Ecco le 10 startup che si prendono cura della salute

Le startup odierne non si occupano solo di tecnologia: moltissime sono anche impegnate sul fronte della salute. Cercano infatti di trovare nuovi modi e strumenti per migliorare la vita di coloro che hanno problemi fisici. Ecco le dieci startup più promettenti in questo campo.

Qualche esempio? Esistono dispositivi indossabili che controllano il battito cardiaco rilevando eventuali anomalie, portapillole intelligenti, robot che migliorano la vita dei bambini autistici e così via. Sono sempre di più le startup e gli investitori che, infatti, si interessano a questi campi di ricerca e di innovazione.

Lo stesso aumento della durata della vita media e il conseguente invecchiamento comportano maggiori sforzi verso il campo della salute: c’è sempre più richiesta di apparecchiature mediche più efficienti e meno costose.

Angiodroid. Si tratta di un iniettore automatico di anidride carbonica (CO2) come mezzo di contrasto in angiografia, che garantisce la non contaminazione del gas CO2 con l’aria ambientale. Evitando la pratica manuale, si consente ai medici di lavorare in totale sicurezza e comfort per il paziente.

Tensive. E’ una startup lombarda, che sta sviluppando protesi innovative, alternative a quelle tradizionali in silicone. Lo scopo è quello di realizzare una ricostruzione mediante operazione singola ed evitando le sostituzioni periodiche delle protesi. La protesi si degrada da sola fino a un completo riassorbimento, lasciando spazio ai tessuti rigenerati.

Niso Biomed. Questa startup produce un dispositivo in grado di analizzare in tempo reale il succo gastrico prelevato durante gli esami endoscopici. Così si velocizzano incredibilmente i tempi di diagnosi dell’Helicobacter Pylori dei fattori di rischio per tumori allo stomaco e al colon.

Horus Technology. Questa startup ha realizzato un dispositivo applicabile su qualsiasi tipo di occhiali per permettere a ciechi e ipovedenti di ottenere informazioni vocali.

Feelstep. Dedicato a chi soffre di Parkinson, si tratta di un algoritmo per studiare la qualità del passo del malato e per migliorare la mobilità attraverso mini sensori alle caviglie.

Behaviour Labs. Con sede a Catania, attiva nel settore della  “Health robotics”, questa startup si occupa di migliorare la vita dei bambini autistici. Essa sviluppa software per robot utilizzati nelle terapie per chi soffre di autismo.

HeartWatch. E’ stato realizzato un dispositivo indossabile che rileva il battito cardiaco segnalando eventuali aritmie. La startup nasce da quattro ragazzi del Politecnico di Milano.

Molmed. E’ una startup specializzata contro il cancro: si cercano terapie innovative per la cura del cancro.

Memio. La startup ha creato un porta-pillole intelligente che eroga la pillola giusta al momento giusto, per evitare errori e dimenticanze da parte dei pazienti più anziani.

IntendiMe. E’ un prodotto innovativo che aiuta chiunque abbia problemi di udito, grazie al fatto di essere avvisato di tutti i rumori che fanno parte della propria quotidianità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *