Trading

Fare trading online : guida, piattaforme e accessibilità

In questo articolo di oggi voglio parlare di trading online cercando di fare una panoramica sui vari aspetti che caratterizzano le attività di negoziazione sui mercati. L’introduzione della mobilità e l’evolversi delle piattaforme elettroniche ha reso accessibile le attività di compravendita a tutti gli investitori aumentando di fatto il volume di beni e liquidità scambiata. E’ facile oggi trovare articoli che menzionano termini come azioni, futures e contratti derivati. Si tratta di beni che possono essere “scambiati” sul web.

In questa guida, quindi, mi occuperò dei seguenti argomenti:

Una definizione : cos’è il trading on line?

Come avrai capito dall’introduzione il termine indica l’acquisto e le vendita di titoli, valute, azioni (o altri beni) che possono essere realizzati attraverso una società di intermediazione. Tutto questo ha come precondizione il fatto che ci sia un mercato di riferimento e una piattaforma tecnologica con cui poter fare gli scambi. I mercati internazionali li conoscerai, la funzione di intermediazione viene garantita dai broker, ma ne parlerò più avanti.

I mercati internazionali, la borsa e gli scambi

mercati internazionali
I mercati finanziari, grazie all’aiuto delle tecnologie, possono essere studiati, analizzati ed in parte anche capiti a scopo predittivo. Tutti gli esperti di economia studiano modelli matematici per poter fare delle previsioni basandosi su indicatori economici come l’inflazione, i tassi di interesse, le correlazioni tra le valute. Oltre a questo c’è una componente non prevedibile come la politica fiscale ed economica dei paesi che gioca un ruolo fondamentale.

Alcuni parametri possono essere deterministici, altri no. Se ad esempio il valore di una azione di una società quotata in borsa va su o giù, questo non dipende solo dalla gestione del bilancio o dallo stato di salute del patrimonio.
E’ per questo motivo che molti analisti tecnici studiano i grafici e gli indicatori basandosi su previsioni storiche per cercare di mettere a punto dei sistemi di previsione.

Come avrai capito azzeccare una previsione non è facile anche considerando il fatto che ci sono delle figure sui mercati che alterano l’andamento delle quotazioni, ad esempio gli speculatori.

Quotazioni : stock, indici e materie prime

Torno per un attimo alla borsa, un mercato in cui si comprano e vendono azioni e in cui avviene il meccanismo dello “scambio”. E’ facile incorrere in questa terminologia, tecnicamente si dice che le azioni vengono scambiate.

Le azioni non sono altro che pezzi o quote di società. Quando una quota viene acquistata si diventa un azionista della società. Le società quotate possono avere delle azioni acquistabili sul mercato pubblico. Ovviamente una società può operare attraverso il mercato primario o vendere quote direttamente a investitori privati o grandi istituzioni.

Se operi nel forex devi conoscere anche questi meccanismi e stare attento a quello che accade con le quotazioni. Lo stesso discorso vale per le materie prime o gli indici. Per questi ultimi è molto importante studiare i dati storici e fare analisi.

CFD : i contratti derivati

Nelle sezioni precedenti abbiamo visto come ci siano realmente degli scambi “fisici” con le quote di società o altri beni. Negli ultimi decenni su mercato sono apparsi altri strumenti finanziari che hanno creato delle opportunità enormi sia per gli investitori che per le società: uno di questi è il CFD.

Un CFD non è altro che un accordo tra due parti che si chiama Contratto per differenza (Contract for difference) e che consente di scambiare la differenza tra il prezzo di esercizio o apertura ed il prezzo di chiusura. Questo contratto può essere stipulato tra il trader, ad esempio, ed un broker. Ci sono dei eToro (clicca qui per scoprirlo), che da anni lo eroga in diverse modalità. Attraverso una rete di influencer o guru che condividono strategie o in modalità following.

In questo modo si crea una grande community finanziaria che apre nuovi scenari e offre tante possibilità di guadagnare.

Conclusioni

In questa guida ho affrontato molti aspetti legati al trading. L’ultimo consiglio che voglio dare è quello di affrontare questa sfida con grande passione. Non è da tutti fare il mestiere del trader e vivere di questo, ci vuole grande impegno. Se non sottovaluterete i rischi e affronterete con il giusto atteggiamento tutte le problematiche allora vi potrete togliere grandi soddisfazioni.

Raccontami ora la tua esperienza nei commenti.

1 Commento
  • Ciao,
    condordo quando parli dei broker autorizzati. In effetti moltissimi traders non hanno ancora ben presente la differenze tra le varie licenze. Come spieghi tu meglio essere seguiti da professionisti che ti aiutano in un percoso di crescita professionale piuttosto che inseguire la promozione di turno.

    Come dici te io utilizzo la mia piattaforma da anni, vengo seguito e supportato e questo mi consente di fare trading in maniera profittevole.

Lascia un commento