Dollaro australiano

dollaro australiano

Il dollaro australiano è la moneta, o valuta, ufficiale dello Stato dell’Australia e dei territori che da esso dipendono quali le Isole Cocos o Keeling, l’isola Christmas, le Isole Heard e McDonald e l’isola Norfolk. L’Australia vanta infatti molti arcipelaghi a lei vicini, che adottano la stessa moneta. Oltre a quelle descritte vi sono le isole Tuvalu, le isole Nauru e l’arcipelago delle Kiribati, e questi ultimi sono tre Stati indipendenti.

Il dollaro australiano è una valuta particolarmente apprezzata da chi fa forex trading in parte per le sue caratteristiche tecniche, in parte per motivi affettivi.

La piattaforma migliore per investire sul dollaro australiano è Plus500. Si tratta di una piattaforma di trading forex sicura, affidabile, onesta e molto conveniente visto che non applica nessun tipo di commissione. Plus500 offre fino a 7.000 euro di bonus gratis a tutti coloro che aprono un conto di trading (si applicano termini e condizioni). Per aprire un conto puoi cliccare qui.

Ogni moneta possiede un codice Iso 4217, che nel caso del dollaro australiano è AUD, anche se è consono scrivere la semplificazione o abbreviazione della valuta impiegando la sigla A$ oppure semplicemente $, come nel caso del dollaro americano.
La storia del dollaro australiano è abbastanza recente, perché dobbiamo considerare che l’Australia è stata per molti anni una colonia britannica. L’introduzione della moneta ufficiale è avvenuta in data 14 febbraio 1966 per rimpiazzare la sterlina australiana che aveva già da diverso tempo sostituito la sterlina inglese in terra australiana. Si tratta di una moneta divisa in 100 cent e al tempo il premier australiano Robert Menzies aveva espresso il desiderio di chiamare la valuta Royal. Furono proposti nomi quali l’Australe, ma alla fine la scelta cadde sulla nomea di dollaro australiano.

Dollaro australiano: emissioni

Due sono state le principali emissioni di questa valuta: la prima su carta avvenne per l’appunto nel 1966. Il primo dollaro australiano mostrava nella fronte l’effige della regina Elisabetta II e nel retro un’opera d’arte aborigena. L’emissione da 2 dollari mostrava John MacArthur, ufficiale dell’esercito britannico, imprenditore e politico e nel retro William Farrer, uno dei primi agronomi australiani. La banconota da 5 dollari mostrava nel fronte l’effige del naturalista e botanico inglese Joseph Banks e nel retro Caroline Chisholm, donna di lettere progressista e orientata al movimento femminista. La banconota del dollaro australiano da 10 dollari mostrava invece nella sua fronte l’effige di Francis Greenway, architetto inglese di nascita ma vissuto in Australia e nel retro l’immagine dello scrittore e poeta australiano Hanry Lawson. La banconota da 20 dollari australiani mostrava quindi nel fronte l’immagine dell’aviatore australiano Sir Charles Kingsford-Smith e sul retro l’effige di Lawrence Hargrave, pioniere dell’esplorazione e aviatore inglese. Per quanto riguarda le banconote di grande taglio, i 50 dollari australiani mostravano nella loro parte frontale l’effige di Howard Florey, patologo e fisiologo australiano e di John Clunies-Ross, capitano esploratore e governatore delle isole Cook. L’ultimo taglio del dollaro australiano, quindi la banconota da 100 dollari, venne emessa nel 1984 con l’esploratore britannico che guidò la spedizione nell’Artico Douglas Mawson nel fronte e l’astronomo e scopritore di comete John Tebbutt nel retro.

Nel 1984 vennero emesse delle altre banconote con personaggi diversi raffigurati
. La banconota da 1 dollaro australiano mostrava nella parte frontale la regina Elisabetta II e cinque canguri, mentre quella da due dollari mostrava sempre la regina Elisabetta II e un anziano uomo aborigeno nel retro. La regnante era presente anche nella banconota da 3 dollari, mentre nel retro era stata raffigurata l’effige della Parliament House e della vecchia Parliament House nel retro. È interessante notare che nel 2001, in occasione del centenario della federazione, venne emessa una banconota commemorativa che raffigurava nel fronte il politico australiano Henry Parkes e nel retro la donna di politica, di arte e lettere Catherine Helen Spence. All’inizio degli anni Novanta vennero quindi emesse nuove banconote da 10, 20, 30 e 100 dollari raffiguranti personaggi appartenenti alla vita politica, medica, sociale e naturalistica dell’Australia.

Dollaro australiano: monete

Per quanto riguarda le monetine, quelle che valgono frazioni di dollaro raffigurano sul retro il monarca e sul fronte una selezione di animali australiani autoctoni. Nel dettaglio, la monetina da 2 cent riporta un clamidosauro, quella da 5 cent è in argento e riporta un’echidna, mentre nei 20 centesimi è raffigurato l’ornitorinco. La moneta da 50 centesimi riporta il canguro e l’emù che reggono lo stemma del paese. Si tratta di una grande moneta dodecagonale realizzata con una lega in rame e nickel, che andò a sostituire la vecchia moneta rotonda e molto preziosa perché realizzata in argento.


Nel 1991 vennero abolite le piccole monetine di rame
, mentre nelle isole autonome di Tuvalu, Nauru e l’arcipelago delle Kiribati vi sono tuttora delle monete specifiche che hanno soprattutto uno scopo decorativo. Le più importanti sono quella emessa nel 1979 con lo stemma nazionale e quella da 1 dollaro con raffigurata una piroga sul bilanciere, nonché la moneta da 50 cent che riporta il frutto di Pandano e quella da 10 cent con il frutto del pane, quella da 5 cent con il geco e quella da 2 cent con la Cyrtosperma.

Dollaro australiano: previsioni

Per quanto riguarda le previsioni del dollaro australiano, si tratta di una situazione che viene definita stabile da molti anni dagli analisti internazionali. L’Australia è una terra forte poiché vanta molte ricchezze naturali, un’economia in ascesa e una situazione governativa stabile. Queste caratteristiche rendono le previsioni del dollaro australiano abbastanza semplice e poco altalenante da valutare da parte degli analisti che si occupano di prevedere le variazioni di valore delle valute nel nostro presente a livello internazionale.

Dollaro australiano-euro

Il cambio fra dollaro australiano ed euro è di circa 0,70 centesimi, ovvero serve questa quota di dollaro australiano per realizzare un euro di controvalore.

Dollaro australiano-dollaro neozelandese

Il dollaro neozelandese è la valuta ufficiale dello stato della Nuova Zelanda e delle isole Cook, che viene indicato con la sigla NZD. Si tratta di una moneta indipendente dal dollaro australiano anche se i due Stati sono molto attigui e assimilati sotto diversi punti di vista. Il valore di cambio del dollaro neozelandese nei confronti dell’euro è abbastanza simile a quello del dollaro australiano, quindi 0,65 centesimi di euro per un dollaro neozelandese.
Per ottenere un dollaro neozelandese serve 1,03 dollari australiani, il che dimostra come il valore delle due valute sia praticamente lo stesso, salvo variazioni periodiche.

Dollaro australiano-dollaro americano

È interessante notare che il cambio medio fra dollaro australiano e dollaro americano si stabilisce sui 0.75 dollari australiani per un dollaro americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *