GBP/USD in difficoltà nonostante gli ottimi fondamentali

Nel Forex ci sono sempre mille sorprese, a volte quando i fondamentali dicono una cosa, succede poi l’inverso. Chi come me, ha una estesa conoscenza del mondo delle valute, sarà sicuramente al corrente di come un ottimo dato fondamentale, possa invece indebolire la valuta in questione.

E’ proprio il caso della coppia di valute GBP/USD, che è stata sotto pressione durante la giornata di venerdì, dopo che i compratori hanno fallito nel loro intento di portare il valore della valuta verso l’alto, proprio dopo il dato del UK QE GDP (in parole povere, il PIL). Il dato ha segnalato che il PIL è aumentato del 2.3% annualmente, incontrando quindi le aspettative. Il PIL per l’ultimo trimestre è aumentato dello 0.5%, incontrando le aspettative anche qua.

Screenshot 2015-11-27 14.24.44

La vendita ha portato la coppia GBP/USD fin giù a 1.5030, proprio poco sopra il minimo del 6 novembre scorso, adesso nelle ore che precedono alla chiusura dei mercati, la coppia è riuscita a rintracciare leggermente intorno al livello di 1.5050.

Anche l’azionario inglese è caduto durante la giornata di venerdì, in quanto gli investitori sono stati incoraggiati a vendere i mercati a causa di una caduta nelle azioni Cinesi. Il movimento ribassista è arrivato dopo che il regolatore cinese stava investigando su due aziende di broker cinesi, circa la sospetta violazione delle regole bancarie.

plus500
Plus500 è il miglior broker per negoziare valute forex: clicca qui e apri subito il tuo conto gratis

La coppia EUR/USD si è spostata lentamente verso il livello di $ 1,06 venerdì mentre gli investitori si sono preparati alla possibilità di ulteriori tagli dei tassi di interesse della zona euro la prossima settimana. La Banca centrale europea sta anche valutando altre opzioni. Un consenso dei commercianti ritiene che la banca centrale continuerà negli acquisti di asset e tassi di interesse più bassi. La pressione di vendita era abbastanza forte per permettere alla coppia Forex di essere in grado di sfidare il suo minimo di aprile: 1,0520.

I futures dell’oro Comex di febbraio si sono indeboliti venerdì in reazione al forte dollaro USA. La pressione di vendita è stata anche qui abbastanza forte da mettere la materia prima sul floor di 1.062,40, che adesso è a rischio. I traders tecnici hanno individuato 1.050,00 come il prossimo target di questa materia prima, che sembra ormai spacciata pur essendo in un momento storico dove potrebbe essere utile.

A meno che non ci siano ulteriori sorprese, ecco la situazione forex per questa settimana:

EUR/USD 1.0577 -0.0023 -0.21%
USD/JPY 122.6600 -0.0200 -0.02%
GBP/USD 1.5041 -0.0039 -0.26%
EUR/GBP 0.7033 0.0003 0.05%
EUR/JPY 129.7500 -0.2670 -0.21%
AUD/USD 0.7199 -0.0012

One Response to GBP/USD in difficoltà nonostante gli ottimi fondamentali

  1. Demi ha detto:

    Quando a dicembre la Yellen sarà costretta a muovere i tassi all’insù di questo passo succederà una catastrofe, mercati volatili al max…buone occasioni di fare profitti senza dubbio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *