Mercati azionari

Comprare azioni Tiscali [La guida per farlo al meglio]

In questa guida noi di Mercati24 illustreremo con chiarezza e puntualità come comprare azioni Tiscali al meglio.

Una delle storie aziendali più controverse ed affascinanti della storia finanziaria Italiana, Tiscali è una società di telecomunicazioni con sede a Cagliari. Si tratta della prima azienda sarda ad essere quotata in Borsa. Gli alti e bassi azionari sono stati notevoli, spesso disorientando gli investitori. Proprio per questo motivo, abbiamo deciso di scrivere questa guida per aiutare i nostri lettori ad orientarsi al meglio nella scelta di comprare azioni Tiscali.

Cosa troveremo in questa guida? Sicuramente i seguenti aspetti salienti:

  • Storia dell’azienda
  • Modello di Business
  • Modalità di negoziazione delle sue azioni
  • Previsioni future

Per iniziare subito al meglio, ecco una lista completa con tutti i migliori Broker che permettono di negoziare azioni Tiscali senza costi fissi ed in totale sicurezza:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Storia delle azioni Tiscali

    Come anticipato, la storia di Tiscali è davvero intensa! Partiamo dalle sue origini. La società è stata fondata dal brillante Manager Renato Soru, nella città di Cagliari nel 1998.

    I primi mesi sono stati caratterizzati da un vero e proprio Boom: Tiscali era sulla bocca di tutti e nel giro di 12 mesi il titolo è stato quotato in Borsa. Come mai tanto successo? Ebbene, ad oggi potrà sembrare strano ma in passato per accedere ad internet occorreva pagare una “tassa” annuale pari a 200.000 lire. La rivoluzione di Tiscali fu proprio il fatto di abolire questo costo e permettere a chiunque di accedere ad Internet gratuitamente. Questo servizio denominato “Tiscali Free Net” ebbe un successo clamoroso, attirando le attenzioni anche di numerosi investitori istituzionali Europei.

    La sua quotazione in Borsa, avvenuta nel 1999, partì con il botto: da un valore di poco superiore ai €3/azione, nel giro di pochi mesi il loro valore aumentò esponenzialmente fino a superare la quotazione record di €60/azione. Certo, erano gli anni della bolla dot.com, con i titoli tecnologici in forte ascesa. Purtroppo, la bolla scoppiò nel 2000, proprio pochi mesi dopo lo sbarco di Tiscali sui mercati finanziari. La caduta è stata dolorosa, con le azioni crollate ai valori originari (intorno a €3). Il sogno di Tiscali durò troppo poco!

    Il decennio successivo è stato caratterizzato da una serie di CEO che si sono susseguiti senza riuscire ad imprimere una vera svolta all’azienda. Una concorrenza sempre più forte ed agguerrita ed una posizione debitoria pericolosamente alta non permettevano a Tiscali di risalire la china.

    Nel 2020, a seguito del Coronavirus, l’inattesa svolta: il Governo Italiano decide di investire con decisione sulla banda larga e proprio Tiscali, grazie ad una Partnership con Telecom, è l’azienda accreditata a sviluppare il progetto.

    Questi rumors hanno generato una nuova ondata di euforia intorno alle sue azioni: sarà la volta buona che Tiscali riprenderà la sua marcia rialzista?

    Leggi anche: comprare azioni Swisscom

    Come comprare azioni Tiscali?

    Trattandosi di un’azienda Italiana in molti pensano al fatto di potersi rivolgere alla propria banca per richiedere un pacchetto azionario di Tiscali.

    Chiariamo subito una cosa: comprare azioni Tiscali in Banca è possibile, certo, ma non è assolutamente conveniente! Con questa modalità ogni cliente sarà soggetto al pagamento di commissioni fisse, spese apertura conto e costi su ogni eseguito. In sostanza, un salasso in termini di costi da sostenere, ancor prima di negoziare effettivamente le sue azioni.

    Quale soluzione? Sicuramente la negoziazione attraverso i contratti CFD. Acronimo di Contract For Difference, questo strumento finanziario permette di investire senza commissioni fisse, in totale sicurezza (regolamentazione Consob) e tutto con un semplice Click. Infatti si investe online, comodamente da casa, e soprattutto si può godere di un altro grande vantaggio: guadagnare anche se i prezzi scendono.

    Tutto ciò è possibile per via del fatto che esistono due tipologie di CFD: rialzista e ribassista. Questo è possibile per via del fatto che un CFD, in sostanza, non fa altro che replicare l’andamento di un titolo. Nel nostro caso, le azioni Tiscali possono salire o scendere, il CFD corrispondente farà lo stesso.

    Ecco un esempio pratico:

    • Se ipotizziamo un rialzo per le azioni Tiscali, cliccheremo su “Compra”.
    • Se invece prevediamo un ribasso azionario, basterà cliccare su “Vendi”.

    In entrambi i casi, con un click attiveremo il CFD corrispondente: basterà individuare la giusta direzione per guadagnare! Scopriamo adesso dove poter investire con questa eccellente modalità.

    Dove comprare azioni Tiscali?

    Entriamo quindi nel cuore della nostra guida e rispondiamo subito alla domanda originaria.

    Dove comprare azioni Tiscali? Senza dubbio sulle Piattaforme specializzate in contratti CFD, per via dei seguenti vantaggi:

    • Sicurezza dei nostri fondi
    • Possibilità di speculare anche al ribasso
    • Nessuna commissione fissa
    • Spread bassi

    Analizziamo adesso le Piattaforme migliori presenti in Italia.

    eToro

    Questo Broker nasce nel 2009 e nel corso degli anni ha conquistato oltre 10 milioni di clienti nel mondo. eToro è senza dubbio la piattaforma Leader per il trading online.

    Anche in Italia sono tantissimi gli investitori che la scelgono per negoziare le principali azioni del FTSE-MIB come Tiscali. La caratteristica principale? Sicuramente il Copy Trading.

    Stiamo parlando di un metodo per investire in automatico: si selezionano i migliori Trader sulla piattaforma e con un click sarà possibile copiare la loro operatività. Selezionando 5 o 6 Popular Investor avremo quindi un vero e proprio portafoglio composto dai migliori Trader in circolazione. Le loro performance saranno replicate nel nostro conto, in scala 1:1.

    Un ottimo modo per ottenere gli stessi rendimenti di specialisti del Trading anche senza avere molta esperienza in materia! Curioso di provare questo sistema? Ebbene il Copy Trading è gratuito e può essere attivato anche su Demo nel link che segue:

    Iscriviti qui su eToro per investire in automatico

    ForexTB

    Una soluzione ottimale per investire sui mercati è offerta da ForexTB. Un Broker di prima fascia, regolamentato e professionale.

    Questo Broker dispone di Metatrader, la piattaforma più comoda ed utilizzata al mondo. Sia su conto Demo, attivabile con €50.000 virtuali, sia su Reale con un deposito minimo di €250. Su entrambi i conti sarà possibile richiedere l’ottimo servizio di Segnali di Trading.

    Di cosa si tratta? I Segnali sono delle precise indicazioni, elaborate da analisti esperti, che arrivano al Trader sotto forma di notifica in tempo reale. Facciamo l’esempio delle azioni Tiscali; qualora dovesse verificarsi un evento che permette di ipotizzare un rialzo del titolo, ci arriverà subito una notifica simile a quanto segue:

    • Comprare Tiscali con Target €0.50

    Non ci resterà che scegliere se entrare a mercato oppure se attendere il segnale successivo. Infatti, costantemente elaborati dagli analisti, arrivano ogni giorno gratuitamente a tutti i clienti di ForexTB. Un eccellente metodo per investire in modalità semi-automatica!

    Il servizio è richiedibile anche su conto Demo, senza rischiare quindi il nostro capitale. Ecco il Link:

    Registrati qui su Forex e richiedi i Segnali gratuiti

    comprare azioni tiscali

    Azioni Tiscali Conviene?

    In un contesto competitivo e dinamico come quello delle telecomunicazioni è opportuno analizzare concorrenti ed alleati di ogni azienda. Spesso questa analisi risulta determinante per prevedere l’andamento futuro di un titolo azionario e Tiscali non si sottrae a questa logica.

    Scopriamo quindi i dettagli nelle righe che seguono.

    Competitors

    Premessa: in questo settore spesso si incrociano i destini di numerose aziende, le quali sono concorrenti in alcuni ambiti e magari alleati per lo sviluppo di altri progetti.

    Tuttavia, possiamo affermare che il principale competitor di Tiscali è rappresentato da Vodafone. Ad oggi l’azienda Inglese ha ancora un grande vantaggio nei confronti della nostrana Tiscali. Per anni un altro grande rivale è stato Telecom, principale operatore telefonico nazionale. Eppure, proprio una recente Partnership siglata con Telecom, sta portando grossi benefici ad entrambe. Il tema centrale è lo sviluppo della banda larga in Italia. Le due aziende stanno lavorando insieme a questo ambizioso progetto e nel prossimo biennio vedremo i primi risultati.

    A livello di concorrenti per i servizi di connessione Internet troviamo sicuramente Fastweb. Se invece facciamo riferimento ai servizi di telefonia mobile, ecco che Iliad sta dando filo da torcere a Tiscali.

    Partners

    I principali alleati di Tiscali (oltre all’ex “nemico” Telecom) sono principalmente due: Huawei ed Enel.

    Con la Huawei è stato siglato già nel 2016 un accordo per portare la connessione Web in territori remoti, attraverso lo sviluppo di tecnologie legate alla banda larga. Ancora oggi la collaborazione tra le due aziende è attiva.

    Con l’italiana Enel è stato siglato un accordo molto importante, relativo lo sviluppo del progetto Open Fiber. Stiamo parlando della base per il già citato progetto di banda larga. In questo caso Tiscali è stata lungimirante, iniziando a puntare su questo Business già da diversi anni ed acquisendo un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza.

    Dividendo delle azioni Tiscali

    Molti investitori si pongono la seguente domanda: le azioni Tiscali rilasciano il dividendo? La risposta è no. Nel corso della sua storia non è mai successo.

    La motivazione è più logica di quanto possiamo immaginare: tutte le aziende legate a settori dinamici, come il tecnologico o lo stesse telecomunicazioni, non sono solite rilasciare il dividendo per via del fatto che “reinvestono” gli utili in progetti di ricerca e sviluppo.

    In questi ambiti è fondamentale restare sempre aggiornati o stare proprio un passo avanti la concorrenza, come nel caso di Open Fiber. Per fare questo è necessario quindi investire ingenti risorse in progetti legati allo sviluppo e Tiscali non si sottrae a questa regola. Per intenderci, neanche colossi miliardari come Google o Amazon hanno mai rilasciato un solo dividendo ai loro azionisti.

    Certo, in fase di investimento bisogna tenere presente che comprare azioni Tiscali puntando sul dividendo è quindi impossibile. Un altro motivo per negoziare con i contratti CFD, veloci ed economici rispetto all’acquisto tradizionale del pacchetto azionario.

    Clicca qui per negoziare le azioni Tiscali con i CFD

    Conclusioni

    La guida di oggi è stata rivolta a chiarire pro e contro sul comprare azioni Tiscali, un titolo molto famoso (e discusso!) in Italia.

    Dopo un inizio con il botto, la crescita di Tiscali ha subito un brusco stop, complice la crisi del Nasdaq nel 2000. Successivamente l’azienda ha provato a risalire la china senza troppo successo, eppure un nuovo progetto legato allo sviluppo della banda larga ha posto nuovamente Tiscali al centro dell’attenzione.

    In tantissimi si stanno attrezzando per comprare le sue azioni in vista di un clamoroso rialzo qualora il progetto open Fiber dovesse andare per il verso giusto: i presupposti ci sono tutti.

    Per iniziare a prendere dimestichezza con le migliori piattaforme in Italia, anche su conto Demo, ecco il Link per la registrazione gratuita sui Broker recensiti nel corso della guida:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Quando è stata fondata Tiscali?

    La’azienda è stata fondata nel 1998, per poi essere quotata in Borsa l’anno successivo (siamo nel 1999).

    Dove ha sede Tiscali?

    La sua sede storica si trova a Cagliari, in una struttura moderna e funzionale che prende proprio il nome di Campus Tiscali.

    Chi è il CEO di Tiscali?

    Ad oggi è Renato Soru, già fondatore dell’azienda ed in seguito dimessosi per tentare l’avventura in politica.

    Come comprare azioni Tiscali senza costi fissi?

    Sarà opportuno rivolgersi a Broker specializzati in contratti CFD, pratici e funzionali per investire al meglio e senza nessun costo fisso. Tutte le info all’interno della nostra guida.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento