Mercati azionari

Dow Jones: come funziona e come Investire nello storico Indice

Dow Jones è il nome di un indice di borsa che molto spesso è entrato nelle nostre case attraverso il telegiornale. Per anni è stato riconosciuto come l’indice più rappresentativo dell’andamento dell’economia statunitense.

Il Dow Jones è tra gli indici di borsa più antichi mai creati. Sebbene da quando esiste questo indice le cose sui mercati siano radicalmente cambiate. questo resta un indice particolarmente interessante per i propri investimenti.

Per chi non ne fosse a conoscenza, il Dow Jones, in quanto indice, non è altro che un paniere di titoli azionari. La sua quotazione è direttamente dipendente da quella delle società che in esso sono contemplate.

Il titolo in questione si caratterizza per una bassa volatilità, ma soprattutto parliamo di un asset a forte diversificazione. Questo permette di aumentare i margini di sicurezza in fase di investimento, rendendo il Dow Jones preda di investimenti da parte degli operatori di tutto il mondo.

Il Dow Jones è quotato sul NYSE, ovvero la borsa di New York, dove troviamo anche l’indice NASDAQ, e molti altri asset interessanti per l’investitore moderno.

Nella guida al Dow Jones targata Mercati24, come sempre vogliamo creare un contenuto improntato all’investimento.

Spiegheremo i punti di forza e di debolezza di questo asset ma allo stesso tempo andiamo a scoprire le modalità più convenienti per fare profitti investendo proprio sul Dow Jones.

Dalle nostre valutazioni abbiamo visto come piattaforme di trading online come ForexTB possano essere un’eccellente alternativa per far crescere i propri capitali sul Dow Jones.

L’asset studiato e analizzato su una piattaforma a ZERO commissioni e di facile utilizzo come quella di ForexTB, si può rivelare come una vera e propria miniera di occasioni di negoziazione.

Dow Jones: conviene per investire?

La domanda può sembrare quasi scontata vista l’importanza del Dow Jones a livello globale. Ma investire sul Dow Jones conviene veramente? Per la prima domanda a cui rispondere è proprio questa.

Chi si informa sul Dow Jones lo fa nella maggior parte dei casi per capire come investire su questo indice. Ma è sicuramente più importante capire prima se conviene davvero. Solo se la risposta è affermativa bisognerà informarsi sulle migliori modalità di investimento sull’indice.

Analisi della convenienza del titolo

Per tutti quegli investitori che puntano sulle principali azioni Usa, l’indice DJIA30, costituito da un panel delle più grandi aziende di tutta l’economia Usa, è certamente un punto di riferimento.

Il Dow Jones Index, per sua stessa natura, segue quelle che sono le più importanti tendenze del mercato azionario. Questo avviene perché il Dow Jones oggi è davvero molto popolare.

Grazie a questo stretto rapporto tra Dow Jones e più importanti tendenze del mercato azionario globale, è possibile investire nel cuore della borsa di Wall Street seguendo il sentiment di mercato oppure quelli che sono i fattori macro fondamentali.

Grazie a quelle che sono le sue caratteristiche l’indice Dow Jones oggi fornisce un’ottima liquidità per i trader a breve termine. Questi ultimi sono perfettamente consapevoli di trarre beneficio da una serie di condizioni commerciale che sono favorevoli sul Dow Jones.

Tra l’altro grazie a questa abbondante liquidità è anche possibile procedere con la registrazione di spread relativamente bassi sui CFD che riproducono l’andamento del Dow Jones. I CFD (contratti per differenza) hanno anche un altro incredibile vantaggio.

Speculare con i CFD

Oltre ad essere strumenti di investimento a costo zero i CFD permettono di fare pura speculazione. Grazie ad essi si può:

  • Comprare sul Dow Jones: quando l’andamento del titolo è positivo con i CFD conviene aprire posizioni di acquisto sul mercato. Questo permette di trarre profitti fino a quando il prezzo del mercato sale.
  • Vendere sul Dow Jones: aspetto incredibile dei CFD è che permettono di speculare al ribasso. Aprendo posizioni di VENDITA è possibile fare profitti ogni qual volta il prezzo dell’indice cala o crolla.

Chi non usa i CFD non può fare profitti anche quando il mercato ha andamento negativo. Questo perché i CFD sono uno strumento derivato che semplicemente basa il suo andamento sul mercato del Dow Jones.

Ma cosa bisogna fare per poter investire sul Dow Jones con i CFD?

Investire sul Dow Jones: piattaforme CFD

I vantaggi degli investimenti in Indici di Borsa, infatti, con bassa volatilità e alta differenziazione, sono stati ulteriormente amplificati con l’introduzione delle piattaforme CFD. Si tratta di intermediari autorizzati a offrire i CFD su qualsiasi tipo di asset.

Alcuni esempi? I CFD sono disponibili su mercati come:

  • Forex (mercato valutario)
  • Azionario
  • Criptovalute
  • Materie prime
  • Indici

Gli Indici, così come tutti gli altri mercati finanziari, presentano una soglia di entrata di svariate centinaia di migliaia di euro.

Tuttavia, proprio grazie ai derivati sia gli indici, sia gli altri mercati qui elencati possono essere raggiunti con un deposito minimo anche solo di 100€ (è il caso del broker eToro di cui parleremo).

Senza cifre esorbitanti, insomma, investire direttamente è impossibile ed è per questo che gli operatori stanno preferendo i CFD  e stanno riscuotendo sempre maggior successo.

In questo modo le operazioni di qualificazione del proprio capitale si rendono accessibili praticamente a tutti, anche a chi di finanza e investimenti non sa praticamente nulla.

Proprio per questo noi di Mercati24 consigliamo caldamente di far riferimento a tre piattaforme CFD, parliamo delle 3 migliori piattaforme con eccellenti recensioni da parte di utenti reali per operare su Dow Jones e molti altri asset:

Introduciamo ora brevemente ciascuna di queste piattaforme evidenziandone i vantaggi per intervenire sul Dow Jones.

eToro e l’investimento azionario

eToro è una piattaforma decisamente rivoluzionaria, molto specializzata per intervenire sul mercato azionario, come si può scoprire qui.

Questo intermediario è Leader mondiale nel Social Trading e mette in campo una soluzione alternativa ai lunghi tempi di attesa derivati da un percorso formativo.

Iniziare ad apprendere le basi degli investimenti online su azioni e indici, infatti, può prendere dai 4 ai 6 mesi e nel frattempo è saggio non investire denaro reale ma fare pratica esclusivamente con l’Account Demo.

Si tratta di un periodo di gestazione che impedisce agli utenti di perdere poi successivamente tutto il proprio capitale. Ma c’è una soluzione ideata proprio da eToro ed è unica nel suo genere.

Ebbene, con il Social Trading questo tempo di attesa viene completamente annullato. Nel mentre si stanno apprendendo le basi del funzionamento dei mercati finanziari, infatti, con eToro è possibile investire in contemporanea i propri soldi copiando le operazioni realizzate dai tanti professionisti che operano sulla piattaforma.

Il Copy Trading, infatti, mette a disposizione degli utenti una vasta gamma di professionisti che si sono distinti nel tempo per un alto tasso di operazioni efficienti.

Con pochi click si possono copiare le loro operazioni e registrare profitti simili ai loro e proporzionali alla quantità di capitale investito.

Registrati su eToro e sfrutta a tuo vantaggio il Copy trading.

Con eToro è possibile investire anche sull’Hang Seng, indice della borsa di Hong Kong o anche sul Nikkei di Tokyo.

Dow Jones con ForexTB

ForexTB è universalmente riconosciuta come la piattaforma predefinita per chiunque sia interessato ad attraversare tutte le tappe importanti del percorso di formazione, dalle nozioni fondamentali a quelle professionali.

Il broker, infatti, mette in campo una delle guide di trading (disponibile qui in PDF gratis) più complete che il mercato abbia mai visto, un manuale il cui valore di mercato è stato valutato intorno ai 3000 dollari.

ForexTB permette a chiunque si registri di scaricarla gratuitamente e di fruire di un eccellente Account Demo per sperimentare in parallelo ciò che si sta apprendendo.

Con l’Account Demo, infatti, si ha a disposizione una simulazione di trading che segue in tutto e per tutto i movimenti reali di mercato senza che l’utente sia costretto a investire denaro reale per realizzare le operazioni.

Oltre a ciò, ForexTB offre un servizio di segnali di trading su Dow Jones e molti altri asset, sempre gratuito, prodotto da Faunus Analytics, una delle migliori società di analisi finanziaria al mondo.

I segnali di trading sono analisi già pronte sui titoli più interessanti del momento che vengono comunicate in tempo reale tramite SMS, e-mail o in chat.

Prova anche tu a investire con i segnali e la guida di ForexTB

Trade.com per operare su Dow Jones

Trade.com è una realtà che sta facendo molto parlare di sé negli ultimi tempi. Nonostante sia una realtà giovane, l’offerta che mette in campo ha già convinto centinaia di migliaia di utenti grazie a soluzioni innovative.

In particolar modo l’adozione della piattaforma WebTrader per investire su indici come il Dow Jones online, snella ed efficiente, permette di relazionarsi con strumenti, analisi e grafici in maniera immediata e intuitiva.

WebTrader permette di visualizzare in una sola schermata i titoli di un settore specifico o di un mercato, le operazioni da te aperte, il grafico di un titolo in particolare e gli strumenti di lettura avanzati.

Un tutt’uno, questo, che renderà particolarmente semplice realizzare una buona analisi tecnica.

Inoltre, cosa che ci ha sorpreso positivamente, WebTrader permette di investire in IPO, ovvero nel mercato delle società che ancora non hanno visto il pieno ingresso nei mercati azionari ma che, come ad esempio Spotify, sono ancora in fase di “pre-vendita”.

Prova i servizi esclusivi di Trade.com, deposito minimo solo 100€.

Aziende quotate sul Dow Jones

Ora continuiamo ad approfondire il discorso sul Dow Jones. È infatti fondamentale conoscere bene l’asset per poter pensare di investire su di esso.

Per capire le quotazioni e l’andamento del Dow Jones bisogna dare uno sguardo alle aziende in esso quotate e ai settori di cui fanno parte. Eccone un compendio chiaro:

  • 5 compagnie del mondo del credito, delle assicurazioni e della finanza (American Express, American International Group, Bank of America, Citigroup, JP Morgan Chase)
  • 3 compagnie legate all’hardware e al software (Hewlett-Packard, IBM, Microsoft)
  • 2 compagnie legate agli alimentari e alla ristorazione (Coca-Cola e McDonald’s)
  • 3 compagnie farmaceutiche (Johnson & Johnson, Merck, Pfizer)
  • 2 compagnie delle telecomunicazioni (AT&T, Verizon Communications)
  • 2 compagnie aerospaziali (Boeing, United Technologies Corporation)
  • due compagnie produttrici di petrolio (Exxon Mobil e Chevron)
  • 11 grandi società, dalle automobili (General Motors) all’alluminio (Alcoa), dai grandi veicoli commerciali (Caterpillar)
  • inoltre abbiamo aziende di chimica (DuPont), dalle catene di magazzini (Wal-Mart) all’entertainment (Walt Disney), passando per la diversificazione offerta dagli stocks di 3M, General Electric, Home Depot, Intel, Protect & Gamble.

L’indice dunque è davvero molto rappresentativo di tutti i grandi settori dell’economia statunitense e per questo ancora oggi detiene una grande importanza per gli investitori.

Investire sul Dow Jones: la teoria di Dow

Quello che è davvero interessante di investire sul Dow Jones è che l’indice prende il nome proprio da un grandissimo personaggio di Borsa. Stiamo parlando di Charles Dow. Una figura che ormai ha del leggendario.

Egli è famoso per una importantissima teoria sui mercati finanziari che ci aiuta a capire anche l’andamento dell’indice Dow.

Per quanto Charles Dow ne fosse l’ideatore, la Teoria di Dow non vide una forma compiuta che dopo la sua morte.

Riordinando i numerosi scritti che Charles Dow pubblicò sul Wall Street Journal, W.P. Hamilton, R. Rhea e E.G. Schaefer diedero alla Teoria Dow la forma che conosciamo oggi.

Si tratta di una forma di analisi tecnica particolarmente indicata se si prendono in considerazione gli Indici di Borsa della S&P Dow Jones Indices.

Teoria di Dow in breve

Partendo dalla considerazione delle variazioni di prezzo delle azioni e integrandole con elementi di rotazione dei settori, la teoria si riassume in sei leggi:

1 – Prima legge: i mercati hanno tre movimenti

Vengono individuati tre momenti cruciali del mercato:

  • Movimento primario o principale
  • Oscillazione media
  • Oscillazione corta

2 – Seconda legge: i trend hanno tre fasi

Secondo la Teoria Dow, i trend di mercato hanno tre fasi fondamentali:

  • Accumulazione
  • Assorbimento
  • Distribuzione

3 – Terza legge: il mercato sconta ogni informazione

Il mercato reagisce prontamente alle informazioni che gli giungono dal mondo, aggiustando i prezzi sulla base delle stesse, coerentemente a quanto affermato dalla efficient-market hypothesis (EMH);

4 – Quarta legge: le medie di mercato si confermano a vicenda

Questa legge è particolarmente utile se si decide di investire in tutti gli indici creati da Charles Dow. Benché oggi non mantenga la stessa validità di una volta, permetteva agli investitori di impiegare gli indici per sondare efficacemente il mercato americano;

5 – Quinta legge: i trends sono confermati dai volumi

Si tratta di una legge particolarmente utile se viene applicata ad indicatori di trading particolari come le Medie Mobili e il CCI. Dow credeva, infatti, che i movimenti di prezzi fossero in relazione stretta con le variazioni dei volumi.

In particolare Charles Dow aveva ipotizzato che se i mutamenti dei prezzi erano accompagnati da grossi volumi, allora quello era chiaro indice che il trend corrente fosse quello dominante.

Quindi gli investitori si sarebbero dovuti attendere una sua prosecuzione e un suo sviluppo fintantoché il livello dei volumi si fossero mantenuto costanti.

6 – Sesta legge: i trends persistono a meno di inversioni

Charles Dow era un fervido sostenitore dell’analisi basata sulle tendenze di mercato: a meno che non vi fossero chiari segnali della fine di un trend, rintracciabili sulla base delle leggi precedenti, la tendenza dei prezzi di un titolo si sarebbe mantenuta costante nel complesso a prescindere dalle momentanee oscillazioni correttive.

Dow Jones quotazioni in tempo reale

Conclusioni sul Dow Jones

Come abbiamo visto nel corso della nostra guida l’indice Dow Jones è sicuramente appetibile per i moderni investitori che amano i panieri azionari (molto conveniente oggi è ritenuto anche il DAX 30, ma ce ne sono altri).

Sfruttando i suoi prevedibili movimenti e oscillazioni i traders più accorti possono fare su di esso operazioni vantaggiose. Si tratta di un indice davvero da non perdere per chi ha un capitale da investire.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento