Il bitcoin è una truffa oppure ci possiamo fidare?

bitcoin truffa

Il bitcoin è una truffa? Il bitcoin va di moda, non ci sono dubbi. Purtroppo però molti che si avvicinano per la prima volta al mondo dei bitcoin e delle criptovalute non hanno le idee chiare e temono che il bitcoin sia una truffa? Ma lo è davvero? Oppure ci possiamo fidare ad occhi chiusi dei Bitcoin?

La verità sta nel mezzo: ci sono state nel passato tantissime truffe legate ai bitcoin e purtroppo ancora oggi ci sono truffe. Questo significa che bisogna procedere con grandissima attenzione. Tuttavia il bitcoin non è una truffa: coloro che hanno saputo approfittare del bitcoin hanno potuto accumulare facilmente guadagni elevatissimi. Ad esempio, qualche tempo fa abbiamo raccontato la storia di un ragazzo che è diventato milionario grazie ai bitcoin: si tratta solo di un esempio, in effetti, e per di più un esempio curioso visto che il ragazzo è riuscito a diventare milionario grazie ai bitcoin senza nemmeno volerlo, ma in realtà sono tanti coloro che hanno accumulato guadagni immensi grazie ai bitcoin.

Il fatto che il bitcoin sia una criptovaluta e che quindi non esista un’attività centrale che controlla e regolamenta il mercato, espone l’investitore (soprattutto il meno esperto) al pericolo di truffe.

Una delle più grandi truffe della storia dei bitcoin è quella di Mt. Gox, un bitcoin exchange giapponese che nel 2014 sottrasse ai conti dei clienti bitcoin per un controvalore di 350 milioni di dollari. All’epoca Mt. Gox gestiva una quota consistente di tutti i bitcoin e il colpo fu così grave che si pensava rappresentasse la fine per il bitcoin. In realtà la criptomoneta riuscì a sopravvivere anche se le truffe da parte dei bitcoin exchange continuarono.

Nel corso del tempo, poi, sono nate tutta una serie di false criptovalute che in realtà sono schemi piramidali come ad esempio:

  • Onecoin
  • Coinspace
  • Swisscoin
  • Molte altre ancora

Questo tipo di truffe sono così comuni che è nato persino un sito, Truffacoin.com per censirle e mettere in guardia i più ingenui dal cadere nella trappola. Come funzionano queste truffe? In pratica, gli ingenui sono convinti ad investire il loro denaro per investire in una criptovaluta che non vale niente e che non è nemmeno una criptovaluta visto che c’è un’azienda (tipicamente registrata in un paradiso fiscale) che emette la valuta. Ai clienti sono promessi guadagni favolosi che però si ottengono solo facendo sì che altre persone investano nella criptovaluta. In pratica, si tratta di schemi Ponzi da cui guadagnano solo pochi.

Come evitare le truffe con i bitcoin

evitare truffe bitcoinIl primo trucco per evitare le truffe con i bitcoin è quello di stare alla larga da tutte queste criptovalute fasulle che fanno guadagnare solo quando si portano nuove persone nello schema. Il bitcoin è la prima criptovaluta, quella che ha garantito i guadagni più elevati per anni e sicuramente non è una truffa. Ecco perché conviene operare con i bitcoin.

Ma come si fa a evitare le truffe legate ai bitcoin exchange? Mx. Gox era una exchange famoso e considerato affidabile, eppure ha truffato decine di migliaia di investitori. Il trucco è semplice: soprattutto chi non è esperto, dovrebbe semplicemente evitare i bitcoin exchange e scegliere una modalità più sicura e affidabile per investire in bitcoin.

Pochi sanno che è possibile investire in bitcoin utilizzando piattaforme autorizzate e regolamentate dalle autorità di vigilanza finanziaria europee e con registrazione CONSOB. Queste piattaforme, per la precisione, mettono a disposizione contratti per differenza che hanno come sottostante il bitcoin.

Sembra difficile ma non lo è. Questi contratti (abbreviati CFD) sono strumenti finanziari che seguono il prezzo del bitcoin. I CFD sono negoziabili in piattaforme autorizzate e regolamentate, quindi controllati dalle autorità come la CONSOB e, di conseguenza, assolutamente esenti da truffe.

Tra l’altro operare con i CFD ha numerosi vantaggi:

  • Piattaforme regolamentate: nessuna truffa è possibile
  • Assenza di commisisoni: le piattaforme CFD sono solitamente gratuite. Il profitto di una piattaforma CFD è dato dallo spread, una piccolissima differenza tra il prezzo a cui è possibile vendere e il prezzo a cui si compra.
  • Possibilità di guadagnare sia quando il prezzo del bitcoin sale, sia quando scende, ovviamente se si prevede in anticipo il trend
  • Facilità di utilizzo: le piattaforme CFD sono utilizzabili anche da chi non ha le complicate conoscenze necessarie per investire in bitcoin

Migliori piattaforme CFD

Esistono numerose piattaforme CFD disponibili su internet ma non tutte offrono la possibilità di fare trading sui bitcoin. Ecco un breve riassunto delle migliori piattaforme CFD che offrono la possibilità di fare trading sui bitcoin:

BrokerVantaggiDeposito min.Inizia
Spread bassi, demo gratis100 €Apri un conto
Formazione, demo gratis100 €Apri un conto
Social trading200 €Apri un conto

Vediamo più in dettaglio le caratteristiche di ciascuna di queste piattaforme:

Plus500

Plus500 è una delle migliori piattaforme per il trading CFD disponibili in Europa. Si tratta di una piattaforma autorizzata e regolamentata CySEC, senza commissioni e senza costi fissi. Plus500 è una piattaforma davvero professionale, in grado di soddisfare le esigenze dei trader più esperti. Plus500 mette a disposizione gratuitamente un conto demo in cui si può fare trading con denaro virtuale, quindi senza rischi.

Puoi iniziare il trading di bitcoin con Plus500 cliccando qui.

Markets.com

Markets.com è una piattaforma estremamente intuitiva da usare, anche per chi non ha mai operato sui mercati finanziari. E’ gratuita al 100%, senza commissioni. Per tutti coloro che non hanno esperienza, offre gratuitamente corsi di trading di alta qualità, sia via internet sia dal vivo. I corsi dal vivo sono organizzati periodicamente nelle principali città italiane. Per partecipare ai corsi, sia a quelli online che a quelli dal vivo, è sufficiente iscriversi.

Puoi iniziare il trading di bitcoin con Markets.com cliccando qui.

eToro

eToro è una delle piattaforme di trading più facili che esistono. Oltre a essere estremamente intuitiva, mette anche a disposizione una straordinaria piattaforma di social trading. Questa piattaforma consente di visualizzare i profitti fatti dagli altri trader e di copiare, in modo completamente automatico, le loro operazioni. Per chi vuole utilizzare questo strumento, ovviamente, è consigliabile copiare in modo automatico i trader più bravi.

Il fatto di copiare ha un duplice vantaggio: da una parte si possono cominciare a ottenere profitti da subito, ancora prima di accumulare la necessaria esperienza. Dall’altra, studiando quello che fanno i trader più bravi è possibile migliorare rapidamente.

Puoi iniziare il trading di bitcoin con eToro cliccando qui.

OneCoin ultime notizie

onecoin ultime notizie
Abbiamo dedicato qualche tempo fa un articolo proprio ad OneCoin per segnalare come l’Autorità Antitrust ha intimato ai gestori della (falsa) criptovaluta di terminare immediatamente qualunque attività di marketing, con la motivazione che si tratta di uno schema Ponzi, vietato dall’ordinamento italiano. Al momento pare che i gestori di OneCoin abbiano deciso di continuare a far finta di nulla. Dopo tutto non rischiano assolutamente nulla visto che il denaro finisce rapidamente in paradisi fiscali.

Riportiamo questa notizia per ribadire, ancora una volta, che è veramente importante evitare qualunque criptovaluta pubblicizzata con la promessa di facili guadagni, soprattutto se i guadagni sono legati al fatto di attirare altre persone. In questo caso, tra l’altro, si può anche essere accusati di complicità e subire conseguenze civili e penali.

Di OneCoin hanno comunque parlato testate importanti, come il Sole 24 Ore.

Truffa CoinSpace

Anche di CoinSpace abbiamo parlato nel recente passato. Malgrado una campagna marketing piuttosto aggressiva, costruita soprattutto grazie a opinioni fasulle diffuse su internet, CoinSpace non è altro che uno schema Ponzi. E’ molto probabile quindi che chi investe dei soldi su CoinSpace li perda tutti. E’ una truffa. Ancora peggiore è il caso in cui si riesce a guadagnare: in questo caso, infatti, i guadagni sono legati esclusivamente al fatto di far comprare CoinSpace ad altre persone. Peccato, però, che in questo modo si commetta un vero e proprio reato penale.

Bitcoin opinioni

Il bitcoin dunque non è una truffa ma di truffe legate al nome del bitcoin ce ne sono tantissime. Evitare le truffe sul bitcoin è fondamentale per ottenere un buon profitto. Proprio per evitare le truffe è importante non seguire opinioni sbagliate. Ad esempio, bisogna evitare di pensare che il bitcoin sia un modo per fare soldi facili.

Questo concetto è infatti sfruttato da coloro che vogliono organizzare truffe per convincere i meno esperti…il risultato non sono grandi guadagni ma grandi perdite!

Il bitcoin è una moneta virtuale perfetta per tutti coloro che voglion ottenere profitti elevati ma per riuscire a raggiungere l’obiettivo bisogna:

  • Utilizzare piattaforme regolamentate e autorizzate (CFD)
  • Concentrarsi sul bitcoin e non sulle criptovalute truffa
  • Studiare i fondamenti del trading (con broker come Markets è possibile farlo gratis)
  • Avere opinioni corrette su cos’è il bitcoin
  • Evitare gli exchange che spesso nascondono vere e proprie truffe

Seguendo questi semplici punti è possibile ottenere risultati davvero eccezionali, anche se si parte da un livello di conoscenza molto basso.

2 Responses to Il bitcoin è una truffa oppure ci possiamo fidare?

  1. Andrea Piepoli ha detto:

    Il bitcoin non è roba per tutti, i CFD sì. Purtroppo entrare in un exchange significa esporsi alla quasi certezza di truffe. Con broker come plus500, etoro markets ma credo ce ne siano anche altri, si ha la certezza assoluta che non si viene truffati e questo conta, eccome se conta.

  2. Fabrizio Gallo ha detto:

    Truffe con i bitcoin se ne vedono da anni. Ma alla fine sono sempre i soliti che cadono nelle trappole dei truffatori. Gente che crede che si può diventare ricchi dalla sera alla mattina con OneCoin o Coinspace o che crede alle favole che raccontano i gestori degli exchange. La verità è che solo operando con i CFD si ha la garanzia assoluta di operare senza truffe, perché in questo caso ci sono le varie commissioni di vigilanza che appunto vigilano.

    Il bitcoin puro non lo vigila nessuno. Poi c’è gente a cui piace farsi truffare e poi magari scrivere sui forum che il bitcoin è tutta una truffa. Ma sui gusti personali non discuto, c’è persino gente a cui piace prenderla nel lato B 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *