ETF Petrolio: come e quali comprare

ETF Petrolio come e quali comprare

Se oggi si desidera investire nel Petrolio, l’ETF è senza dubbio lo strumento da tenere in più grande considerazione. Questo fondo permette di replicare l’andamento del greggio su gran parte dei mercati internazionali, attraverso una gestione ponderata passiva con commissioni nulle. Si tratta del mezzo in assoluto con i costi più bassi di sempre per investire all’interno del petrolio sia sul breve/medio/lungo periodo.

ETF: i migliori da comprare

Qual’è il migliore ETF del petrolio da scegliere quindi? Di ETF sul petrolio ne esistono svariati, quotati in tutte le borse mondiali. Oggi avremo modo di analizzare non solo quelli quotati all’interno della borsa italiana, ma anche di analizzare gli altri prodotti ETF petrolio presenti nel mondo.

Prima ancora di investire all’interno degli ETF del Petrolio sarebbe buona norma prepararsi una strategia di investimento, con un money management ferreo, che possa portare ad investire nel migliore dei modi dove e come investire all’interno dei mercati finanziari.

Cerchiamo dunque di fornire i migliori consigli possibili per capire come e perché investire all’interno dei mercati finanziari.

ETF Petrolio WTI Brent

Gli ETF sul Petrolio hanno come sottostante principale il Greggio, anche se in realtà nel mondo non esiste un solo parametro a cui ci si riferisce per il prezzo del barile. Gli indicatori più diffusi, che hanno prezzi diversi e rappresentano ovviamente delle diverse tipologie di petrolio, sono il Brent ed il WTI.

Con il termine Brent si intende una particolare tipologia di Petrolio, estratto nel Mare del Nord e che rappresenta il principale tipo di petrolio per tutta l’europa. Il WTI è un petrolio lievemente superiore in termini di qualità, utilizzato in special modo oltreoceano.

Quindi abbiamo prezzi diversi, anche se in realtà la materia prima di provenienza è estremamente simile.

Quanto è necessario dunque investire nel Petrolio per potersi garantire dei profitti interessanti? Non esiste, e non esisterà mai una cifra ideale, ma bensì tutto dipende dai propri obiettivi e dal proprio appetito al rischio. Tuttavia consigliamo di non investire nel petrolio mai più del 2% di tutto il proprio patrimonio dedicato agli investimenti finanziari.

ETF Azioni Petrolio

Non è disponibile soltanto la possibilità di investire all’interno del mercato degli ETF su WTI e Brent, è possibile investire ovviamente anche nelle azioni del settore petrolifero. Stiamo parlando di azioni di società che operano direttamente all’interno di questo settore.

Investire in azioni di questa società può consentire una diversificazione più completa del proprio portafoglio, all’interno di aziende strettamente correlate in questo business, attraverso la produzione, lavorazione o distribuzione del petrolio. Ciò può essere fatto con Plus500broker pluripremiato (di cui parleremo a breve) che consente anche l’investimento in migliaia di azioni, oltre al petrolio.

Speculare PETROLIO ETF

Investire negli ETF del Petrolio può essere fatto in svariati metodi. È possibile infatti acquistare quote di ETF sia sul medio che sul lungo termine. È inoltre possibile anche scegliere di investire nel petrolio direttamente, usando questi asset come sottostanti.

Il miglior modo per fare ciò, è quello di utilizzare i Contratti per Differenza. Investendo attraverso i CFD non si andranno ad acquistare delle quote degli ETF, ma sarà possibile bensì ottenere profitto semplicemente dal rialzo oppure dal ribasso del sottostante.

Grazie ai CFD è infatti possibile sia acquistare un mercato, che venderlo allo scoperto. Guadagnando quindi praticamente da ogni scenario di mercato. Ad oggi, la piattaforma di trading più celebre per i CFD è quella di Plus500. Si tratta di un broker attivo dal 2008, che consente di investire in una innumerevole quantità di mercati diversi tra cui: forex, materie prime, indici, azioni, criptovalute e molto altro ancora.

Clicca qui per provare i CFD offerti dalla piattaforma di Plus500 >>

Previsioni ETF Petrolio

Dove andrà il mercato del petrolio in futuro? È consigliabile puntare su questo strumento finanziario in modo da poter ottenere un giusto profitto su questa materia prima oppure no?

Anche se si tratta comunque di un qualcosa che risulta essere ancora estremamente difficile da prevedere, quest’anno il Petrolio è riuscito a consolidarsi ad un livello estremamente stabile e soddisfacente.

Erano molte le preoccupazioni maturate tempo fa, quando l’aumento dell’offerta aveva portato al ribasso le quotazioni del greggio.

Dopo tutti gli sforzi da parte dell’OPEC, i cui membri sono riusciti a mettersi d’accordo per dare un taglio alla produzione, ciò ha consentito di bloccare la produzione, portando il prezzo al rialzo.

In termini di puro prezzo, il Petrolio potrebbe continuare ad ascendere, se l’OPEC continuerà a mantenere un atteggiamento di controllo per l’Oro nero, decidendo quindi di prolungare la decisione sui tagli all’Output.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *