Mercati azionari

Comprare Azioni PetroChina: analisi della compagnia e come fare

Conviene comprare azioni PetroChina? Il mercato del petrolio, come si può ben intuire, è un settore estremamente saturo. I due mercati principali per lo scambio di petrolio sono il NYMEX di New York e l’Intercontinental Exchange di Atlanta.

Entrambi sono di proprietà statunitense anche se, in precedenza il Brent era quotato all’International Petroleum Exchange di Londra (IPE).

Quanto alle qualità di petrolio che vengono scambiate sui mercati appena menzionati, esse sono principalmente due: West Texas Intermediate (WTI) e Brent Blend.

Queste ultime possono essere scambiate con consegna immediata (spot) oppure con i futures.

Difatti, i contratti di scambio di queste due qualità di petrolio, agiscono solo come riferimento per la totalità delle altre transazioni.

Ciò è possibile anche grazie ai futures contracts, i quali sono contratti a termine standardizzati per poter essere negoziati facilmente in una borsa valori e sanciscono l’impegno a un acquisto differito a un prezzo prefissato.

In questa guida noi di Mercati24 forniremo gli elementi essenziali per capire se conviene o meno comprare azioni PetroChina.

Inoltre, per chi non è molto pratico con i servizi di trading online, consigliamo alla fine di questa guida, tre alternative al broker online più gettonato grazie alla messa a disposizione degli utenti del servizio di Copy Trader: eToro (clicca qui).

Comprare Azioni PetroChina conviene: Panoramica dell’azienda

La China National Petroleum Corporation (abbreviata in PetroChina) è un’azienda petrolifera cinese fondata nel 1999.

Ad oggi, è il maggior produttore e venditore di petrolio e gas nell’industria petrolifera e del gas cinese, nonché una delle maggiori società di vendita in Cina e una delle maggiori compagnie petrolifere del mondo.

La maggior parte dell’azienda è sotto il controllo dello stato ma sono presenti anche diversi investitori privati, tra questi il maggior azionista è la Berkshire Hathaway di Warren Buffet, ad oggi uno degli uomini più ricchi al mondo.

La PetroChina Company Limited ha sede a Dongcheng, Pechino. Ha presentato un fatturato di 2,016 migliaia di miliardi di renminbi, valuta ufficiale della Repubblica Popolare Cinese.

Il numero dei dipendenti si aggira intorno ai 440.000 dimostrando grande solidità interna all’azienda e margini di crescita di anno in anno sempre maggiori.

Inoltre, la compagnia petrolifera asiatica, vanta diversi riconoscimenti.

Le è stato riconosciuto lo status di “più grande azienda cinese” e cinquantacinquesima azienda al mondo da Forbes, nella sua lista Forbes 2000 The World’s Leading Companies.

Ha ricevuto numerosi premi da FinanceAsia, importante rivista asiatica di economia, tra cui il più importante quello per la miglior dirigenza. Inoltre, nel 2004, ha visto additarsi, dalla rivista economica asiatica AsiaMoney, un ulteriore premio alla dirigenza dell’azienda.

Infine, le azioni depositarie americane e le azioni H emesse da Petrochina sono stata quotate alla borsa di New York e alla borsa di Hong Kong rispettivamente il 6 Aprile 2000 e il 7 Aprile 2000 (Codice ADS della Borsa di New York PTR, Hong Kong Borsa 857), quotata alla Borsa di Shangai il 5 Novembre 2007.

Leggi anche: comprare azioni Italgas.

Investire in Azioni PetroChina conviene?

L’azienda petrolifera cinese si presenta sul mercato azionario in fase di continua crescita, ciò è dovuto soprattutto al settore in cui opera.

Presenta una capitalizzazione di mercato pari a 8.01 miliardi di dollari ed è una garanzia per gli investitori in quanto, come abbiamo già sottolineato in precedenza, parliamo di un’azienda leader del settore sia nel mercato asiatico che in quello internazionale.

L’obiettivo prefissato alla fondazione della PetroChina Company Limited è quello di diventare un’azienda energetica internazionale altamente competitiva e uno dei principali produttori e venditori di petrolio e prodotti petrolchimici nel mondo.

Ovviamente l’azienda cinese è ampiamente impegnata in varie attività legate al petrolio e al gas naturale, tra cui:

  • Estrazione, sviluppo, produzione e vendita di petrolio greggio e gas naturale;
  • Raffinazione di petrolio greggio e prodotti petroliferi, produzione e vendita di prodotti petrolchimici di base, prodotti chimici derivati e altri prodotti chimici;
  • Trasporto, stoccaggio e vendita di petrolio greggio e prodotti petroliferi;
  • Trasporto di gas naturale, petrolio greggio e petrolio raffinato e vendita di gas naturale.

Le operazioni di PetroChina vanno a ricoprire tutti i collegamenti chiave del settore petrolifero e petrolchimico, dall’estrazione e produzione del petrolio greggio e gas naturale a monte, alla raffinazione di petrolio a valle e infine alle vendite.

Di conseguenza vanno a formare una catena di business completa con operazioni ottimizzate, efficienti ed integrate.

Ciò migliora l’efficienza lavorativa dell’azienda, riduce i costi di produzione e migliora la competitività di base dell’azienda e le capacità globali anti-rischio.

Sono chiare le modalità con le quali l’azienda cinese opera, e per una strategia di produzione interna, e per strategie di mercato più complesse com’è il caso delle quotazioni in borsa.

Detto ciò, noi di Mercati24 consigliamo, soprattutto per chi sta iniziando a muoversi in maniera prematura nel campo del trading online, di investire sui CFD, economicamente più vantaggiosi e flessibili delle vere e proprie azioni.

Andiamo a vedere brevemente cosa sono i CFD.

Comprare Azioni PetroChina con CFD

I CFD (Contracts for Differents) sono degli strumenti derivati molto utilizzati al giorno d’oggi. Vengono perlopiù presi in considerazione dai piccoli investitori, i quali dispongono di un capitale non ingente.

Cosa fanno sostanzialmente i CFD?

Innanzitutto, possiamo definirle come vere e proprie operazioni di investimento sull’andamento di un’attività finanziaria, le quali permettono agli investitori di trarre vantaggio dal rialzo (posizione long) o dal ribasso (posizione short) del prezzo di attività finanziarie sottostanti.

Qual è la differenza tra CFD e vere e proprie azioni?

Con i CFD possiamo trarre profitti in seguito alle variazioni di prezzo di un’azienda.

Inoltre, i Contratti per Differenza (traduzione alla lettera) sono fortemente regolamentati; per investirvi dovremo infatti servirci di broker riconosciuti dalla CONSOB, autorità che sorveglia il trading online e i mercati finanziari, com’è il caso del già citato eToro (clicca qui).

Infine, ci teniamo a precisare che i CFD sono strumenti derivati scambiati perlopiù su mercati OTC (Over The Counter), ossia tipologie di mercati che non hanno un vero e proprio riferimento fisico.

I CFD hanno una scadenza di solito stabilita entro le 24 ore; possiamo comunque mantenere aperto il nostro contratto andando incontro ad un costo specifico: il tasso di overnight.

Migliori piattaforme per investire in Azioni PetroChina

Ora analizzeremo alcune tra le migliori piattaforme per comprare azioni PetroChina:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    1. eToro: Investire con il Copy Trading

    Tra le piattaforme più rinomate e più utilizzate dai traders troviamo sicuramente eToro: colosso cipriota che vanta oltre 9 milioni di utenti.

    Tra i vari servizi messi a disposizione da questa piattaforma, quello che più risulta utile agli utenti è il Copy Trading.

    Cos’è il Copy Trading?

    È un servizio che ci permette letteralmente di copiare degli investimenti di altri traders, magari più affermati e più in gamba di chi può ritenersi un principiante.

    Dunque, è un sistema per prendere spunto da investimenti fruttuosi e per immetterci nel mondo del trading online. Con ciò potremo avere a disposizione un capitale non indiscreto e aver appreso le principali modalità di investimento che ci permetteranno di eseguire dei movimenti futuri in base alle nostre propensioni.

    Clicca qui per investire anche tu con il Copy Trading di eToro e registrati sulla piattaforma

    Ricordiamo che su eToro si ha la possibilità di comprare azioni Tesla o comprare azioni Baidu, altre importanti e promettenti aziende.

    2. ForexTB: Investire con i segnali di Trading Center

    Piattaforma alternativa ad eToro è sicuramente ForexTB. Vanta, insieme al colosso cipriota, della certificazione e della regolarizzazione di CONSOB e CySEC.

    ForexTB ci permette di investire fornendo, in maniera completamente gratuita, i segnali di Trading Central.

    Analizziamo i bonus di questo servizio.

    I segnali di Trading Center forniscono agli utenti analisi aggiuntive sugli andamenti dei mercati. A differenza delle tradizionali analisi algoritmiche, che spesso tendono all’errore, quella elaborata da Trading Central prende in considerazione anche la componente di analisi tecnica.

    Con i segnali di Trading Center i traders possono usufruire gratuitamente di un’ulteriore analisi sull’andamento di un determinato investimento, arrivando ad ottenere un risultato piuttosto preciso.

    Ricevi gratuitamente i segnali di ForexTB cliccando qui

    Altro servizio offerto da ForexTB è un manuale di trading online scaricabile gratuitamente in versione eBook, messo a disposizione dell’utente in seguito al primo deposito. Clicca qui per scaricarlo direttamente

    3. Imparare il trading online con Trade.com

    In alternativa alle piattaforme appena citate ti menzioniamo Trade.com, broker cipriota regolamentato anch’esso dalla CySEC.

    Possiamo dire che Trade.com va ad amplificare l’offerta del manuale di trading online della concorrente ForexTB.

    In che modo?

    Offrendo un ricchissimo programma formativo attraverso un corso di video lezioni delle pratiche più note del trading online, da aggiungere ad un manuale base scaricabile in versione eBook.

    Questa offerta è messa a disposizione degli utenti in maniera completamente gratuita.

    Andando più nello specifico l’offerta propone:

    • Corso per principianti per iniziare ad investire sul forex apprendendone le basi e le terminologie tecniche più utilizzate in formato video di 15 lezioni disponibili qui.
    • Tutorial MT4. Essendo un broker particolarmente diffuso per investimenti sui CFD, fornisce un tutorial per effettuare le prime manovre nel mondo del trading online.
    • Strategie di trading. Fornisce video tutorial estremamente articolati sulle operazioni di trading online. Ciò può essere testato anche nella versione demo gratuita.

    Basterà completare la fase di registrazione alla piattaforma per usufruire dei servizi appena elencati.

    Clicca qui per ricevere il pacchetto formativo completo di Trade.com e registrati sulla piattaforma

    4. Plus500: Investire sul forex con i CFD

    Ultimo, non per importanza, delle piattaforme che noi di Mercati24 ti consigliamo è Plus500.

    Broker cipriota, anch’esso vanta della regolamentazione e certificazione CONSOB e CySEC; ciò mira ad accrescere l’affidabilità della piattaforma, consentendo agli utenti di depositare ed operare attraverso di essa senza la minima preoccupazione.

    Plus500 presenta un’interfaccia molto semplice da usare e dispone dell’app scaricabile gratuitamente sui diversi Store, che si operi su un dispositivo Android o iOS.

    Una delle garanzie dell’affidabilità di questa piattaforma è sicuramente la stipulazione di un contratto di diversi anni con una delle squadre calcistiche più rinomate al mondo. Stiamo parlando dell’Atletico Madrid, rivale storico dell’altra grande squadra della capitale spagnola: il Real Madrid.

    Una delle caratteristiche di Plus500 è che ci permette di investire in CFD, consentendoci di velocizzare le operazioni e la chiusura di contratti sui mercati finanziari.

    Analizziamo ora i vantaggi dell’offerta:

    • Potere d’acquisto massimizzato. La leva finanziaria è di 1:30;
    • Zero commissioni. L’unico costo imposto dalla piattaforma in questione è lo spread;
    • Deposito minimo di 100 euro, con la possibilità si un conto demo gratuito;
    • Gestione del rischio molto avanzata;
    • Massima sicurezza. Plus500 è un broker che presenta una capitalizzazione complessiva di circa 1 miliardo di euro, con migliaia di clienti e regolamentato in tutta Europa;

    Come già sottolineato prima Plus500 è una piattaforma molto indicata per investire sui CFD: andiamo a vedere le tipologie di investimenti possibili.

    • Su periodi di 5 minuti, per operazioni molto rapide;
    • Intra-day. Su periodi di 60 minuti, per operazioni sul medio periodo;
    • Medio-Lungo. Su periodi di 1 giorno, per operazioni più lente, che possono eventualmente puntare ai dividendi;

    Dunque, investire in CFD sulla piattaforma Plus500, specialmente nel lungo periodo, può risultare fruttuoso in quanto quest’ultima fornisce un bonus agli utenti in base ai dividendi rilasciati dalle aziende.

    Ovviamente questi bonus non saranno molto cospicui, ma è comunque vantaggioso ricevere delle percentuali che, investendo in CFD, non dovremmo assolutamente ricevere.

    Clicca qui per investire ricevendo bonus in occasione dei dividendi con l’offerta di Plus500

    Comprare Azioni PetroChina: i concorrenti

    Come ben sappiamo il settore del petrolio è ricco di interessi ed è considerato abbastanza saturo, soprattutto per i prodotti che si riescono a trarre mediante la lavorazione del cosiddetto oro nero.

    Tra le concorrenti dell’azienda cinese, citiamo due tra le varie aziende che operano nel settore.

    Stiamo parlando di Saudi Aramco e Royal Dutch Shell.

    1. Saudi Aramco: il colosso saudita

    La Saudi Aramco è la compagnia nazionale saudita di idrocarburi. Fondata nel 1933 e con sede a Dhahran, l’azienda presenta un utile netto di circa 111 miliardi di dollari statunitensi, un fatturato di 355,9 miliardi e qualcosa come 65.000 dipendenti.

    Non a caso la Saudi Aramco è tra le più grandi compagnie petrolifere al mondo e il più importante finanziatore del governo saudita, che ne detiene il controllo totale.

    Ciò ha portato l’azienda ad avere una strategia di produzione perlopiù provinciale, mirata spesso ai brevi periodi e con un possibile margine di crescita che viene via via stroncato dalla scarsa propensione al progresso.

    Produce più di 10 milioni di barili al giorno ed una fuga di notizie ha permesso di classificarla come società più profittevole al mondo con 33,8 miliardi di utile netto registrati nei primi sei mesi del 2017.

    Secondo gli analisti di Bloomberg la compagnia potrebbe essere valutata 1,2 trilioni di dollari. Dati comunque smentiti dalla stessa società, la quale fissa la propria valutazione intorno ai 2 trilioni di dollari.

    2. Royal Dutch Shell

    La Royal Dutch Shell plc, meglio conosciuta come Shell, è una multinazionale olandese operante nel settore petrolifero, nell’energia e nella petrolchimica.

    Le sue attività petrolchimiche sono rilegate alla sussidiaria Shell Chemicals, dove troviamo anche un settore dedicato alle energie rinnovabili.

    Viene fondata nel 1907, presenta un utile netto di 30,918 miliardi di dollari statunitensi, un fatturato di 484,489 di miliardi e un numero di dipendenti che si aggira intorno ai 101.000.

    Opera in circa 140 paesi del mondo, anche se il suo mercato principale sono gli Stati Uniti d’America in cui opera la sussidiaria Shell Oil Company con sede a Houston, Texas.

    Nel 2004 è stata la quarta azienda del mondo per fatturato grazie ai ricavi pari a 268 miliardi di dollari, mentre i profitti pari a 18,18 miliardi di dollari hanno permesso all’azienda di classificarsi come seconda impresa più redditizia al mondo in termini di profitto lordo.

    Tra i tanti encomi da additare alla compagnia troviamo un’unica nota negativa: nel 2019 ha registrato un’emissione di CO2 pari a 31,95 miliardi di tonnellate. Dati che l’hanno posizionata settima nella classifica mondiale delle emissioni di CO2.

    Comprare Azioni PetroChina: conclusioni

    Come avete potuto constatare PetroChina è un colosso indiscusso del settore petrolchimico, specie se ci si rivolge ad Oriente.

    Non mancano le rispettive concorrenti: Saudi Aramco è ovviamente un’azienda da non sottovalutare in quanto nasce in Arabia Saudita, il paese con la maggiore estrazione di petrolio al mondo.

    Non a caso il più grande giacimento petrolifero convenzionale è Ghawar (75-83 miliardi di barili) in Arabia Saudita.

    Royal Dutch Shell invece, come ben sanno gli appassionati di Formula 1 ha instaurato una partnership con la casa automobilistica Ferrari. La solidità e la serietà di entrambe le aziende ha creato un rapporto duraturo che tutt’oggi va avanti.

    Nonostante queste brevi divergenze, noi di Mercati24 riteniamo che comprare azioni PetroChina possa essere tanto vantaggioso quanto costruttivo, dato che è considerato al giorno d’oggi un modello da seguire nel settore in cui opera.

    Infine per chi fosse interessato al settore petrolifero in particolare ricordiamo anche la possibilità di comprare azioni Exxon Mobil.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento