Elezioni politiche: opportunità di trading o rischio per il capitale?

elezioni politiche

Con l’arrivo delle elezioni politiche francesi o di quelle appena annunciate della Gran Bretagana torna l’annosa questione per chi si occupa di trading online: se sfruttare il movimento dei mercati o attendere il passaggio della tempesta e fare trading in acque più calme. Grazie infatti alle numerose piattaforme di trading online presenti sul mercato è possibile sfruttare gli eventi politici per fare trading in maniera professionale investendo piccoli o medi capitali.



Le elezioni politiche, caratteristica fondante delle principali democrazie occidentali
, sono un momento fondamentale della vita politica e quindi economica di un paese. Che sia una repubblica parlamentare (come l’Italia), una monacrhia parlamentare (Gran Bretagna) o una repubblica presidenziale (Stati Uniti) le elezioni politiche di un paese diventano materia di argomento per gli analisti economici che cercano di interpretare come reagiranno i mercati in caso di vittoria di questo o quel partito. Per il trader che segue i mercati tutti i giorni, l’arrivo delle elezioni politiche si tramuta in un periodo complesso fatto di incertezze su quali operazioni e quali trend sia meglio seguire e quali invece lasciar stare.
In genere i principali asset che vengono coinvolti nelle elezioni politiche di uno specifico paese sono il mercato valutario (forex), le materie prime e gli indici azionari. Diversi broker online propongono la possibilità di operare su ciascuno di questi asset rendendo di fatto le elezioni politiche un’opportunità per il trading online.

Valute ed elezioni

Le valute nazionali (o quelle comunitarie come l’Euro) sono il principale portabandiera del valore di un paese, generalmente infatti una valuta forte (come ad esempio il Dollaro Americano) rappresenta una nazione con un’economia stabile o in crescita e con una rappresentanza politica democraticamente eletta. Conseguentemente all’avvicinarsi delle elezioni le valute tendono a muoversi a secondo di come i mercati recepiscono un candidato rispetto ad un altro e successivamente al voto le valute possono aumentare notevolmente o deprezzarsi. Un esempio molto interessante in questo senso sono state le elezioni dell’ultimo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Nei giorni successivi infatti il dollaro ha iniziato a salire in maniera consistente nei confronti di tutte le valute e a gennaio del 2017 ha raggiunto i massimi che non toccava dal 2002.

In maniera diversa ma molto simile la Sterlina Inglese fece l’inverso nei mesi successivi alla Brexit (il referendum con cui i cittaidini britannici decidevano di lasciare l’Unione Europea), nei giorni successivi infatti il cross sterlina – dollaro vedeva la prima perdere in maniera sostanziale nei confronti del secondo raggiungendo i minimi trentennali mentre dal governo inglese venivano mandati segnali sulla decisione di una “hard exit”. Operare con il trading online è possibile in queste situazioni poichè con la conoscenza corretta dei mercati si possono sfruttare i movimenti rialzisti o ribassisti delle valute per operazioni anche di lungo periodo.

Indici azionari al voto

Come tutti sanno, gli indici sono la somma del valore del paniere di titoli azionari che rappresentano. E’ chiaro quindi che con l’avvicinarsi del voto e sopratutto nel momento in cui viene scelto il partito o il candidato vincitore ci siano dei forti movimenti sui mercati, nell’attività di trading online diventa quindi fondamentale per l’investitore seguire determinati eventi politici e operare seguendo attentamente gli andamenti dei mercati. Spesso un evento importante trascina tutti gli altri indici azionari facendoli salire o scendere. Ad esempio dopo le elezioni americane ci furono forti rialzi per quasi tutte le borse internazionali partendo prorpio dal Dow Jones, che fino all’insediamento del presidente non fece altro che proseguire al rialzo, dimostrando di gradire le proposte di Donald Trump in fatto di politica economica. Al contrario sempre dopo la Brexit le borse di tutto il mondo inziarono a perdere punti dimostrando che ai mercati non piacevano due cose: uno le sorprese (in effetti nessuno si aspettava un risultato del genere) e due il fatto che i cittadini inglesi avevano deciso di lasciare l’Unione Europea.

Di tutti i prodotti finanziari a disposizione del trader gli indici azionari sono tra i più performanti che i broker online possono offrire. Ma anche i più rischiosi, imparare a muoversi correttamente nel mondo del trading è fondamentale e vale la pena sfruttare sia i corsi online che le piattaforme demo che vengono messe a disposizione dai broker.

Materie prime ed eventi politici

Così come le valute e gli indici reagiscono agli avvenimenti politici e sociali, anche le materie prime si muovono rispondendo agli stimoli valutari e borsistici, sono le cosidette correlazioni. Statisticamente infatti con il deprezzamento o l’apprezzamento delle valute, tendono a salire (o a scendere) le materie prime, questo perchè la quotazione principale dei metalli e del petrolio avviene in dollari. Quindi quando il dollaro perde valore, gli operatori di mercato ne approfittano per acquistare commodities (crude oil, gold o silver, ecc ecc) facendone aumentare di fatto il loro valore. Di conseguenza all’indomani delle elezioni americane e del referendum inglese abbiamo visto i mercati delle materie prime in forte movimento, in alcuni casi hanno seguito le classiche correlazioni dollaro forte – gold debole, in altri invece abbiamo visto movimenti del petrolio o di altre materie prime.

Ecco quindi che analizzando questi dati esiste la possibilità di pianificare startegie di trading sulle materie prime anche con piccoli investimenti che grazie ad una conoscenza della geopolitica e dell’economia possono aiutare il trader a lavorare sui mercati finanziari offerti dai broker online.

Miglior broker per trading su eventi politici

Per tutti coloro che vogliono operare sfruttando le correlazioni tra eventi politici e mercati (azionari, valutari, materie prime) consigliamo di adoperare Trade.com. Trade.com è infatti un broker estremamente facile da usare, con una ricchissima sezione informativa sempre aggiornata con le ultimissime notizie. Trade.com è un broker completamente gratuito, che non applica commissioni di nessun tipo. Puoi aprire un conto gratis con Trade.com cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *