Model, quello di Nexi, estremamente dinamico e capace di inserirsi nel turbolento settore finanziario italiano con sicurezza, ponendosi trasversalmente rispetto al mercato diretto e garantendosi un’utenza pressoché equivalente all’intero mercato.

Con questo abbozzo di analisi fondamentale ti abbiamo fornito tutte le informazioni principali per comprendere quali eventi potrebbero influenzare le azioni Nexi sul lungo termine e quali potenzialità esse devono ancora manifestare.

In definitiva, una panoramica complessiva del titolo che ti spiega come mai lo abbiamo definito “uno dei titoli più interessanti del mercato italiano”.

Comprare azioni Nexi con eToro

Stabilito, dunque, che investire in azioni Nexi è decisamente conveniente, la domanda a questo punto potrebbe essere: perché eToro?

eToro è la piattaforma leader mondiale del Social Trading: si tratta di una combinazione perfettamente riuscita di un broker con le dinamiche proprie dei Social Network. 

Con il Social Trading di eToro, infatti, non solo gli utenti possono condividere informazioni, analisi e dubbi riguardanti i titoli di mercato ma, cosa più importante, hanno a disposizione un eccellente strumento di Copy Trading.

Con il Copy Trading si può investire in qualsiasi titolo finanziario, azioni Nexi incluse, anche se non si ha un’adeguata preparazione. Basta, infatti, andare a copiare le operazioni eseguite dai professionisti che investono con eToro.

In questo modo si registreranno profitti paralleli ai loro e proporzionali alla quantità di capitale investito complessivamente nel Copy Trading.

Iscriviti gratis a eToro e negozia azioni, clicca qui

Ecco perché al primo posto tra le piattaforma consigliate vi è indubbiamente eToro: si può operare sia autonomamente sia con il Copy Trading, oppure usare una giusta combinazione dei due. 

Ricordiamo che eToro permette di investire anche su altre azioni come quelle di Amazon. Uno dei vantaggi principali di eToro rispetto ad altri broker è la possibilità senza pagare commissioni. Questo è un grande vantaggio rispetto ad altre piattaforme, come ad esempio IwBank, che applicano commissioni piuttosto salate.

Registrarsi su eToro in poche mosse

Registrarsi su eToro per investire con il Copy Trading è semplicissimo: l’intera operazione ti prenderà appena due mosse e meno di un minuto.

  1. Per prima cosa clicca qui: verrai reindirizzato alla pagina di iscrizione

iscrizione-eToro-criptovalute-1

  1. Cliccando su Iscriviti subito, ti si aprirà la formula di registrazione

iscrizione-eToro-criptovalute-2

A questo punto, inserisci e-mail e password, crea un tuo nome utente e spunta sia la Informativa sulla privacy e i cookie sia i Termini e condizioni di eToro EUROPE LTD, come in qualsiasi registrazione online.

Puoi velocizzare ulteriormente il processo accedendo direttamente dal tuo account Facebook o Google.

Comprare azioni Nexi: alternative a eToro

Oltre a eToro vi sono altre due piattaforme che intendiamo segnalarti. Si tratta di broker che mettono in campo un’offerta diversa da quella del broker israeliano ma altrettanto valida:

  • Trade.com

Trade.com è una piattaforma che insiste notevolmente sull’aspetto formativo. Grazie al suo e-book di trading, alle video lezioni e ai webinar che mette a disposizione gratuitamente ai suoi utenti, infatti, potrai apprendere tutte le informazioni necessarie a operare sul titolo Nexi.

Ti abbiamo parlato, ad esempio, dei numerosi indicatori da impiegare per fare una buona analisi tecnica delle azioni Nexi?

Ebbene, con la formazione di Trade.com potrai apprendere ad usarli perfettamente in modo da non aver bisogno di copiare gli investimenti altrui.

Impara il trading su azioni Nexi con Trade.com

  • IQ Option

IQ Option, invece, è la piattaforma perfetta per chi preferisce un approccio pratico. Invece di passare del tempo su e-book e manuali, infatti, IQ Option ti permette di formarti direttamente sul campo grazie al suo account demo.

Illimitato e gratuito, l’account demo di IQ Option è un’ottima simulazione per sperimentare tutti gli aspetti tecnici del trading online senza mettere a rischio un solo centesimo.

Non appena il tuo periodo di prova sul conto demo si sarà concluso e ti sentirai pronto ad operare con denaro reale, IQ Option ti riserva un’altra sorpresa: con deposito minimo di 10€, il trading online sulla piattaforma è accessibile a chiunque e a rischio molto basso.

Investi anche tu appena 10€ su azioni Nexi con IQ Option

Con Iq Option puoi investire anche in azioni Juventus.

Comprare azioni Nexi: in conclusione

In conclusione, con questa guida ti abbiamo esposto quali sono le caratteristiche della Nexi S.p.A. che risultano essere particolarmente rilevanti ai fini di un’operatività sul titolo.

Si tratta, ribadiamolo, di un titolo tra i più interessanti nello scenario italiano, dotato di un tale potenziale che sarebbe veramente uno spreco operare senza aver fatto le dovute analisi.

Per questo motivo ti abbiamo fornito una panoramica su quelli che sono gli indicatori di trading più adeguati ad analizzare le azioni Nexi.

Operando, inoltre, con una delle tre piattaforme che ti abbiamo elencato ti garantirà la possibilità tecnica di realizzare una previsione di mercato delle azioni Nexi.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento