Considerazioni sulla scelta del forex broker

Fare trading sul mercato forex è ormai una specie di moda, diffusa anche tra persone che di trading online sanno ben poco. Dopo tutto l’idea di guadagnare dei soldi in base alle oscillazioni del valore di una valuta è allettante e quindi sono in moltissimi ad esserne attirati. Ma prima di cominciare a fare forex trading è assolutamente necessario fare la scelta del broker. Scegliere un broker è un processo importante, un processo che davvero può fare la differenza tra vincere e perdere soldi. Quali sono i fattori chiavi da considerare? Il più importante di tutti è la sicurezza e l’affidabilità. Ricordiamo infatti che solo un broker regolamentato e autorizzato può garantire onestà e affidabilità. Ogni paese al mondo ha una propria commissione di controllo sulle attività finanziarie, l’Italia ha la CONSOB, Cipro ha la CySec, il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord ha la FCA. Abbiamo nominato commissioni di controllo appartenenti a paesi dell’Unione Europea e c’è un motivo ben preciso: ai sensi della direttiva MIFID, se un broker è autorizzato e regolamentato in un Paese dell’Unione, allora lo è anche in tutti gli altri paesi. Le commissioni di controllo si scambiano continuamente informazioni con l’obiettivo di proteggere sempre e comunque i potenziali investitori.

Possiamo dire che non possiamo in nessun caso prescidere dalla regolamentazione quando si sceglie un broker. Ma quali altri fattori sono importanti? Possiamo provare a riassumerli:

  • Spread
  • Bonus
  • Presenza di applicazione mobile
  • Supporto in italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *