Europa verso il baratro?


Purtroppo va sempre peggio: l’Europa si sta dimostrando incapace di reagire alla crisi, di creare nuove opportunità di crescita e sta commettendo errori grossolani, come quello fatto a Cipro. E ricordiamoci che se viene meno la stabilità (sebbene fittizia) del sistema bancario europeo allora sarà davvero finita.
Ma come hanno fatto i vertici europei a gestire in una maniera tanto azzardata la crisi di Cipro? Perché hanno prima prospettato una soluzione pasticciata e poi l’hanno rimangiata quando si è visto che l’indignazione popolare, a Cipro come nel resto d’Europa, era forte?
E poi che valenza etica ha questa Europa che aiuta in tutti i modi la Grecia che ha fatto la cicala per anni, spandendo e spendendo, e poi colpisce così duramente Cipro che ricordiamoci si trova in crisi per il tanto contestato taglio del debito greco, taglio che è stato imposto agli investitori e che ha letteralmente distrutto il patrimonio delle banche cipriote che avevano investito molto in titoli greci.
Una serie di domande senza risposta che probabilmente confermano che la situazione è grave, molto grave. E che bisogna fare qualcosa subito se vogliamo avere almeno una speranza di salvarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *