E’ il secondo rombo in borsa di Ferrari: arriva a Piazza Affari!

Ferrari Borsa

Abbiamo finalmente tutte le info esclusive per seguire al meglio l’arrivo di Ferrari a Piazza Affari: chi vuole fare trading su azioni Ferrari senza commissioni suggeriamo Plus500. Aprendo un conto su Plus500 si riceve un generoso bonus e si può operare in modo facile, gratuito e sicuro. Puoi cominciare qui con Plus500. Plus500 è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority, dalla CySEC, dalla CONSOB e da tutte le principali commissioni di controllo di Borsa a livello mondiale.

Adesso che finalmente lo scorporo da FCA è stato finalizzato, la Ferrari è finalmente pronta a sbarcare in borsa, ben due mesi e mezzo dopo la quotazione a New York del 21 Ottobre, prezzo che fu fissato a ben 52 dollari (e vi avevamo annunciato che secondo noi era un po’ troppo) e infatti già da oggi le azioni sono crollate a 48. Qui potete trovare l’articolo in cui spieghiamo come comprare azioni Ferrari.

All’arrivo in Borsa di Ferrari, ci sarà anche il nostro Matteo Renzi, insieme a Piero Ferrari e gli Elkann, i grandi azionisti con più share di Ferrari. Ovviamente sarà presente anche il rivoluzionario CEO Sergio Marchiane, e le altre altre cariche di FCA e Ferrri.

Plus500

La separazione è stata un processo lungo e laborioso, con diverse operazioni, che sono partite subito dal primo gennaio. Queste operazioni hanno quindi portato l’80% del Capitale della Ferrari a tutti i soci della FCA, che hanno ricevuto un’azione di Ferrari oggi 10 di Fiat. La Exor, di Elkann, manterrà il controllo di oltre il 23% di Ferrari, Piero Ferrari (erede di Enzo) manterrà il 10% mentre il resto delle azioni andrà pubblico.

Sede Olandese per Ferrari

Stranamente, la Ferrari non avrà più sede in Italia, ma bensì in Olanda, ad Amsterdam. Crediamo che questo sia ovviamente dovuto alla questione tasse, e ci rattrista il fatto che sempre meno aziende vogliano rimanere da noi in Italia.

Prezzo delle azioni Ferrari Borsa Italiana

Il prezzo delle azioni Ferrari, verrà determinato durante l’asta di apertura alla Borsa di Milano, la Ferrari avrà lo stesso ticker usato a Wall Street, ovvero: RACE.

Possiamo quindi finalmente sapere il prezzo in euro di Ferrari e FCA dopo la divisione.

Basta quindi dividere il prezzo del titolo Ferrari (attualmente circa 42 euro e mezzo euro) per 10 (4,25 euro) e togliere quindi questo valore dal prezzo attuale del titolo Fiat (ieri 13,10 euro, in crescita dello 0,77%). Di conseguenza, chi oggi possiede 10 azioni Fca al prezzo di 13,10 euro, avrà il 4 gennaio, in apertura, di 10 azioni Fca a 8,85 euro e un’azione Ferrari a 42,5 euro.

4 Responses to E’ il secondo rombo in borsa di Ferrari: arriva a Piazza Affari!

  1. Conte Zio ha detto:

    Articolo incompleto questa volta, perché avete dimenticato di dire che con Plus500 si può speculare al ribasso e quindi fare un sacco di soldi adesso che il titolo sta per andare in picchiata.

  2. Marta Sali ha detto:

    Rombo? Il fanfarone di Renzi? Ma non vi rendete conto che è uno degli ultimi pezzi di Italia che malinconicamente se ne va? Che cosa ci resta? I migranti, la criminalità diffusa in strada, il degrado e l’inquinamento che ci ammazza lentamente. Sì, poi ci restano Renzi e compagnia bella, ma quelli sono inclusi nella criminalità diffusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *