EUR/USD vicino a 1.09, Grexit di nuovo a tormentare i mercati

Le moneta unica continua a perdere terreno man mano che le ore passano. Adesso, la coppia EUR/USD è praticamente sul livello di 1.09, nuova grande resistenza come avevamo anticipato.



La coppia sta testando infatti l’area di 1.0920 mentre stiamo scrivendo, un supporto che ormai dura da diverse settimane, ma che rischia di essere messo a dura prova in quanto la Grecia è sempre più in subbuglio, Varoufakis ha lasciato l’incarico di Ministro delle Finanze Greco, e la Germania non è assolutamente intenzionata a trattare.

Alcuni membri dell’EU hanno commentato la situazione favorendo la Grecia a lasciare il blocco euro, la Banca Centrale Europea potrebbe essere pronta a lasciare da sola la Grecia per proteggere la stabilità finanziaria che sta mettendo in discussione i mercati finanziari di tutto il mondo. Un’uscita dell’Eurozona da parte della Grecia potrebbe danneggiare significativamente i mercati finanziari.

La coppia in queste ore è in leggera risalita dai minimi di 1.0910 della giornata, in quanto c’è stata una leggera richiesta di euro, adesso ci troviamo a 1.0947.

euro dollaro

L’eurogruppo discuterà circa il programma ESM nella giornata di domani. I media affermano che la Grecia non ha ancora proposto alcuni accordi in forma scritta, ma il nuovo ministro delle Finanze Euclid Tsakalotos ha fornito una nuova presentazione al meeting dell’Eurogruppo e invierà al più presto una lettera all’ESM nella giornata di mercoledì.

Intanto, il capo dell’Eurogruppo Dijsselbloem dice che terrà una conferenza nella giornata di domani con l’Eurogruppo per discutere i dettagli del programma a medio termine dell’ESM.

Il primo ministro Alexis Tsipras incontrerà domani la Cancelliera tedesca Angela Merkel e il Presidente Francese Hollande a Bruxelles prima del summit.

EUR/USD ha toccato un minimo di 1.0916 durante l’inizio della sessione di New York, per poi rimbalzare di nuovo intorno all’area di 1.0960, adesso la coppia è in fase di consolidamento, mentre la sessione americana sta arrivando alla sua conclusione, ma si tratta comunque di una giornata molto negativa per la coppia della moneta unica.

Resta il fatto che molti sono a dir poco stupefatti dal fatto che tra ieri e oggi, la Grecia non sia riuscita a proporre richieste scritte all’Eurogruppo con ben 2 giorni di tempo e con una nazione in grossa crisi, con le banche chiuse e ATM prosciugati.

Senza dubbio questo non aiuta la situazione della Grecia, che dopo un “No” così netto da parte del popolo, è sempre più vicina all’uscita dall’Eurozona.

La crisi Greca, e il collasso dell’azionario in Cina sta permettendo alla coppia EUR/USD di crashare sempre più un basso. Ora ci sarà da vedere se il supporto di 1.09 sarà sufficiente per arginare questa debacle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *