Forex trading: dollaro e yen a confronto



Su Mercati24 di solito ci occupiamo di monitorare attentamente il cambio euro / dollaro ma oggi vogliamo dare uno sguardo ad un altro cross molto interessante e molto carico di significati, il cambio tra dollaro e yen. Questo cambio è particolarmente interessante perché mette a confronto due divise deboli a causa delle politiche monetarie estremamente espansive a cui sono sottoposte.

In USA la FED della Yellen sta continuando a danzare sul filo del baratro con il quantitative easing che è stato solo scalfito mentre in Giappone la Banca Centrale continua una politica di monetizzazione totale dell’immenso debito pubblico nipponico. In pratica il piano del premier Kenzo Abe prevede che lo Stato si faccia carico di investimenti molto pesanti in deficit e che questi investimenti vengono effettuati tutti in deficit, con l’intervento diretto della Banca Centrale per sottoscrivere le quote del debito pubblico. E’ una politica che dovrebbe rimettere in moto lo sviluppo mediante un duplice effetto: da una parte l’effetto diretto degli investimenti sulla domanda aggregata, dall’altro la svalutazione dello Yen, conseguente alla politica monetaria espansiva, che dovrebbe portare ad un incremento delle esportazioni.

Fino ad ora la politica ha avuto esiti fallimentari: il Giappone permane in deflazione, il cambio debole non ha favorito più di tanto l’economia nipponica che dipende molto dalle importazioni di materie prime dall’estero, situazione peggiorata dopo la tragedia di Fukushima e il conseguente blocco del nucleare.
Kenzo Abe, però, invece di desistere da questo tipo di politica a causa degli insuccessi aumenta la dose espansiva della sua politica e ha già promesso tagli significativi alle imposte che le imprese devono pagare.
Gli analisti internazionali, però, hanno poca fiducia nel futuro dello Yen: ad esempio Jp Morgan ha pubblicato un report in cui prevede il cambio dollaro / yen a 106 prima della fine del 2014.
In pratica il dollaro è visto più stabile dello Yen. Leggendo tra le righe, poi, si intuisce che gli analisti prefigurano anche una forte ripresa di inflazione in USA con conseguente innalzamento dei tassi di interesse da parte della FED e conseguente fine dell’epoca del tasso a zero.

2 Responses to Forex trading: dollaro e yen a confronto

  1. Capirino ha detto:

    Una bella analisi, secondo me il Giappone rischia proprio di implodere, ha un debito pubblico che ormai supera il 200% del PIL e deve importare tutte le materie prime principali. Qualunque altra economia sarebbe crollata, il Giappone ha il vantaggio di avere un popolo molto disciplinato e laborioso e soprattutto ha zero immigrati e quindi una società più solida e meno problematica. Tuttavia se il Giappone vuole tornare a crescere deve fare qualcosa per alleggerire l’immensa zavorra costituita dal debito pubblico.

  2. Lopu78 ha detto:

    Ma diciamo che condivido solo fino ad un certo punto, perché se lo Yen piange nemmeno il dollaro ride. Anche la FED sta giocando con il fuoco e Obama sta scuoiando l’America minando i fondamenti stessi dell’economia. Non sappiamo quanti anni saranno necessari a rimuovere le macerie, adesso non possiamo nemmeno vederlo per i fumi del quantitative easing!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *