Grossa crisi per il settore manifatturiero Britannico

L’EEF, la lobby per l’ingegneria e la produzione nel Regno Unito, lunedì scorso ha più che dimezzato le previsioni di crescita per il settore manifatturiero della Gran Bretagna quest’anno, da 1,5% a 0,7%.

Il gruppo ha accusato quello che considera una “montagna russa del rischio”, dicendo: “. I dati soddisfacenti forniti dalla domanda dei consumatori nazionali e l’attività edilizia non sono sufficienti a tenere testa ai numerosi fattori globali negativi”.

I grandi problemi sono l’economia cinese in decrescita e le recenti turbolenze del mercato azionario, la crisi del debito della Grecia, e l’incertezza in Europa, con la BCE che taglierà le sue previsioni di crescita venerdì prossimo.

Tutti e tre si stanno indebolendo direttamente o indirettamente riducendo la propensione del rischio.

La produzione dei produttori britannici è scesa del 2% nel secondo trimestre, la peggiore performance dal 2009. Le esportazioni sono anche a un livello minimo degli ultimi 6 anni.

Di conseguenza, l’EEF sta tagliando le previsioni nel suo sondaggio trimestrale.

Plus500

Con Plus500 (clicca qui per il sito) è possibile fare trading sui maggiori titoli azionari Inglesi.

Guardate ad esempio come sta andando l’azionario della compagnia assicurativa leader nel settore, Direct Line (DLG-L):

sterlina

Tornando al discorso precedente, Lee Hopely, il principale economista del EEF, ha affermato in una dichiarazione: “Abbiamo visto il futuro della zona euro in linea, ancora una volta, la turbolenza e l’incertezza sulla Cina e la Grecia e, naturalmente, il petrolio e il gas sono però ancora una preoccupazione per il ribasso dell’europa. In questo contesto non c’è da sorprendersi che la fiducia stia vacillando e i produttori del Regno Unito si sentono meno ottimisti circa le loro prospettive di crescita per il prossimo anno.

“Tuttavia, è importante notare che la fiducia è diminuita drasticamente, ma non è crollata del tutto, e se la resistenza globale risalirà in qualunque momento, la produzione del Regno Unito dovrebbe molto rapidamente tornare nel suo regolare e precedente ritmo.”

Il Regno Unito non è l’unico paese europeo a soffrire per la produzione, ma anche la Francia è in seria difficoltà, il settore manifatturiero Cinese è anche in grossa crisi per quanto riguarda il resto del mondo, e anche gli Stati Uniti sono in difficoltà.

sterlina euro

La domanda, per i traders del Forex, è questa: la coppia GBP/EUR tornerà verso la parità al più presto, oppure no? Fatecelo sapere attraverso i commenti!

One Response to Grossa crisi per il settore manifatturiero Britannico

  1. Conte Zio ha detto:

    Ottimo articolo, comunque secondo me la sterlina è più forte dell’euro, loro hanno Cameron che è un esempio di buon governo…noi chi abbiamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *