Crolla la produzione industriale della Germania

I nuovi dati provenienti dall’ufficio delle statistiche tedesco, hanno appena affermato che la produzione industriale nel paese è scesa dell’1.2% rispetto al dicembre dello scorso anno, un dato che mette in allerta gli investitori tedeschi, ed i trader che in queste settimane stavano puntando su un possibile recupero da parte della nazione tedesca. Questo è stato senza dubbio un importante crollo da parte dell’industria tedesca, rispetto al crollo dello 0.1% che fu registrato nel dato precedente.

Quella dei beni intermedi è stata la categoria di produzione di maggior successo per il mese di dicembre, in quanto questo dato è aumentato del 0,8%. Mentre la produzione di energia è crollata verso il basso del 3%, e l’attività edilizia è diminuita anche dello 0,2%. Sicuramente non è stato uno dei migliori mesi per il settore economico tedesco, che continua a perdere terreno.

Scendono anche i costi industriali tedeschi

I costi industriali sono crollati enormemente, in quanto la produzione di beni ha sofferto un calo del 2.6%, insieme alla produzione di beni al consumo che è crollata del 3%. Anche l’attività di costruzione è scesa dello 0.2%.

C’è stata una sola notizia positiva per quanto riguarda il settore manifatturiero della Germania, il cui fatturato è aumentato dell’1,8% nel mese di dicembre, rispetto ai dati di novembre.
Questo è stato enormemente in contrasto con i dati di novembre, dove il fatturato ha evidenziato un calo del 2,1% mese su mese.
Il commercio con i clienti USA e oltremare, è aumentato dell’1,8%, ed è stato seguito da un fatturato interno in aumento dell’1,7%.

Le vendite verso le altre nazioni dell’area dell’Euro sono state superiori a più dello 0,6%, mentre le vendite verso i paesi al di fuori della zona euro sono aumentate del 2,7%.
Anno dopo anno, il fatturato manifatturiero è salito dello 0,3%, e le vendite sul mercato interno sono migliorate dello 0,1% nel dicembre dello scorso anno, ed il business da parte dei clienti esteri è aumentato anche dello 0,5%.
Per tutto lo scorso anno, il fatturato nel settore manifatturiero è stato dell’1,5% al di sopra del livello dello stesso periodo nel 2014; il fatturato interno è salito verso l’alto dello 0,3%, ed il fatturato estero è aumentato del 2,6%.

EUR/USD in ascesa dello 0.80%

Questa notizia ha impattato in maniera decisa sul valore dell’Euro/Dollaro, che in queste ore è in fase di movimento rialzista, pari al +0.80%, un bel numero positivo che porta molto vicino EUR/USD alla prossima resistenza chiave, quella in area 1.15. Questa coppia continua a sorprenderci con un sostanziale aumento di valore nelle ultime settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *