I Piani di Risparmio Individuali (PRI) sono una bolla?

Piani Risparmio Individuali

La scorsa settimana è comparsa sul Sole 24 Ore una tabella riepilogativa dell’offerta dei Piani Individuali di Risparmio da parte delle banche (vedi foto). I Piani di Risparmio Individuali consentono di sfruttare l’esenzione da tasse tramite l’investimento in azioni e detto di piccole/medie imprese italiane per cinque anni.

I dati che sono stati pubblicati confermano i timori degli esperti di finanza: un vero e proprio rischio di predazione dalle banche e un effetto liquidità che sembra essere a tutti gli effetti precursore di una vera e propria bolla finanziaria.

Gli analisti affermano che basta osservare le strutture di costo che vengono offerte dagli intermediari finanziari, per capire quanto quest’ultime siano scontate a prezzi vicini a zero.

Tuttavia esistono delle commissioni di gestione (fino al 2%) e 10% per le performance, così come il 25% per l’excess return, che rendono questo investimento molto profittevole non per gli investitori ma bensì per gli intermediari.

Questa somma di commissioni, molto alta e totalmente fuori dal mercato, andrà man mano a “rosicchiare” il ROI (Ritorno sull’Investimento), consentendo agli intermediari di incassare una parte molto grande del beneficio fiscale che è previsto per il cliente.

Se quindi questo metodo d’investimento doveva essere molto vantaggioso, adesso non lo è più, in quanto il sistema degli intermediari è riuscito a mettere le mani su un mercato molto redditizio, proprio in un momento come questo dove la gestione attiva è in grande crisi ad appannaggio di ETF e Fondi Passivi, dove invece il valore aggiunto non è dovuto dal prodotto stesso ma bensì dall’asset location.

Il cliente non viene nemmeno avvisato del rischio elevato a causa delle tipologia di emittente, così come quello domestico italiano, come per le medie e piccole imprese.

Inoltre è necessario considerare il rischio dei flussi di risparmio e di liquidità vadano nei confronti di società quotate non molto numerose, quindi con una bassa capacità di assorbimento. Il rischio viene evitato anche evitando i costosi pacchetti “già pronti” delle società di intermediazione.

Per fare un esempio, basta analizzare l’ETF “Pir-compliant”, il Lyxor FTSE Italian Mid Cap. Questo è un Etf che investe in ben 60 aziende italiane con capitalizzazione media.

Questo ETF ha avuto un apprezzamento ottimo, pari al 30% grazie alle prospettivo. Sicuramente questo innalzamento di valore può anche essere dovuto alle prospettive in miglioramento delle nostre aziende a capitalizzazione media, ma in gran parte potrebbe anche essere dovuto all’effetto di liquidità “aumentata” causata dalle agevolazioni sui Piani Individuali di Risparmio.

Non possiamo ancora parlare di bolla finanziaria, ma è comunque vero che le nostre società a media capitalizzazione hanno dei prezzi che sia secondo noi, sia secondo gli altri analisti e quotidiani finanziari, assolutamente fuori mercato.

Importante quindi considerare, prima di investire in un PIR, che gli intermediari in questo momento non stanno facendo altro che addossare il rischio di una bolla di liquidità sulle spalle dei clienti.

Investire in Persone Reali

La piattaforma di trading online con i CFD eToro, consente di far investire tutti i propri clienti in asset costituiti essenzialmente da persone reali.

Su eToro, piattaforma regolata in europa dalla CySEC, è possibile investire nei cosiddetti Popular Investor, professionisti di trading con anni di esperienza che riescono ad offrire dei rendimenti superiori al 50% annuale.

Investire con eToro significa quindi evitare a prescindere le bolle speculative, in quanto grazie all’investimento nei popular investor non si investe con “strani derivati” ma direttamente su persone reali che fanno questo di lavoro oppure per hobby.

Con eToro è quindi possibile creare la propria rendita vitalizia in maniera semplice e veloce. eToro si basa sul Social Trading. Con eToro è possibile sapere tutto di tutti, compresi i guadagni, perdite e molti altri dati interessantissimi.

Per iniziare a guadagnare con eToro, è sufficiente registrarsi ed aprire un conto adesso. Clicca qua per iniziare oggi.

Ricordiamo inoltre che la piattaforma di eToro ha da poco introdotto i CopyFunds. Esistono infatti i Top Trader CopyFund, veri e propri fondi che inglobano i migliori e più stabili trader sul network eToro. Esistono inoltre anche i Market Copyfund, che comprendono le materie prime o ETF sulla base di una strategia di mercato comune.

eToro offre i copyfund per consentire agli investitori di ridurre al minimo i rischio, massimizzando le opportunità di crescita tramite strumenti di investimento diversificati.

La piattaforma di eToro non utilizza bolle speculative o altri metodi rischiosi per promuovere i propri prodotti, ma esige invece la massima affidabilità dai trader presenti sulla piattaforma, offrendo strumenti di alta gamma al passo coi tempi.

Clicca qua per iniziare oggi a provare eToro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *