Criptovalute

Cosa farà Bitcoin nel 2020? Le migliori previsioni aggiornate

Una delle domande più ricorrenti non solo tra gli amanti delle crypto ma anche tra gli investitori di Wall Street è la seguente: cosa farà il Bitcoin nel 2020?

Fino a non molti anni fa erano davvero in pochi a chiedersi quale sarebbe stata l’evoluzione della principale criptovaluta. Più che altro, appassionati e “nerd” amanti delle nuove tecnologie. Adesso la musica è cambiata, dal momento che il Bitcoin è sempre più parte integrante della nostra vita quotidiana e soprattutto la sua presenza nei portafogli di investimento dei grandi Hedge Fund è in continua crescita.

Inevitabile chiedersi cosa bisognerà aspettarsi dalla regina delle criptovalute nel 2020.

In questo articolo ci occuperemo di fornire una panoramica esaustiva su tutte le componenti che influenzano l’andamento del Bitcoin (BTC), al fine di prevedere con buona accuratezza quello che sarà il suo andamento per il nuovo anno.

Lontano dagli eccessi che hanno caratterizzato la sua ribalta nel 2017, adesso il Bitcoin è sulla strada per diventare un vero e proprio Asset di investimento. Ne consegue che per negoziare al meglio la criptovaluta è di fondamentale importanza affidarsi solo a professionisti del settore, operando quindi su piattaforme regolamentate come eToro.

Perché citiamo subito eToro? Perché è l’unica piattaforma per investire in criptovalute del mondo che consente di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno i migliori investitori.

Grazie a eToro, un principiante può ottenere fin dal primo giorno gli stessi risultati di un investitore veterano. E se vuole può anche imparare a investire meglio osservando in diretta quello che fa questo esperto.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Migliori Piattaforme regolamentate per negoziare il Bitcoin

I tempi delle truffe legate al Bitcoin e degli Exchange che sparivano dalla notte al giorno sono ancora attuali. Tuttavia, c’è una maggiore consapevolezza tra gli investitori circa il fatto che operando su Broker certificati non si correrà rischio di truffa alcuno.

Quindi, prima di iniziare la nostra disamina sul Bitcoin, forniamo ai nostri lettori una lista completa delle migliori piattaforme certificate dove poter operare sulle criptovalute in totale sicurezza.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Negoziare Bitcoin su eToro

    Prima di iniziare la nostra dettagliata disamina previsionale sul Bitcoin, è doveroso affermare che la modalità migliore per negoziarlo è il Broker eToro.

    In queste prime righe insistiamo molto sul tema della sicurezza perché il Bitcoin è un Asset in grado di regalare ottimi soddisfazioni ai suoi investitori. Dal 2015 ad oggi, sono migliaia le persone che si sono arricchite grazie alla criptovalute. Tuttavia, di certo non hanno negoziato su Broker sconosciuti oppure su sistemi simili ad uno schema Ponzi. Al contrario, sono persone che hanno operato su piattaforme certificate al riparo da qualsiasi frode.

    Ad oggi, la piattaforma migliore è proprio quella di eToro. Le motivazioni sono molteplici, analizziamo le principali.

    Trading con CFD

    Su eToro si negozia con i contratti CFD. Questi strumenti finanziari sono regolamentati dalla Consob, sono assolutamente gratuiti e permettono di trarre profitto anche se il Bitcoin perde valore. In che modo? Semplicemente aprendo un CFD Short o ribassista.

    Ebbene, grazie ai CFD si può speculare (e guadagnare) sia in caso di rialzo del prezzo che di ribasso. In un mercato molto volatile come quello delle criptovalute, operare con i CFD rappresenta un vantaggio incredibile.

    Quindi, ricapitoliamo. Dopo aver effettuato una buona analisi sul BTC, possiamo scegliere se aprire:

    • CFD Long o rialzista e guadagnare dal prezzo del Bitcoin che sale
    • CFD Short o ribassista e guadagnare dal prezzo del Bitcoin che scende

    Operare con questi contratti può davvero fare la differenza in quanto letteralmente raddoppia le nostre possibilità di guadagnare, grazie all’opportunità di trarre profitto in entrambi gli scenari di mercato.

    Negozia il Bitcoin su eToro con i contratti CFD

    Community

    Operare su eToro è vantaggioso anche perché permette ai Trader di far parte di una vera e propria Community composta da oltre 5 milioni di utenti in tutto il mondo. Una volta registrati, sarà quindi possibile interagire con veri e propri professionisti del settore, discutendo sulle previsioni del Bitcoin o in generale di mercati finanziari.

    Inoltre, tutti i professionisti su eToro sono dei veri esperti e le loro performance sono visibili a tutti. Non ci saranno venditori di fumo o millantatori di fantomatiche strategie. Tutto il contrario, su eToro si trovano solo professionisti seri e preparati dal momento che il loro storico risulterà chiaro e certificato.

    Interagire con questi professionisti è sicuramente un ottimo modo per imparare e migliore la propria operatività. Per entrare a far parte della Community non ci sono costi, basterà registrarsi su eToro con il Link in basso:

    eToro registrazione Community

    Copy Trading

    Naturale evoluzione della Community, con eToro è possibile copiare automaticamente le operazioni lanciate dai Trader professionisti, i cosiddetti Top Trader.

    Insomma, per negoziare il Bitcoin su eToro non occorre essere esperti di criptovalute! Sarà sufficiente scegliere una mezza dozzina di Top Trader e con un click replicare automaticamente la loro operatività sul nostro conto.

    Come si fa? Molto semplice, dal momento che su eToro c’è un motore di ricerca interno di semplice utilizzo attraverso il quale filtrare i Trader più performanti. Nel giro di pochi minuti sarà quindi possibile accedere alla lista di tutti coloro che hanno ottenuto le performance più alte, o magari quelli che operano con un livello di rischio basso.

    Insomma, scegliere i Top Trader da selezionare è facile ed intuitivo. In seguito, una volta che abbiamo preparato il nostro portafoglio composto dai migliori Trader, non ci resterà che verificare le performance!

    Questo brevetto rivoluzionario è stato lanciato nel 2010 ed è possibile effettuare un Test anche su conto Demo, senza nessun costo ed operando con denaro virtuale. Un’occasione che consigliamo caldamente di non farsi sfuggire.

    Apri un conto Demo su eToro per testare il Social Trading

    Bitcoin nel 2019: Il suo andamento

    Per conoscere le previsioni future è imprescindibile informarsi su quanto accaduto nel recente passato. Possiamo subito affermare che il 2019 è stato un anno sicuramente positivo per il Bitcoin, caratterizzato da un netto rialzo e soprattutto da una maggiore stabilità.

    Certo, le criptovalute sono ancora un Asset volatile per via della loro giovane età. Tuttavia, gli eccessi sembrano essere un ricordo anche grazie all’entrata in campo di un buon numero di investitori istituzionali.

    Vediamo subito il grafico inerente l’andamento del BTC nel 2019:

    Come si vede chiaramente dal grafico, il Bitcoin ha iniziato l’anno con una quotazione di poco superiore ai $3.000, per chiudere oltre $7.000. Il rialzo complessivo è stato del +83%, un valore altissimo. Quale Asset rende una cifra del genere in un anno? Certo, nel 2017 la salita è stata ancora più ripida, tuttavia anche un valore del genere ha pochi rivali nel mondo finanziario.

    In breve, ripercorriamo le tappa salienti del 2019.

    • Inizio in sordina (Gennaio – Aprile)

    In questa fase il Bitcoin doveva ancora riprendersi dalla discesa avuta nel corso di tutto il 2018. Alcuni analisti erano già pronti a recitare il “De Pronfundis”, ipotizzando scenari inferiori ai $1.000. Al contrario, il Bitcoin iniziò a consolidare la sua posizione per poi iniziare una risalita lenta ma costante.

    • Il Boom estivo (Maggio – Settembre)

    La risalita divenne ancora più ripida a Maggio, con rialzi a due cifre percentuali per diversi giorni consecutivi. Come conseguenza diretta, il suo valore superò la quotazione di $10.000 ed in molti iniziavano ad intravedere in $20.000 il Target per il finale dell’anno.

    • La fase di consolidamento (Ottobre – Dicembre)

    Nella realtà, il Bitcoin fermò la sua impetuosa salita assestandosi a valori compresi tra $6.000 ed $8.000. Questa prova di maturità del BTC è stata ben vista da molti investitori istituzionali, i quali preferiscono di gran lunga investire il proprio Denaro in Asset magari meno performanti ma più stabili.

    In definitiva, dopo gli eccessi del biennio 2017/2018 il Bitcoin sembra quindi aver trovato una maturità definitiva.

    Cosa determina il prezzo del Bitcoin: Ecco i Fattori più importanti

    Dopo aver analizzato il suo percorso nel 2019, è importante comprendere tutti gli elementi determinanti che concorrono per la quotazione del Bitcoin. Essendo un Asset quotato, poggia su diversi aspetti ed eventi che incidono più o meno profondamente nel suo valore sui mercati.

    Di seguito, una rassegna completa di tutti i fattori da tenere in considerazione per capire cosa farà il Bitcoin nel 2020.

    Halving del 2020

    Iniziamo senza dubbio alcuno dal suo Halving. Di cosa stiamo parlando? Traducibile con la parola “dimezzamento“, implica la riduzione dei premi che i -Miners- ottengono ogni volta che scoprono un nuovo blocco.

    In termini ancora più semplici, la quantità totale di Bitcoin deve essere prima “minata” per poi essere messa sul mercato. Tuttavia, i blocchi di Bitcoin sono crittografati e necessitano quindi di calcoli algoritmici complessi per essere risolti. Man mano che i Miners scoprono nuovi blocchi, mediante l’utilizzo di computer che costantemente risolvono gli algoritmi, vengono ricompensati da un premio in Bitcoin.

    Come anticipato, a seguito dell’Halving questi premi verranno per l’appunto dimezzati. Questo comporterà un costo più alto per decriptare i blocchi ed una ricompensa minore nel farlo. Quindi, saranno sempre meno i Miners che porteranno alla luce nuovi Bitcoin con la conseguenza che quelli esistenti aumenteranno di valore.

    Il processo di Halving avviene ogni quattro anni ed il prossimo è previsto per Maggio 2020. In passato, ogni volta che c’è stato un “dimezzamento” il prezzo del BTC è sempre salito. Tutto porta a pensare che accadrà anche stavolta.

    Maggiore utilizzo nella quotidianità

    Se nel 2015 il Bitcoin era uno strumento ancora poco chiaro ed utilizzato solo da pochi appassionati per acquistare prodotti su siti specializzati, adesso le cose stanno cambiando. La criptovaluta è sempre più presente nella nostra vita quotidiana, per adesso affiancando le monete tradizionali nella possibilità di acquisto di specifici servizi o prodotti. Comprare criptovalute, in altre parole, non è più un’esperienza riservata ad un ristretto circolo di eletti.

    Qualche esempio? Eccolo:

    • Presenza di sportelli ATM per prelevare in Bitcoin
    • Possibilità di effettuare acquisti online su un numero sempre crescente di negozi
    • Carte di credito ottimizzate per il pagamento in BTC
    • Play Store ed Apple Store pronti a far pagare le App in criptovaluta

    Insomma, la tendenza è chiara. Inoltre anche un rapporto di 84 pagine pubblicato dalla Deutsche Bank afferma che nel prossimo decennio le criptovalute scalzeranno le monete tradizioni (FIAT) per via del loro crescente utilizzo e dei vantaggi che presentano nei confronti del “classico” Dollaro.

    Questo rapporto ha come orizzonte temporale il decennio 2020-2030, quindi soggetto a variazioni, modifiche o eventi improvvisi. Tuttavia, dimostra il grande interesse che anche colossi bancari come Deutsch Bank hanno nei confronti dell’evoluzione del Bitcoin nella nostra quotidianità.

    Più sicurezza nelle transazioni

    Per anni il Bitcoin è stato associato al termine “instabilità”. Pur osservando un enorme potenziale, gli investitori ne restavano fuori poiché spaventati da una serie di insicurezze, tra cui:

    • Elevata volatilità del BTC sui mercati
    • Difficoltà nel custodire la criptomoneta, a causa di Exchange poco sicuri
    • Alto numero di truffe che sfruttano il nome del Bitcoin per attirare malcapitati

    Per fortuna, una regolamentazione sempre maggiore sta riducendo di gran lunga questi aspetti critici. Certo, il Bitcoin continua ad essere volatile ma questo fa parte della sua natura e della sua giovane età. Tuttavia, i casi di frodi o truffe legate al Bitcoin stanno scomparendo. Questo avviene soprattutto grazie ad operatori qualificati e regolamentati che hanno inserito BTC e le altre Crypto tra gli Asset negoziabili.

    Come già anticipato, ad oggi è possibile negoziare Bitcoin in totale sicurezza grazie a Broker certificati come eToro. Basterà questo piccolo accorgimento, ossia scegliere solo operatori professionali, per far scomparire tutte le truffe legate al cryptomondo.

    Abbiamo citato più volte queste truffe, approfondiamo. Di solito promettono soldi facili grazie agli investimenti in Bitcoin ma, nella pratica, fanno sparire l’intero capitale investito.

    Qualche esempio?

    Entrata in campo di investitori istituzionali

    Strettamente legato al tema della sicurezza, un aspetto che permette di vedere con ottimismo al futuro del Bitcoin è proprio l’entrata in scena di operatori istituzionali. Banche d’affari, Hedge Fund, Fondi di investimento e altri ancora, sono attori di primo piano nel mondo della finanza, capaci di muovere miliardi di Dollari ogni giorno sui mercati.

    Dopo un inizio caratterizzato dalla diffidenza, è stata proprio la maggiore sicurezza dettata da una regolamentazione più stringente ad invogliare gli Istituzionali nell’investire nel Bitcoin. I dati sono ancora ufficiosi, tuttavia analisti qualificati giurano che dietro il grande rialzo dell’estate 2019 si celavano proprio gli Istituzionali.

    Quindi, con il terreno già sondato, in molti ipotizzano una presenza sempre più massiccia di questi Top Player della finanza durante tutto il 2020. Quali vantaggi? Un rialzo della quotazione del BTC ed una maggiore stabilità sui mercati.

    Wallet di Bitcoin in aumento

    Un altro interessante spunto di riflessione ci viene offerto sempre dal rapporto della Deutsche Bank. I loro analisti hanno osservato un grande rialzo del numero di Wallet, ovvero portafogli elettronici volti a custodire Bitcoin e altre criptovalute.

    Questi Wallet ad inizio 2019 erano circa 75 milioni. Nell’arco dei 12 mesi il loro numero è quasi triplicato, arrivano sfiorare i 200 milioni. Un chiaro segnale che sempre più utenti e piccoli investitori guardano con grande interesse al futuro della criptomoneta.

    Previsioni Bitcoin 2020

    Sulla base di quanto letto fino ad ora, la previsione generale sembra decisamente convergere a favore di un quadro rialzista per il Bitcoin.

    I Target principali sono essenzialmente due:

    • $10.000 Target Price 1
    • $20.000 Target Price 2

    Molti analisti ipotizzano il raggiungimento del primo Target proprio in prossimità dell’Halving, quindi entro il primo semestre del 2020. In seguito, sarà proprio l’Halving a dare la spinta aggiuntiva per raggiungere la quotazione record di $20.000 entro la fine dell’anno.

    Le previsioni degli esperti

    A conferma di queste ipotesi previsionali, riportiamo le dichiarazioni di alcuni tra i più noti ed importanti investitori al mondo.

    • John McAfee

    Il famoso Guru Britannico, noto per aver dato il nome ad un Antivirus molto utilizzato su scala globale, da anni è un fervente sostenitore del Bitcoin. Salito alla ribalta per aver ipotizzato una quotazione di $7.000 entro il 2019 (presa in pieno!) per quest’anno ha alzato il tiro prevedendo un valore di ben $1.000.000 di Dollari.

    Ovvio, difficilmente questa previsione potrà avverarsi. Tuttavia, consigliamo di non sottovalutare le capacità predittive di McAfee!

    • Tim Draper

    Uno dei più celebri Manager di Hedge Fund Statunitensi, conferma le previsioni ottimistiche di McAfee anche se dilaziona l’orizzonte temporale. A suo avviso, il Bitcoin crescerà fino ad arrivare alla quotazione di $250.000 entro il 2023.

    Certo, siamo lontani dal milioni di Dollari ma si tratta comunque di una quotazione niente male.

    • Robert Sluymer

    Riportiamo anche una previsione più cauta, ovvero quella ipotizzata dal Manager di Fundstrat. Dopo aver effettuato un’analisi tecnica accurata insieme al suo Team di ricerca, è giunto alla conclusione che il valore di $10.000 sarà di grande importanza per il futuro della criptomoneta. La motivazione risiede nel fatto che un supporto stabile in questa zona preparerò il terreno per un rialzo stabile ma deciso per BTC.

    Bitcoin 2020

    Conclusioni

    Questo articolo volto a prevedere cosa farà il Bitcoin nel 2020 poggia su elementi solidi e fattori di sicuro impatto per la criptomoneta.

    Pur consapevoli della natura volatile delle crypto, i segnali per il 2020 sono decisamente rialzisti. Più difficile individuare il Target esatto, dal momento che anche le previsioni degli esperti hanno una forbice molto ampia.

    Tuttavia, risulta chiaro che comprare Bitcoin è una validissima opzione sia per ottenere profitti sui mercati, sia per diversificare al meglio il nostro portafoglio. Ancora più chiara è la necessità di affidarsi solo alle migliori piattaforme di criptovalute per negoziare in totale sicurezza.

    Rischiare i nostri soldi per colpa di operatori poco qualificati non ha nessun senso, soprattutto in tema di investimenti finanziari. In questo mondo si opera solo con serietà e professionalità, due caratteristiche che da sempre sono il marchio di fabbrica di eToro.

    Per investire con successo sul Bitcoin, la soluzione migliore è proprio quella di affidarsi al Copy Trading di eToro e copiare l’operatività dei migliori Trader. I numeri parlano chiaro, coloro che utilizzano questa metodologia sono in netto profitto rispetto a chi si affida ad altre piattaforme.

    Per iniziare anche su un conto Demo gratuito, ti basterà cliccare nel Link qui in basso:

     

    Che cosa fa Bitcoin nel 2020?

    Probabilmente supera abbondantemente la soglia psicologica dei 10.000 dollari. Forse anche quella dei 20.000.

    Come ha impattato la crisi del Coronavirus sul Bitcoin?

    All’inizio c’è stato un crollo, poi ha ripreso a salire velocemente.

    Qual è il miglior modo per investire senza errori in Bitcoin?

    Usare una piattaforma sicura come eToro che consente anche di copiare automaticamente quello che fanno i migliori investitori.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento