Ecco che cos’è un mercato bearish (ribassista) e come riconoscerlo

Mercato Bearish

Secondo gli analisti, e ovviamente secondo i numeri, i mercati finanziari USA sono attualmente in una fase estremamente bearish, ma come si fa a definire un movimento ribassista?

I mercati bearish, chiamati in italiano anche come mercati ribassisti, sono praticamente un movimento ribassista di un dato sottostante che si sposta al ribasso del 20% dal punto più alto al punto più basso.

Negli ultimi 100 anni, i momenti bearish del mercato azionario USA, sono stati ben 32. Di solito un mercato bearish arriva ogni 3 anni e mezzo e potrebbero durare all’incirca 360 giorni.

Il più recente mercato bearish statunitense c’è stato nel 2007-2009, quando il mercato azionario scese del 55% in circa soli 17 mesi. Un altro mercato bearish che è stato notevole, è stato quello del Giappone, mercato che ha letteralmente “perso due decenni” dal 1998 ad oggi, dove sono stati rilevati valori di mercato diminuiti dell’80%.

Per gli investitori che tuttavia hanno preferito diversificare, i profitti non sono crollati più di tanto.

I mercati rialzisti seguono ovviamente dei mercati bearish. Ci sono stati 14 mercati rialzisti (definiti come un incremento del 20% o più dei corsi azionari) dal 1930 ad oggi.

Bearish? E’ soltanto l’inizio di un periodo bullish!

Mentre i mercati bullish sono spesso perdurati per periodi pluriennali, una parte significativa dei guadagni sono tipicamente maturati durante i primi mesi del rally iniziato con il movimento rialzista.

Per esempio, dopo che lo S&P 500 toccò il suo minimo di 777 il 9 ottobre 2002 a seguito di un mercato bearish che durò ben 2 anni e mezzo, l’indice azionario allora guadagnò oltre il 15% di (rendimento totale) per un periodo di 1 mese.

Gli investitori che fuggono vendendo le proprie azioni, durante i mercati bearish, dovrebbero tenere a mente il costo potenziale delle proprie perdite durante le prime fasi di una ripresa del mercato, che storicamente hanno fornito la più alta percentuale di profitti durante il periodo di investimento.

Un altro esempio molto importante, c’è stato dopo il calo di quasi il 40% nel 2008, dove l’S&P500 ha continuato la sua discesa fino a quando non ha toccato il minimo di 683 il 9 marzo 2009. Da lì è iniziata una notevole ascesa, salendo oltre il 100% anche nei seguenti 48 mesi.

In conclusione

Se vi registrerete con Plus500, eccezzionale broker CFD, potrete guadagnare sia al rialzo che al ribasso in tutti i mercati possibili immaginabili (forex, azioni, materie prime, bitcoin etc). Ma vi ricordiamo inoltre che durante un periodo bearish (come quello in cui ci troviamo adesso), è possibile stringere i denti, in quanto il movimento rialzista si trova subito dopo questa iniziale apparente difficoltà. Iniziate a sperimentare adesso questi consigli, registrandovi su Plus500 con un bonus di 25 euro senza deposito, e ne abbiamo molti altri ancora:

Screenshot 2016-01-19 22.01.36

Buon trading!

One Response to Ecco che cos’è un mercato bearish (ribassista) e come riconoscerlo

  1. Mauro Altini ha detto:

    Fare i soldi quando i mercati scendono con broker come Plus500 è una vera e propria goduria, soprattutto per me che ero abituato a tradare con fineco e quando i mercati scendevano dovevo inghiottire le mie lacrime per le perdite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *