I diversi tipi di opzioni binarie

Quali sono i diversi tipi di opzioni binarie e a quali categorie di investitori si adattano meglio.

Abbiamo visto, con un articolo pubblicato tempo fa, che le opzioni binarie sono letteralmente la nuova frontiera del trading online visto che consentono di coniugare gli altissimi rendimenti tipici degli investimenti speculativi più spregiudicati con una facilità di utilizzo che lascia davvero a bocca aperta.

i diversi tipi di opzioni binarie

In questo articolo analizzeremo i diversi tipi di opzioni binarie e individueremo a quali classi di investitori si adattano. Prima di proseguire, voglio fare una precisazione. Tipicamente si pensa che le opzioni binarie sono adatte solo ad un pubblico di principianti o di aspiranti trader. I fatti, però, parlano diversamente: sono tantissimi i trader anche molto esperti che utilizzano le opzioni binarie in strategie complesse, magari per fare hedging.Passiamo comunque alla nostra disanima dei tipi di opzioni binarie.

Il primo tipo di opzioni binarie è costituito dalle opzioni top / down che sono, diciamo così, il caso più classico. Il trader deve individuare se il prezzo di un dato bene, all’interno di uno specificato intervallo di tempo, salirà o scenderà. Si tratta di una previsione relativamente facile da fare, soprattutto se si è abbonati a qualche buon servizio di segnali o comunque si seguno news finanziarie. Questo è un tipo molto controllabile e trasparente, consigliato soprattutto ai trader inesperti (ovviamente gli esperti lo potranno utilizzare per fare hedging di altre posizioni, ma questo tema è così complesso che merita un articolo a parte).

Il secondo tipo è costituito dalle cossidette opzioni interval: in questo caso la previsione non dovrà individuare un trend, ma un intervallo di prezzi entro cui si troverà il prezzo dell’asset allo scadere dell’opzione. Come si può facilmente dedurre, i modelli necessari a fare una previsione accurata in questo caso sono estremamente più complessi e quindi questo tipo di opzioni sono, a mio avviso, adatte solo ad esperti. Tuttavia è opportuno ricordare che, se un’opzione top / down può dare un rendimento dell’85%, non è raro vedere rendimenti anche del 380% in questo caso, vista la complessità necessaria a fare questo tipo di predizione.

Il terzo tipo di opzioni binarie, infine, è quello che presenta le maggiori difficoltà predittive: le opzioni touch. In questo caso l’opzione paga se il prezzo dell’asset tocca, anche solo per pochi istanti, un prezzo definito. Come è ovvio, se è facile prevedere un trend rialzista o ribassista ed è comunque possibile (anche se complesso) prevedere un intervallo di prezzi, prevedere se il bene assumerà proprio un prezzo preciso non è facile. Anzi, diciamo pure che i modelli matematici che consentono di fare questo tipo di previsione facilmente sbagliano, c’è un elemento aleatorio molto forte. Per questo motivo si tratta, in pratica, di un azzardo. Non consiglio ne a trader esperti ne a principianti di utilizzare questo tipo di opzioni, anche se possono essere alletati da rendimenti che sono davvero elevatissimi. Tuttavia è sempre opportuno ricordare che l’attività di trading deve essere condotta in modo razionale, sulla base di previsioni ottenute con metodi a piacere del trader (analisi tecnica, analisi fondamentale o ancora meglio una opportuna combinazione delle due) ma non operando in modo completamente casuale.

 

2 Responses to I diversi tipi di opzioni binarie

  1. Felisandro ha detto:

    Analisi davvero buona, io lavoro comunque con le opzioni interval perché sono un esperto da trader (20 anni di esperienza) e ci faccio dei bei soldi, ma sconsiglio a chi non ha la mia stessa esperienza di farlo. Meglio orientarsi verso più tranquille e sicure (anche come rendimenti) opzioni top down.

  2. Conte Zio ha detto:

    L’importante con le opzioni binarie è fare soldi, sempre e comunque. Teniamo gli occhi aperti, seguiamo i mercati e guadagniamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *