Goldman Sachs: analisi degli investimenti su azioni o su bond in questo 2018

Tra azioni e obbligazioni oggi è lecito porsi la domanda del dove investire, anche perché, i primi giorni di questo nuovo anno sono stati già una sorta di rivelazione delle tendenze che varranno per tutto l’anno.

Dal momento che questo è un discorso “investimenti” a lungo periodo, è normale che la risposta alla domanda se valga la pena di più investire in azioni o in bond nel 2018 non si lega ad un discorso speculativo.

Ovviamente è normale avere dubbi sull’investimento di azioni o obbligazioni nell’anno in corso, soprattutto se l’intento è quello di ricavare un buon profitto sul lungo termine (in caso contrario si abbandonerebbe l’idea a favore di altri asset).

Il confronto tra azioni e bond non è affatto semplice, a maggior ragione se si è alle prime armi con il mondo degli investimenti sarebbe il caso di prendere sempre in considerazione le analisi degli esperti.

A prescindere il fatto che tra il 2017 e il 2017 siano stati messi in circolo molti report aventi come tema ” azioni o bond nel 2018″, quello che merita di certo un’attenzione particolare è l’analisi fatta da Goldman Sachs.

Prima di passare al vaglio il contenuto dell’analisi di GS bisogna prima imparare a fare la netta distinzione tra azioni e obbligazioni.

Cosa preferire tra azioni e obbligazioni in questo 2018

Goldman Sachs, in particolare per il 2018, predilige come asset l’azionariato: appare dunque evidente quale per lui sia la risposta più efficiente che può essere fornita alla domanda “meglio investire in azioni o bond?”.

Gli analisti hanno fatto come previsioni “rendimenti positivi, sebbene moderati, sostenuti dal perdurare dell’espansione economica e dal buon livello degli utili”. Ovviamente le notizie non si limitano a questa affermazione, anzi, grazie ad una serie di dati, Goldman Sachs è stato in grado di dimostrare che il valore delle azioni nell’anno in corso avrà la possibilità di crescere di più di quello dei bond.

Preferire azioni ai bond nel 2018, perché?

Goldman Sachs ritiene che le azioni vadano preferite ai bond nel 2018 perchè hanno la capacità di garantire degli esiti seppur moderati, comunque positivi.

Secondo gli esperti, dopo la corsa che il mercato azionario ha effettuato nel 2017, bisogna aspettare un miglioramento ulteriore delle performance pure per l’anno in corso. Gli analisti si aspettano rendimenti positivi ma contenuti che avranno il pieno appoggio dell’espansione economica e del buon livello degli utili.

Alla luce della preferenza accordata al mercato azionario, è logico chiedersi su quali azioni conviene investire nel 2018. La preferenza di Goldman Sachs vsi concentra sul mercato europeo e su quello giapponese, dove le valutazioni relative hanno il massimo appoggio. Se si vuole invece portare il discorso su tutti i mercati azionari, la preferenza di Goldman Sachs si concentra sulle azioni dei paesi emergenti.

Brutti esiti sono invece emersi andando GS a fare le previsioni sul mercato obbligazionario e, nello specifico, sui titoli di stato.

Per questo motivo gli analisti hanno il sentore che il mercato stia prendendo sotto gamba il ritmo dei futuri rialzi dei tassi della Fed. Inoltre il rischio di una politica fiscale Usa dai caratteri più espansivi e il dibattito sulla possibilità che la Federal Reserve fissi target di inflazione danno dimostrazione che si necessiti di un più ampio premio al rischio dei bond governativi.

In virtù di tali considerazioni tra azioni e bond si devono preferire le prime, non per forza comprando fisicamente titoli ma cominciando almeno attraverso il trading di CFD.

Se si sa scegliere la giusta piattaforma, si può pure puntare sull’andamento delle azioni dei paesi emergenti per poi ricavare così vantaggio dai suggerimenti dati da Goldman Sachs.

Investire in Borsa con Iq Option

Uno dei migliori modi per investire in azioni è utilizzare Iq Option: puoi investire sulle azioni dei paesi emergenti con il trading CFD aprendo un conto demo! IQ Option ti permette di aprire una demo gratis e fare subito trading. Il conto demo è gratuito e illimitato ma se decidi di operare con soldi veri puoi iniziare con un capitale di appena 10 euro. Clicca qui per iscriverti gratis su Iq Option.

Imparare a scegliere le migliori azioni 2018

Per saper investire sulle migliori in questo nuovo anno, c’è bisogno di focalizzarsi sul giusto contesto di riferimento. Dall’analisi di Goldman Sachs è emerso che si deve guardare il prezzo del petrolio e l’andamento dei cambi come materie prime e valute.

Secondo gli analisti il range delle quotazioni del greggio scaturisce dai tagli alla produzione dell’OPEC e dall’offerta di shale oil. Per questo Goldman Sachs parte dal presupposto che i tagli alla produzione stabiliti dai paesi produttori di petrolio porteranno i valori minimi dei prezzi a quasi 40 dollari al barile, mentre quella che è l’ampissima offerta di shale oil bloccherà il prezzo a non oltre i 60 dollari al barile.

Sulla base di tali pronostici Goldman Sachs pensa che il mercato delle materie prime non uscirà dal suo range di negoziazione, di conseguenza per chi va in cerca di miglior azioni su cui investire nel 2018, allora l’attenzione si deve spostare ai titoli del settore oil e, nel caso italiano, alla quotazione Eni.

Investire nel 2018, azioni e bond o azioni e valute?

Se il binari fatto da azioni e bond non si presenta come una perfetta accoppiata delle proprie risorse, il discorso invece cambia per un affiancamento tra azioni e valute. Sull’esame del Forex, gli analisti di Goldman Sachs hanno previsto che nel 2018 il Dollaro possa ritornare a rafforzarsi in seguito all’andamento debole avuto nel 2017.

Stando agli esperti, infatti, i differenziali sui tassi di interesse andranno favorire gli Usa. Se ciò accadrà, Goldman Sachs sostiene di poter anche decidere di troncare alcune posizioni dal momento che i differenziali dei tassi quasi certamente diminuiranno anche quando altre banche centrali cominceranno a normalizzare i tassi.

In questo ambito, gli esperti pensano che l’andamento nel 2018 del dollaro sia destinato ad essere molto positivo. Se quindi voglia un’idea di quale coppia di valute sia l’ideale per investire nel Forex Trading, i cross che includono il Dollaro Usa sono quelli più da tener presente. E infatti delle migliori coppie forex nel 2018 vanno prese in considerazione quelle del Renminbi cinesi mentre per quanto riguarda Yen Giapponese e Euro non attirano granché.

Investimenti in azioni o bond nel 2018: le deduzioni

Dall’analisi di Goldman Sachs emerge palesemente che conviene investire più in azioni che non in obbligazioni nel 2018. I bond, infatti, hanno una moltitudine di punti di debolezza e quindi meglio starne alla larga. Dal momento che di solito la maggior parte decide di investire in azioni e bond contemporaneamente, si consiglia quindi di lasciare perdere le obbligazioni e osservare le azioni e le valute. Come già detto poc’anzi, esistono convenientissime combinazioni per fare trading tra le varie coppie valutarie.

Ad esempio, la piattaforma Iq Option consente di fare trading di azioni ma anche di valute forex, di materie prime e persino di criptovalute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *