Francia, PSG: video scandalo di Aurier “Blanc è una checca”

Il Paris Saint-Germain e Optionweb, leader europeo per il trading online, hanno annunciato l’avvio della loro partnership, si tratta della prima collaborazione tra la squadra ed un broker.
Grazie a questa partnership, OptionWeb vuole offrire ai propri clienti e collaboratori accesso a servizi e vantaggi esclusivi legati al Club parigino. OptionWeb è la prima piattaforma di opzioni binarie ad aver ricevuto regolare licenza per operare sui mercati europei. Leader del mercato francese con più di 800 dipendenti in 29 paesi, 6500 trader attivi in Europa e 80.000 transazioni al giorno, dopo aver raggiunto una posizione di spicco sia in Italia che in Germania, OptionWeb aspira ora a divenire il leader mondiale del trading on-line. Se desideri investire sui mercati finanziari con i migliori servizi di sempre (formazione, conferenze web, analisi ecc…) clicca qui.

A 48 ore dall’importante partita di Champions col Chelsea, un fulmine a ciel sereno rompe la quiete del club parigino, creando malumori all’interno della squadra e della società. Il terzino ivoriano, Serge Aurier ha diffuso in rete un video in cui esprime offese omofobia al proprio allenatore, Laurent Blanc e pesanti critiche a molti compagni di squadra.

I FATTI
Nel chiuso della propria stanza ma in diretta mondiale; le nuove tecnologie offrono grandi possibilità ma, se usate con leggerezza , espongono ad altrettanti rischi. È quello che è successo a Serge Aurier, terzino del Paris Saint Germain e della nazionale ivoriana. In compagnia di un suo amico, il calciatore ha usato l’app Periscope per rispondere in diretta video a tifosi curiosi di poter interagire con un personaggio famoso. E, approfittando del l’evidente stato di ebbrezza del calciatore le domande si sono fatte sempre più spinte e le risposte sempre più compromettenti. La diplomazia non è il forte di Aurier e presto l’esperimento social si trasforma in uno spiacevole incidente. Incalzato dagli spettatori,l’ivoriano si lascia andare a pesanti offese verso il suo allenatore, definito una “checca” e quando gli chiedono se Blanc pratichi sesso orale ad Ibrahimovic, Aurier conferma con un eloquente “fino alle palle, fratello”. E ancora sul compagno di squadra , a chi gli chiede se lo svedese mette pressione agli altri calciatori del Psg risponde smargiasso: “ma sei scemo? Guardami in faccia, pensi che possa mettere pressione a me? E’ una bestia ma gentile, non disturba”. Le offese però non finiscono qui, ormai sempre più a ruota libera Aurier definisce Di Maria un “pupazzo” e a chi gli chiede chi preferisce come portiere tra Trapp e Sirigu, risponde sicuro “Trapp, Sirigu è finito”.
In un primo momento il calciatore ha provato a giustificarsi maldestramente sostenendo la tesi di una contraffazione del video ma la versione non regge l’evidenza dei fatti, tanto più che l’ivoriano non è nuovo a gaffe simili. Lo scorso anno è stato squalificato dall’Uefa per aver pesantemente offeso sulla propria pagina Facebook l’arbitro dopo la sfida di Champions proprio col Chelsea.

LE REAZIONI Com’era facile prevedere il video ha provocatore relazioni nei compagni di squadra che si dicono sorpresi e delusi. Ibrahimovic si è limitato a farsi tradurre con esattezza le parole di Aurier ma, conoscendo il personaggio e la sua forte leadership, affronterà a muso duro il compagno. Blanc, invece, ha esternato tutta la propria indignazione per il comportamento del terzino che proprio lui volle nel luglio del 2014, dopo un brillante mondiale disputato in Brasile con la nazionale ivoriana. “L’episodio – ha dichiarato Blanc – ha perturbato il gruppo, nessuno poteva immaginarsi una situazione simile che però può accadere in tutti i grandi club, soprattutto a causa dei social network. L’ho presa male, perché anche se ognuno ha diritto di pensare e dire ciò che vuole, Aurier l’ho imposto io due anni fa ai dirigenti e oggi tutto ciò che ottengo come ringraziamento è questo, mi sembra penoso. Si è penalizzato da solo, ne pagherà le conseguenze, ma è ancor più grave che abbia penalizzato il club. Con Aurier risolverò la questione anche di persona. Per ora rimane sospeso, quando il club deciderà cosa fare, lo saprete di sicuro. Adesso, pensiamo al Chelsea”.
Nel frattempo il club ha deciso di sospendere il giocatore che, da parte sua, ha rilasciato un’intervista in cui ha chiesto scusa al club, all’allenatore, ai compagni di squadra e ai tifosi, ammettendo le sue colpe e dicendosi pronto ad accettare qualsiasi decisione della società. Nonostante le scuse, l’avventura parigina di Aurier pare essere giunta alla sua conclusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *