Mercati azionari

Comprare azioni Pfizer: ecco perché dovresti farlo

Chi cerca una guida per comprare azioni Pfizer è nel posto giusto. Investire sul mercato azionario è probabilmente una delle operazioni migliori per chi inizia a investire online senza conoscenze tecniche approfondite.

Le informazioni essenziali per realizzare delle prime, fondamentali previsioni, infatti, risultano essere immediatamente accessibili.

Lo studio di un titolo presente sul mercato azionario, inoltre, è enormemente facilitato dalla pubblicazione dei bilanci aziendali in occasione delle scadenze fiscali da parte di ciascuna società: ancora una volta si tratta di informazioni tranquillamente ottenibili.

In generale si consiglia di partire dai titoli dei leader di settore, motivo per cui in questo approfondimento noi di Mercati24 andremo a trattare del titolo Pfizer che rientra di diritto nell’alveo delle azioni migliori sul mercato.

In questa guida completa troverai tutti i principali dettagli sulla società, i principali concorrenti, le opinioni sia dei lavoratori che dei clienti della società, i rapporti di partnership e i risultati ottenuti nel tempo.

Non da ultimo, verrà presa in considerazione la migliore modalità di investimento per operare su un titolo del genere e le piattaforme di investimenti online che offrono i migliori strumenti per comprare azioni Pfizer.

Anticipiamo fin dal principio che una promettente opportunità è fornita dal Copy Trading di eToro (da provare gratis qui), strumento innovativo di trading automatico che descriveremo nel dettaglio in seguito.

Pfizer: conoscere l’azienda

La Pfizer è tra le società farmaceutiche più vecchie al mondo: fondata nel 1849 a New York dai cugini Charles Pfizer e Charles Erhardt, iniziò la sua attività con la produzione di un famoso antiparassitario che spopolò all’epoca, la santonina.

Il successo portò la Pfizer ad affacciarsi sul XX secolo con vendite superiori ai 3 milioni di dollari e impianti tali da potersi dedicare ad un nuovo prodotto: la penicillina.

Fu proprio la produzione di penicillina a fornire alla Pfizer la base finanziaria necessaria a iniziare, nel secondo Dopoguerra, un’attività di espansione capillare sia negli Stati Uniti che nel mondo.

Le commissioni belliche degli alleati nella Seconda Guerra Mondiale accrebbero notevolmente le finanze della compagnia e si stima che la maggior parte della penicillina prodotta per i soldati del fronte occidentale provenisse proprio dagli stabilimenti Pfizer.

Negli anni successivi al dopoguerra la Pfizer dà il via ad una serie di acquisizioni e di apertura di varie filiali nel mondo che la portano, dal 2009, ad essere la prima casa farmaceutica al mondo, leader indiscusso del settore.

In particolar modo la società dal 1995 si è stabilita sul suolo italiano con:

  • 2 centri amministrativi, uno a Roma e l’altro a Milano;
  • 3 siti produttivi, rispettivamente a Ascoli Piceno, Latina e Catania;

Come verrà meglio esposto in seguito, la società ha stretto numerose partnership e ha fondato associazioni filantropiche e umanitarie per cercare di arginare la cattiva reputazione di cui normalmente godono le società farmaceutiche.

Investire in azioni Pfizer conviene?

Pfizer è leader di settore in un mercato, quello medicale, che è notoriamente saturo. Un mercato si dice saturo quando i livelli concorrenziali sono elevati e non vi è spazio riservato a realtà emergenti.

La Pfizer è attualmente da considerarsi la più grossa società farmaceutica al mondo, con un fatturato che nel 2019 ammontava a 51,75miliardi di dollari, in leggero calo rispetto a quello dell’anno precedente, di 53,65 miliardi.

I dati di bilancio mostrano un controllo stretto sull’indebitamento della compagnia: negli ultimi anni la società si è dimostrata capace di contenere il proprio indebitamento passivo (liabilities) al 60% rispetto ai suoi attivi, ponendosi come un punto di riferimento per gli investitori.

Il rapporto Debt to Asset della Pfizer nel 2019 è stato, precisamente del +61,12%, cosa che ha confermato il rating buy sul titolo e ha permesso un Cash Flow finanziario in aumento del +58,89%.

La capitalizzazione di mercato raggiunta dalla società ha raggiunto i 181,46 miliardi di dollari, con quasi 6 miliardi di titoli azionari ripartiti equamente tra:

  • Investitori istituzionali, 3,61% di grossi capitali e 33,34% di capitali medi;
  • Retail traders, che operano con piccoli investimenti sul 63,05% delle azioni;

In generale le azioni Pfizer riflettono a pieno la natura della società, ponendosi a pieno titolo come il principale asset nel settore medicale.

Un titolo il cui storico mostra chiaramente dei trend particolarmente ben definiti nel corso degli ultimi anni. Ciò può confermare confermare quello che in generale è il consiglio dato a chi desidera investire online: puntare alla flessibilità.

Per questo motivo nel prossimo paragrafo andremo a delineare in cosa consistono gli investimenti in CFD.

Comprare azioni Pfizer: le piattaforma di CFD

Investire direttamente sul mercato azionario è un’operazione che viene globalmente sconsigliata a chi non ha a disposizione capitali di una certa entità (il requisito minimo si arresta intorno ai 100.000€).

Per capitali di piccola entità, infatti, l’accesso al mercato finanziario necessita obbligatoriamente di un intermediario, i cui servizi ovviamente non sono gratuiti. Le commissioni sugli investimenti imposte dagli intermediari tradizionali costituiscono l’aspetto più scoraggiante del metodo tradizionale di investire.

Il secondo motivo per cui non si consiglia di procedere all’acquisto diretto è costituito dalla scarsa flessibilità di cui soffre questo approccio. Specialmente se si ha di fronte un titolo come le azioni Pfizer, che presenta trend ben definiti nel tempo, la scarsa flessibilità diventa deleteria.

Quali sono le migliori piattaforme CFD?

Per questo motivo il consiglio è di far riferimento ai CFD (Contracts for Difference), strumenti finanziari derivati direttamente dipendenti dal titolo in questione. Investendo in CFD azioni Pfizer, infatti, non si andrà a diventare possessori del titolo in questione quanto, come nel caso di tutti gli strumenti finanziari, di un contratto di vendita o di acquisto.

In altre parole, investendo in CFD azioni Pfizer i profitti non dipendono unicamente dal rialzo delle quotazioni del titolo ma dalla previsione fatta sulle variazioni di prezzo, sia al rialzo che al ribasso.

Per questo motivo i CFD sono lo strumento predefinito per gli investimenti online: veloci e flessibili.

Detto questo, come investire in CFD azioni Pfizer? Ecco la lista delle migliori piattaforme, in seguito ci sarà un approfondimento per 3 di esse:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: ubrokers
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Formazione Gratuita
  • Zero Commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Registrarsi su eToro: come e perché?

    Una piattaforma di trading online come eToro è una realtà facilmente accessibile. Basta registrarsi gratis a questo link per poter accedere all’intera offerta del broker gratis e fare trading azionario sui principali titoli.

    Per completare la registrazione basta fornire il proprio nome utente, una password e inserire la propria e-mail. È importante non dimenticarsi di spuntare i “Termini e condizioni di eToro Europe Ltd” e le “Informativa sulla privacy e sui cookie”, come in qualsiasi altra registrazione online.

    Il processo può essere ulteriormente velocizzato effettuando l’accesso direttamente dal proprio account Google o Facebook.

    Perché registrarsi su eToro?

    Ebbene, il motivo principale è dettato da uno strumento al quale abbiamo accennato all’inizio di questa guida: il Copy Trading.

    Si tratta di uno strumento di trading automatico perfettamente funzionante, che permette di cercare i migliori investitori che operano sulla piattaforma, valutandoli in base al loro storico delle performance.

    Una volta trovato l’investitore giusto, con il Copy Trading si possono copiare in automatico tutte le sue operazioni, in modo da registrare profitti proporzionali a quelli che egli registra, anche se non si posseggono le conoscenze necessarie a realizzarli autonomamente.

    L’investitore, a sua volta, riceverà da eToro un Bonus sul trading in base al numero di follower che ottiene, traendo esso stesso vantaggio dall’operazione.

    Su eToro inoltre sono disponibili molti altri titoli azionari vantaggiosi, ad esempio è possibile, comprare azioni Facebook oppure comprare azioni Tesla.

    Comprare azioni Pfizer: le alternative a eToro

    eToro non è l’unica piattaforma capace di mettere in campo un’offerta estremamente vantaggiosa e competitiva.

    Prima di passare ad un’analisi più approfondita di alcuni aspetti particolari della Pfizer, ti proponiamo le principali alternative a eToro:

    1 – ForexTB

    ForexTB è un broker che mette a disposizione dei suoi clienti un servizio gratuito di segnali di trading. I segnali di ForexTB provengono da Trading Center, tra le società più rinomate nel settore dell’analisi finanziaria.

    Questi strumenti sono estremamente utili per analizzare al meglio un titolo e forniscono chiari spunti per elaborare una strategia di investimento efficace.

    Il broker, inoltre, mette a disposizione dei propri utenti anche un manuale gratuito di trading, in formato e-book, completando l’offerta dei segnali con materiale formativo che permetta anche ai principianti di tradurre un segnale di trading in un investimento.

    Iscriversi a ForexTB è semplice e gratis, si può fare qui.

    ForexTB è un broker davvero eccellente per l’azionario e infatti sulla sua piattaforma propone anche di comprare azioni Juventus e comprare azioni Caterpillar.

    2 – Trade.com

    Trade.com è la piattaforma predefinita quando si pensa ad un percorso formativo nel settore degli investimenti online.

    Se il manuale di ForexTB è pensato per funzionare in simbiosi con i segnali di trading, l’offerta di Trade.com si focalizza su tutti gli aspetti degli investimenti online.

    Si tratta di un’offerta formativa comprensiva di manuale di trading in formato e-book, video lezioni, corsi di livello base e avanzato, webinar e calendari economici costantemente aggiornati.

    Il tutto a formare un’offerta formativa di preparazione agli investimenti online a 360°.

    È possibile iscriversi a Trade.com gratis, clicca qui.

    Approfondisci: Giocare in Borsa Simulazione.

    Azioni Pfizer: dati borsistici

    I dati borsistici relativi alla Pfizer possono meglio far comprendere per quale motivo i trend che caratterizzano questo particolare titolo si presentano ben definiti e necessitano di strumenti flessibili per poter effettuare operazioni efficaci.

    In particolar modo, come si è detto in precedenza, a partire dal 2017 la società ha mantenuto costante il numero di azioni rilasciate sul mercato, ammontanti a circa 5,955 miliardi di titoli, per una capitalizzazione che si aggira sui 196 miliardi di dollari.

    L’azionariato istituzionale della Pfizer è composto da numerose società di impatto globale. Le maggiori sono:

    • Vanguard Group (6,26%);
    • State Street Corporation (5,28%);
    • Black Rock Fund Advisors (3,81%);
    • JP Morgan Investment Management (1,28%);

    Come si può notare, si tratta di una fitta rete di investitori che comprendono, ad esempio, il maggior fondo di investimenti al mondo (Black Rock Fund Advisors) e la sesta banca più grande del mondo (JP Morgan), nonché tra le maggiori società di gestione patrimoniale al mondo (2,9 trilioni di dollari in gestione e 25,4 trilioni di dollari in custodia).

    Un azionariato rilevante che aiuta a mettere a riparo il titolo Pfizer da forti movimenti speculativi, rendendolo ideale per operazioni a basso rischio.

    Pfizer: concorrenti e partner

    Dal momento che il settore medicale, come abbiamo detto, è un settore saturo e caratterizzato da una forte lotta concorrenziale, studiare il titolo Pfizer comporta necessariamente tener conto anche di quelli che sono i principali concorrenti e partner della società.

    La maggior parte dei volumi di affari della Pfizer si concentrano in Europa e Stati Uniti, motivo per cui la società negli ultimi anni ha stretto accordi per ampliare il proprio mercato.

    I partner con cui questi accordi sono stati stipulati sono:

    • Zhejiang Hisun, società farmaceutica cinese, attiva prevalentemente sul mercato interno della PRC;
    • MATWIN, società specializzata nei progetti oncologici, che ha concesso alla Pfizer di ampliare il numero di centri di ricerca attivi nella lotta ai tumori;
    • IBM, azienda informatica, con la quale la Pfizer collabora per lo sviluppo di strumentazione medica e di supporto a malattie debilitanti, come il morbo di Parkinson;

    Da segnalare, inoltre, la partnership in Italia con le Regioni Lombardia, Puglia, Lazio e Marche per varie tematiche sanitarie.

    Tra i principali concorrenti della Pfizer, invece, figurano aziende come:

    • Novartis e Roche, a pari merito considerate le seconde società farmaceutiche al mondo;
    • Sanofi, società francese, terza al mondo nel settore;

    La Pfizer, tuttavia, è leader indiscussa del settore: sebbene non possa vantare una reputazione immacolata come quella di Novartis e Roche, la Pfizer surclassa entrambe le società per quanto riguarda il numero di prodotti in attivo immessi sul mercato e i ritorni degli investimenti.

    Da un punto di vista esclusivamente finanziario, la performance della Pfizer è impareggiata dalle altre società attive nel settore.

    D’altro canto Sanofi, sebbene sia leader di settore in Francia, incontra numerose difficoltà ad inserirsi negli altri mercati, registrando forti perdite specialmente negli Stati Uniti.

    Pfizer: opinioni del pubblico

    Se si può trovare un difetto nella Pfizer, esso è da ricercare nell’opinione pubblica.

    La Pfizer, nel corso della storia, è stata oggetto di numerose inchieste e numerose condanne da parte delle corti di vari paesi: nel 2005, addirittura, il CEO di Pfizer, MacKilley fu inserito nella lista dei peggiori trasgressori dei diritti umani del tempo.

    Per cercare di porre rimedio ad un’opinione pubblica più che negativa, la Pfizer, dopo aver licenziato MacKelley, riformò la propria politica aziendale e fece confluire nuovi fondi e nuove forze nella Pfizer Foundation Inc., la fondazione con scopi umanitari e filantropici fondata nel 1955.

    Tra le operazioni successive al 2005, vi è da annoverare in Italia l’aver devoluto, solo nel 2009, mezzo milione di euro a una serie di iniziative e contributi economici volti a sanare la condizione immediatamente successiva alla crisi del 2008.

    La strada per ripulire la propria reputazione, tuttavia, è ancora lunga e tutt’oggi le opinioni sulla Pfizer sono estremamente contrastanti.

    Comprare azioni Pfizer: in conclusione

    In conclusione, la Pfizer riassume tutte le caratteristiche proprie di un leader di settore. Dal punto di vista finanziario si tratta di una società solida, fortemente incentrata sul consolidare il proprio futuro nel settore.

    La Pfizer, nonostante qualche incidente che le ha portato una reputazione pessima e perdite economiche nei primi anni del XXI secolo, attualmente occupa una solidissima posizione di mercato e presenta uno storico di continui successi.

    In virtù della definizione dei trend del titolo, gli investimenti sulle azioni Pfizer prediligono l’impiego di strumenti versatili. In tal senso i CFD sono l’ideale, perché permettono di investire non solo sul rialzo ma anche sul ribasso delle quotazioni del titolo.

    Le migliori piattaforme per il trading in CFD sono quelle che abbiamo elencato in questa guida. Affidandoti a loro potrai contare su tutti gli strumenti tecnici per integrare questa nostra analisi sulle azioni Pfizer.

    Così facendo potrai operare al massimo delle tue capacità sul titolo leader nel settore medicale. In caso fossi interessato ad altre grandi aziende ti consigliamo di consultare anche le nostre guide:

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento