Materie prime

ETF Petrolio

Questa guida spiega tutto sugli ETF Petrolio: che cosa sono, come funzionano e soprattutto dove sottoscrivere gli ETF più convenienti.

Se oggi si desidera investire nel Petrolio, l’ETF è senza dubbio lo strumento da tenere in più grande considerazione. Questo fondo permette di replicare l’andamento del greggio su gran parte dei mercati internazionali, attraverso una gestione ponderata passiva con commissioni nulle. Si tratta del mezzo in assoluto con i costi più bassi di sempre per investire sul petrolio nel breve, nel medio e nel lungo periodo.

Alcuni concetti generali di cui parleremo in questo articolo sono validi per tutti gli investimenti in materie prime.

ETF: i migliori da comprare

Qual’è il migliore ETF del petrolio da scegliere quindi? Di ETF sul petrolio ne esistono svariati, quotati in tutte le borse mondiali. Oggi avremo modo di analizzare non solo quelli quotati sulla borsa italiana, ma anche di analizzare gli altri prodotti ETF petrolio presenti nel mondo.

Prima ancora di investire sugli ETF del Petrolio sarebbe buona norma prepararsi una strategia di investimento, con un money management ferreo.

ETF Petrolio WTI Brent

Gli ETF sul Petrolio hanno come sottostante principale il Greggio, anche se in realtà nel mondo non esiste un solo parametro a cui ci si riferisce per il prezzo del barile. Gli indicatori più diffusi, che hanno prezzi diversi e rappresentano ovviamente delle diverse tipologie di petrolio, sono il Brent ed il WTI.

Con il termine Brent si intende una particolare tipologia di Petrolio, estratto nel Mare del Nord e che rappresenta il principale tipo di petrolio per tutta l’europa. Il WTI è un petrolio lievemente superiore in termini di qualità, utilizzato in special modo oltreoceano.

Quindi abbiamo prezzi diversi, anche se in realtà la materia prima di provenienza è estremamente simile.

ETF Azioni Petrolio

Non è disponibile soltanto la possibilità di investire con gli ETF su WTI e Brent, è possibile investire ovviamente anche nelle azioni del settore petrolifero. Stiamo parlando di azioni di società che operano direttamente in questo settore.

Esistono ETF specifici costruiti con le azioni delle principali aziende che operano sul mercato del greggio. Le prestazioni di questi ETF sono abbastanza simili a quelle dell’ETF sul petrolio, visto che di solito le quotazioni delle aziende del settore dipendono strettamente da quelle del petrolio.

Speculare sul petrolio con gli ETF

Gli ETF sono uno strumento perfetto per fare investimenti speculativi sul petrolio.. È possibile infatti acquistare quote di ETF sia sul medio che sul lungo termine. È inoltre possibile anche scegliere di investire nel petrolio direttamente, usando questi asset come sottostanti.

Uno dei sistemi migliori per investire sul petrolio con gli ETF è utilizzare i CFD (contratti per differenza). Si tratta di un contratto derivato che consente di speculare su qualunque asset finanziario (sottostante).

Per saperne di più sui CFD, leggi la nostra guida.

Perché utilizzare i CFD per speculare con gli ETF? Per prima cosa, con i CFD è possibile sia comprare l’ETF per guadagnare al rialzo sia vendere allo scoperto per guadagnare al ribasso.

Sottoscrivendo semplicemente un ETF non si può scommettere, ad esempio, sul ribasso delle quotazioni del petrolio. Inoltre i CFD consentono di operare con zero commissioni (gli ETF hanno commissioni basse ma non nulle). Inoltre, per molti investitori operare con gli ETF risulta molto più semplice ed immediato.

ETF a leva

Una delle caratteristiche più interessanti dei CFD è la possibilità di sottoscrivere ETF con la leva finanziaria. In questo modo è possibile moltiplicare i profitti di investimento a parità di capitale iniziale.

A quanto ammonta la leva disponibile per le operazioni con gli ETF? Le normative ESMA (Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati) impongono alcune limitazioni sulla leva massima applicabile alle operazioni finanziarie.

In ogni caso, queste limitazioni non valgono per gli investitori professionali (esistono alcuni semplici requisiti per farsi riconoscere come investitore professionale, fra poco spieghiamo come fre). La leva finanziaria è uno strumento potente che può consentire di investire piccole somme e ottenere grandi risultati.

Migliori piattaforme per EFT con i CFD

Quali sono le migliori piattaforme per operare sugli ETF con i CFD? Una delle migliori in assoluto è la piattaforma Trade.com.

Si tratta di una piattaforma per investimenti finanziari leader in Europa, con centinaia di migliaia di clienti professionali e retailer. Mette a disposizione un’interfaccia semplice ed intuitiva, non ha commissioni e ha spread davvero competitivi.

Proprio perché è possibile utilizzare la leva finanziaria, il capitale necessario per iniziare è molto contenuto: teoricamente bastano 100 euro per cominciare con un conto reale anche se la maggior parte degli investitori comincia con almeno 1.000 euro. E’ anche possibile operare con un conto demo (denaro simulato) per testare la piattaforma e/o per sperimentare tecniche e strategie.

Puoi iscriverti gratis su Trade.com cliccando qui.

Se vuoi operare senza le limitazioni dell’ESMA sulla leva, richiedi al supporto di farti registrare come investitore professionale: è una procedura rapidissima e veloce e ti farà utilizzare al meglio gli strumenti disponibili.

Un’altra piattaforma molto apprezzata per investire sul petrolio con gli ETF è Plus500. Plus500 è veramente molto nota a livello europeo, è anche quotata sul listino principale della Borsa di Londra e ha un numero impressionante di clienti.

Plus500 mette a disposizione una piattaforma professionale ma, allo stesso tempo, semplice ed intuitiva. Puoi iscriverti gratis su Plus500 cliccando qui.

Previsioni ETF Petrolio

Dove andrà il mercato del petrolio in futuro? È consigliabile puntare su questo strumento finanziario in modo da poter ottenere un giusto profitto su questa materia prima oppure no?

Anche se si tratta comunque di un qualcosa che risulta essere ancora estremamente difficile da prevedere, quest’anno il Petrolio è riuscito a consolidarsi ad un livello estremamente stabile e soddisfacente.

Erano molte le preoccupazioni maturate tempo fa, quando l’aumento dell’offerta aveva portato al ribasso le quotazioni del greggio.

Dopo tutti gli sforzi da parte dell’OPEC, i cui membri sono riusciti a mettersi d’accordo per dare un taglio alla produzione, ciò ha consentito di bloccare la produzione, portando il prezzo al rialzo.

In termini di puro prezzo, il Petrolio potrebbe continuare ad ascendere, se l’OPEC continuerà a mantenere un atteggiamento di controllo per l’Oro nero, decidendo quindi di prolungare la decisione sui tagli all’Output.

Le previsioni degli esperti sul petrolio

Uno dei sistemi più intelligenti per fare previsioni sul petrolio è copiare le previsioni dei migliori esperti del mondo. Può sembrare banale ma in realtà è una strategia di investimento che può dare risultati davvero spettacolari.

Come si fa a fare trading automatico copiando i migliori? Grazie alla piattaforma eToro.

Si tratta di una piattaforma per gli investimenti finanziari che è anche il più grande social network al mondo per gli investitori e che consente di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno gli altri.

Come usare eToro? Basta adoperare il potente sistema brevettato Copytrader: consente di trovare gli investitori che hanno messo a segno i rendimenti massimi in passato con il minimo rischio. E poi si possono iniziare a copiare: tutte le loro operazioni saranno replicate in modo automatico!

eToro è completamente gratuita e non applica commissioni. Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

In conclusione

Gli ETF possono essere uno strumento utile per investire sul petrolio. Chi vuole puntare a rendimenti elevati deve utilizzare i CFD aventi come sottostante gli ETF petrolio. In questo modo ha la possibilità di puntare sia alla crescita dei prezzi che alla diminuzione. Inoltre, con i CFD è possibile utilizzare gli ETF petrolio con la leva finanziaria, moltiplicando i profitti potenziali.

Tra le migliori piattaforme di investimento segnaliamo Trade.com che offre un servizio professionale. Per iniziare a investire sono sufficienti appena 100 euro e non ci sono commissioni.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
1 Commento
  • Faccio trading dal 1996, ho scoperto Trade.com solo l’anno scorso e devo dire che è una delle migliori piattaforme che abbia mai provato. La uso sia per gli etf a leva sia per comprare azioni.

    Mi piacciono molto le commissioni 0 (avrò pagato decine di migliaia di euro di commissioni in questi anni) e gli spread contenuti. La consiglio.

Lascia un commento