Def: Pil più basso del previsto ma il debito scenderà

Venerdì scorso il Consiglio dei ministri ha approvato il DEF, il documento di programmazione economica e finanziaria in cui il governo anticipa quello che intende fare nei prossimi anni e le previsioni sull’andamento dell’economia.

Siete in cerca di un profitto extra che vi permetta di arrivare a fine mese con meno preoccupazioni? Il trading binario potrebbe essere la risposta che fa per voi. Le opzioni binarie sono uno strumento d’investimento semplice, sebbene proprio la loro natura porti spesso molti a sottovalutarne i rischi. Per operare con successo sulle opzioni binarie è allora quantomeno necessario affidarsi ad un broker regolamentato CONSOB che non solo tuteli i tuoi fondi ma si occupi anche della tua formazione. Operare sulla base di una solida conoscenza dei fondamenti del trading è essenziale per incrementare esponenzialmente le tue chance di profitto. Se stai cercando un broker così Iq Option è il broker che fa per te. Provalo subito qui.

La buona notizia è che sembra essere a un passo l’intesa con l’Unione europea sul deficit; Bruxelles concederà all’Italia una maggiore flessibilità per 11 miliardi. L’approvazione definitiva potrebbe arrivare a maggio, dopo il giudizio definitivo sulla legge di stabilità 2016. A riguardo il ministro Padoan ha dichiarato: “L’idea che l’Italia chieda troppo all’Europa è sbagliata. L’Italia ha più flessibilità semplicemente perché la finanza pubblica italiana è in regola più di quella di altri”.

Notizie non positive arrivano dalle stime di crescita del Pil: la previsione dello scorso autunno che ipotizzava un aumento dell’1,6% del prodotto interno lordo sono state riviste al ribasso dello 0,4%, portandole all’1,2%. Il tasso di crescita del Pil sarà poi dell`1,5 percento nel 2018 ed infine dell`1,4 percento nel 2019.

Notizie migliori arrivano dal rapporto debito/PIL che nel 2015 si è stabilizzato sul 132,7% e che nei prossimi dovrebbe scendere: al 132,4% alla fine di quest’anno, fino ad arrivare al 124,3% nel 2019. C’è da notare, però, come il debito però cali meno di quanto previsto; a settembre il governo ipotizzava un calo maggiore dell’1%.

Il Def prevede una dinamica positiva di discesa anche per il deficit chele 2015 è sceso al 2,6% e che nel 2016dovrebbe scendere al 2,3% (rispetto all’iniziale stima del 2,4%), fino ad arrivare all’1,8% nel 2017. Anche sul deficit, però, i miglioramenti sono inferiori a quanto previsto in precedenza , quando ci si attendeva scendesse fino all’1,1%.

La bozza del Def prevede anche un superbonus per le aziende che trasformeranno i tirocini in assunzioni con contratto a tempo indeterminato. L’incentivo è previsto per i datori di lavoro che assumono con un contratto a tempo indeterminato un giovane tra i 16 e i 29 anni che abbia svolto o stia svolgendo un tirocinio extracurricolare nell’ambito della Garanzia Giovani.

Particolare spazio trova anche il tema delle privatizzazioni; nel documento si legge “Il Governo sta dando attuazione al programma di privatizzazioni di società partecipate e proprietà immobiliari, con l’obiettivo di ridurre il debito pubblico e aprire il capitale delle società al mercato. Nel 2015 il gettito a favore dell’Erario è stato equivalente a più dello 0,4 percento del Pil, pari a oltre 6,5 miliardi. Il programma per i prossimi anni prevede entrate pari allo 0,5 per cento del Pil l’anno nel 2016, 2017 e 2018, e allo 0,3 per cento nel 2019. Tra le operazioni concluse nel 2015 rientrano la cessione al mercato di una quota del capitale di Enel e il collocamento in Borsa di azioni di Poste Italiane nella misura del 33,2 per cento del capitale. (…) per il 2016 sono state fissate le modalità per l’alienazione di una quota fino al 49 per cento del capitale sociale di Enav. Altre operazioni verranno attuate in corso d’anno in funzione degli obiettivi di gettito. La privatizzazione delle Ferrovie dello Stato o sue componenti rientra nel programma di medio periodo del Governo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *