Diventare milionario? Ecco chi ci è riuscito con i bitcoin

diventare milionario bitcoin

Quanti di noi non hanno sognato di diventare milionari, magari senza possedere nessun tipo di abilità particolare e senza un grande sforzo? Ammettiamolo: è un sogno comune a tante persone ma pochissimi sono in grado di realizzarlo. Però grazie ai bitcoin ci sono persone che hanno raggiunto profitti milionari. Come hanno fatto? Ecco la storia.

Oggi investire in bitcoin è diventato praticamente di moda e sono in molti che vogliono puntare sulla criptovaluta più famosa e più apprezzata al mondo. Ma come era la situazione nel 2010? Nel 2010 si iniziava appena a parlare di bitcoin e spesso quando se ne parlava lo si associava alla parte oscura del web: transazioni illegali, vendite di droghe online, denaro sporco. O almeno era questo che volevano farci credere i media main stream.

Ma che cosa è successo a coloro che hanno deciso di investire 1000 euro in bitcoin nel lontano 2010? Ebbene, il loro investimento adesso è valutato 35 miliondi di dollari circa. In pratica, semplicemente per il fatto di aver conservato i loro bitcoin, queste persone hanno raggiunto l’ambitissimo traguardo di diventare milionari.

Giusto per capire l’ampiezza del movimento del bitcoin, possiamo fare un confronto con coloro che invece hanno preferito investire gli stessi 1000 dollari in azioni, insomma confrontiamo i risultati di coloro che investono in bitcoin con quelli che investono in Borsa.

Consideriamo, per esempio, la situazione di un investore che abbia deciso di puntare 1000 dollari sull’indice S&P 500. Oggi il suo valore sarebbe di circa 2.5000 dollari, senza considerare i dividendi. Ma anche considerando i dividendi, si tratta di una somma lontanissima dai 35 milioni di dollari di chi decise di puntare la stessa somma sui bitcoin.

Diventare milionario con il bitcoin è facile?

Attenzione: non vogliamo assolutamente dire che diventare milionari con il bitcoin sia facile, anzi. Chi ci è riuscito comprando 1000 dollari in bitcoin nel lontano 2010 ci è riuscito perché è stato fortunato, coraggioso e molto lungimirante (tipiche doti dei milionari). Abbiamo già detto, inoltre, che nel 2010 la campagna contro i bitcoin era nel pieno della sua forza, i bitcoin venivano presentati come strumenti per transazioni illegali di ogni tipo. Quindi chi ha investito sui bitcoin nel 2010 lo ha fatto dimostrando di saper pensare con la propria testa (altra dote tipica dei milionari).

Infine, non dobbiamo dimenticare che investire in bitcoin non era una passeggiata dal punto di vista tecnico (oggi le cose sono profondamente diverse, lo vedremo fra poco) e che ci voleva un elevato livello di conoscenze informatiche per riuscire a comprare bitcoin.

Quindi chi è diventato milionario con i bitcoin ha dimostrato:

  • Coraggio
  • Lungimiranza
  • Abilità tecniche
  • Capacità di pensiero autonomo
  • Un pizzico di fortuna

Insomma, non possiamo dire che sia stato facile: in effetti diventare milionario non è certo facile!

Come operare sui bitcoin

Tutti sanno che operare con i bitcoin è difficile, dal punto di vista tecnico e non solo, perché bisogna addentrarsi nell’oscuro deep web, la parte oscura di internet dove si può trovare veramente di tutto (nel bene e purtroppo anche nel male). Come potrebbe operare sui bitcoin colui che non sa o che non vuole addentrarsi in questo deep web?

Nel 2010 era praticamente impossibile, oggi le cose sono cambiate profondamente. Molte piattaforme di trading online autorizzate e regolamentate hanno creato strumenti di trading che hanno come sottostante il bitcoin. Grazie a queste piattaforme è possibile operare sul bitcoin in maniera legale, sicura e senza correre tutti i rischi (che non sono pochi) che si corrono addentrandosi nel mondo sottoreaneo detto deep web.

Utilizzando queste piattaforme non si comprano direttamente i bitcoin
ma si utilizzano strumenti finanziari derivati che hanno il vantaggio di poter essere scambiati su piattaforme legali. In questo modo è possibile ottenere profitti puliti (sarà difficile per i fortunati milionari che hanno comprato i bitcoin nel 2010 dichiarare questa cifra a livello fiscale) e inoltre non si cade nelle tante truffe che costellano il mondo dei bitcoin e del deep web.

Quali sono queste piattaforme? Citeremo, come esempio, due piattaforme che hanno dimostrato nel corso del tempo di essere veramente molto buone, entrambe autorizzate e regolamentate.

Markets.com

bitcoin markets
Markets.com è una piattaforma di trading davvero intuitiva: moltissimi principianti usano infatti la piattaforma Markets.com per il loro primo approccio al mondo del trading online. Markets.com è completamente gratuita e non applica alcun tipo di commissione. E’ possibile operare in modalità reale (con denaro vero) ma anche in modalità demo, cioè con soldi virtuali, per fare esperienza e capire i meccanismi alla base del trading.

Proprio per venire incontro a chi non ha mai operato sui mercati finanziari, Markets.com offre dei corsi online gratuiti veramente completi e semplici da capire. Tutti gli iscritti a Markets.com possono seguire questi corsi, senza limiti. Periodicamente, Markets.com organizza anche dei corsi dal vivo che si tengono nelle principali città italiane. Anche questi corsi sono gratuiti e sono aperti a tutti gli iscritti.

Grazie a Markets è possibile operare sui bitcoin, sulle azioni, sulle valute quotate forex, sulle materie prime. Insomma, Markets.com è uno strumento completo per investire con successo sui mercati finanziari.

Iscriviti a Markets.com cliccando qui. Ricordati che il trading può comportare dei rischi.

Plus500

Plus500
Plus500 è una delle piattaforme di trading più apprezzate a livello europeo. Plus500 offre un’interfaccia molto intuitiva, l’iscrizione è gratuita e non ci sono commissioni. E’ perfetta per operare sui bitcoin ma, per inciso, offre anche la possibilità di operare su azioni, materie prime, valute grazie ad un ottimo servizio CFD.

Chi vuole, può sperimentare il trading in modalità demo, in modo da acquisire maggiore esperienza. Il conto demo di Plus500 è gratuito ed è illimiato.

Iscriviti a Plus500 cliccando qui
. Ricordati che il trading può comportare dei rischi.

Come diventare milionario in poco tempo

Ripetiamo che diventare milionari non è facile: si possono utilizzare anche piattaforme eccezionali come Plus500 o Markets ma non ci sono risultati garantiti. I fortunati pionieri del bitcoin non hanno avuto la vita facile: hanno dovuto studiare parecchio, addentrarsi nel rischioso deep web per comprare bitcoin, gli hanno mantenuti anche quando il loro valore è sceso a causa di una serie interminabile di truffe e vicende giudiziarie. La loro costanza è stata premiata.

E’ possibile diventare milionari in poco tempo? Ad esempio, in 2 anni e 7 mesi? Non ci sono ricette facili e non ci sono nemmeno libri che spiegano come diventare milionari. Anzi, approfittiamo dell’occasione per mettere in guardia tutti coloro che vogliono diventare milionari rapidamente: molto spesso chi promette metodi per diventare milionario in borsa o con altri metodi probabilmente sta preparando una truffa. Quindi sempre occhi aperti!

2 Responses to Diventare milionario? Ecco chi ci è riuscito con i bitcoin

  1. Carlo Liera ha detto:

    Il bitcoin non è (era) per tutti, nel 2010 investire in bitcoin era complesso e un’operazione su due era una truffa. Chi ha investito veramente somme di media entità in quell’epoca ha giocato d’azzardo e gli è andata bene. Per quanto riguarda l’italiano medio, sapendo che di fatto la maggior parte sono analfabeti funzionali, investire in bitcoin nel 2010 era praticamente impossibile.

    Oggi le cose vanno molto diversamente, come avete fatto giustamente notare voi piattaforme come Markets sono facilissime da usare e offrono standard assoluti di sicurezza.

  2. Marcella Trader ha detto:

    Ottimo articolo, sono da tempo incuriosita dai bitcoin, seguo da tempo gli andamenti e avrei voluto entrare prima nel mercato, peccato che non abbia mai avuto il coraggio di farlo proprio perché non avevo voglia di affidarmi a piattaforme poco limpide. Adesso che ci sono queste piattaforme più affidabili, con la registrazione CONSOB, credo proprio che sia il momento di iniziare.

    Certo, ho perso il momento migliore per entrare sul bitcoin, è vero: ma sono sicura che il bitcoin continuerà a salire di valore e quindi a generare profitti. Inoltre molto meglio che perdere il momento ottimale per entrare a mercato che perdere tutti i soldi per una truffa 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *