Il dollaro perde terreno dopo le Minutes della Federal Reserve

cambio dollaro euroIl dollaro americano ha continuato a scendere durante la scorsa sessione asiatica, in quanto i trader sono sembrati abbastanza stizziti dal fatto che le minutes della Federal Reserve sono risultate una delusione.

Il Dollaro è attualmente scambiato a 94.05, giù di praticamente 100 punti dal record di 95.40 di qualche tempo fa.

Le minutes della FOMC hanno continuato ad indicare che la Federal Reserve non ha alcuna fretta per innalzare i suoi tassi d’interesse, che è praticamente quello che la Janet Yellen sta dicendo da settimane.

Il Greenback è in fase difensiva contro l’euro e lo yen, in quanto è stato schiacciato verso il basso. Per quanto riguarda la coppia USDJPY, ci troviamo attualmente a 118.96, proprio sotto il livello dei 119, che sono stati rotti in nottata, dove il cross ha registrato un massimo di 119.41 durante la notte.

Per quanto riguarda invece il Dollar Index, è stata registrata una perdita dello 0.1% dopo che l’indice si è schiantato verso il basso perdendo 0.4%.

L’Euro è in guadagno

L’Euro, in quanto anti-dollaro, si trova adesso appena sotto gli 1.14, ma ha raggiunto in mattinata gli 1.1419, dopo che la Grecia ha confermato che vorrebbe un’estensione del piano di salvataggio.

La Grecia continua a confondere i mercati in quanto i cambi di fronte sono all’ordine del giorno, e il malcontento dei leader e delle organizzazioni Europee continua ad aumentare.

Nonostante i Greci abbiano intenzione di richiedere un’estensione, stanno affermando in queste ore che questa estensione ha dei “termini e condizioni”, quando in realtà l’Eurozona richiede una semplice estensione del piano di salvataggio ai termini attuali, oppure l’allontanamento dall’UE.

L’Euro è abbastanza stabile, nonostante i grossi rischi che attualmente risiedono in Grecia. Un aumento dei rischi potrebbe invogliare i traders ad intraprendere delle posizioni euro short. La moneta unica potrebbe ricevere più supporto secondo la buona riuscita o meno delle negoziazioni tra la Grecia e i suoi creditori, questo è senza dubbio la più grande causa di una possibile volatilità nei prossimi mesi.

In Asia, questa mattina, il dollaro australiano e il dollaro neozelandese hanno continuato a guadagnare terreno in quanto il dollaro statunitense ha subito una bella batosta, come abbiamo appena annunciato. L’Aussie sta quindi tradando in questo momento a 0.7835 e il dollaro neozelandese ha toccato il livello di 0.7570. Il kiwi è risalito forte della nuova fiducia degli investitori nell’economia neozelandese. Tuttavia, il maggior “market-mover” è stato il dollaro americano che è sostanzialmente sceso durante le Fed minutes.

Riassumiamo la situazione attuale dei mercati mostrando le coppie major, il loro prezzo, il cambiamento in pips e la percentuale di spostamento del prezzo.

EUR/USD 1.1391 -0.0011 -0.08%

USD/JPY 118.860 0.1380 0.16%

GBP/USD 1.5447 0.0005 -0.01%

USD/CHF 0.9478 0.0060 0.52%

EUR/CHF 1.0797 0.0057 0.43%

AUD/USD 0.7807 -0.0008 -0.29%

2 Responses to Il dollaro perde terreno dopo le Minutes della Federal Reserve

  1. Carolina ha detto:

    Secondo me qui siamo in presenza di una gara a chi fa peggio tra BCE e FED, tutte e due stampano carta straccia con velocità relativa che varia. E la velocità relativa con cui stampano carta straccia determina anche la forza relativa delle due valute

  2. Conte Zio ha detto:

    Grandissimo commento Carolina, io avrei scritto lo stesso…la misurazione della velocità di stampa della carta straccia è esilerante come concetto, peccato che sia una cosa che in effetti si può fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *