Economia e Finanza

Indicatore MACD

Sai già quanto sono importanti gli indicatori di trading per fare negoziazioni vincenti? Se è così qui puoi ampliare le tue conoscenze per dominare i mercati anche con l’aiuto dell’indicatore MACD. Da sempre i professionisti di trading online usano il MACD per scovare fruttuose occasioni di investimento. Numerose strategie si basano proprio sull’uso di questo indicatore per avere la meglio sulle variabili del mercato.

Nonostante usare indicatori come il MACD possa sembrare complesso in realtà, una volta comprese le basi del suo funzionamento risulta piuttosto semplice sfruttarlo per investire. Tutti i tipi di traders, dai neofiti ai grandi esperti, apprezzano il MACD per la facilità di lettura del mercato che offre e per i segnali di trading semplici da interpretare.

In rete ci sono molti siti che parlano di strategie di trading, ma pochi di essi affrontano l’argomento da un punto di vista pratico. Qui una volta illustrati gli aspetti tecnici, andiamo subito a spiegare come usare l’indicatore da un punto di vista pratico così risulterà davvero semplice capire come funziona e come utilizzarlo da subito per le proprie operazioni.

Hai già provato altre strategie e indicatori di trading, ma senza successo? Bene, allora è arrivato il momento di testare il MACD e scoprire tutte le soddisfazioni che può darti nel fare trading. Noi consigliamo di sfruttare il potenziale del MACD insieme alla piattaforma di uno dei migliori broker di trading online come 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale).

Nessun indicatore o strategia di trading può essere efficace se non applicata sulla piattaforma di un broker di alto livello. 24option da questo punto di vista offre la soluzione giusta, quella da non lasciarsi sfuggire.

Indicatore MACD: cos’è e come funziona?

Passiamo subito a fare una conoscenza più approfondita del MACD. Nelle nostre guide dedicate agli indicatori tecnici (come quella realizzata per l’indicatore ADX), spieghiamo il funzionamento di questi strumenti sempre in maniera molto semplificata, per fare in modo che non sia difficile capire.

Innanzitutto, come accade per tutti gli indicatori, il nome utilizzato è sempre un acronimo, una sigla che deve essere sciolta. Nel caso del MACD abbiamo: Moving Average Convergence Divergence. Come sempre i nomi in inglese possono risultare complessi per il nostro pubblico italiano, ma capire cosa significhino questi 4 termini è semplicissimo.

Il MACD (come tanti altri indicatori) si basa sull’indicatore grafico più semplice di tutti, ovvero la Media Mobile. Infatti, esso si compone per l’esattezza di due medie mobili e il suo grafico mostra, appunto, il rapporto di convergenza o divergenza delle due medie mobili. In realtà si tratta di un concetto molto semplice:

  • Si parla di “convergenza” quando due medie mobili si avvicinano, ovvero convergono verso uno stesso punto.
  • Si parla di “divergenza” quando invece due date medie mobili si allontanano divergendo verso punti lontani.

Dove è possibile osservare il MACD? Ad esempio sulla piattaforma del broker 24option, che offre il MACD tra i suoi indicatori tecnici, è possibile osservarlo al di sotto del grafico di prezzo, così come accade con molti altri strumenti simili. Questo per fare in modo che l’analista possa osservare il prezzo mentre mantiene sotto controllo anche i movimenti del MACD.

Elementi che compongono il MACD

Il MACD è un cosiddetto indicatore di momentum ciò significa che indica se il mercato si trova in una tendenza, rialzista o ribassista che sia. Come si può notare dall’immagine sottostante l’indicatore è composto da 3 elementi principali: Fast Line, Signal Line e Istogramma. Si può notare come il MACD sia posizionato nella parte inferiore dello schermo, al di sotto del grafico che mostra l’andamento del prezzo di un asset.

Indicatore MACD elementi

Vediamo come si compongono i 3 elementi del MACD:

  1. Istogramma: in verde abbiamo segnato l’Istogramma che prende il nome di central line, o linea dello zero. In genere è di colore verde, ma nell’immagine soprastante è verde e rosso.
  2. Fast Line: conosciuta anche come MACD Line (linea del MACD), si tratta di una media mobile che viene tracciata calcolando la differenza tra una media mobile esponenziale a 12 periodi e una a 26 periodi. Si tratta della linea di colore blue.
  3. Signal Line: questa è sempre una Media Mobile Esponenziale ma questa volta a 9 periodi. Nel grafico è rappresentata dalla linea rossa.

Se si osservasse il MACD dal vivo si noterebbe come la MACD Line e la Signal Line oscillino di continuo intorno alla Central Line (la linea dove troviamo imperniato l’istogramma). Tutti gli elementi del MACD, compresa la linea dello zero vengono utilizzati per generare segnali di trading, presto vedremo come.

Intanto anticipiamo che per ottenere segnali di trading, ovvero i segnali operativi che indicano come e quando investire, è possibile anche rivolgersi direttamente a 24option, che li emette gratis sulla sua piattaforma. Si tratta di un’eccellente soluzione per i traders che non hanno dimestichezza con l’analisi grafica e tecnica, ma desiderano comunque fare trading e provare a guadagnare.

Prova ora i segnali di trading di 24option! Clicca qui e scopri il servizio.

Per chi desidera usare il MACD manualmente per ricevere segnali di trading, è possibile trovare l’indicatore tra i tanti disponibili sulla piattaforma di trading di 24option. Usandoli è possibile fare trading in maniera precisa e vincente.

Fare trading con il MACD: quando operare?

In che modo il MACD offre segnali di trading? Prima abbiamo parlato dell’esistenza nel MACD di due linee che oscillano in continuazione. Una è la Signal Line, l’altra è detta Fast Line. Per capire quando e come entrare a mercato è importante osservare i movimenti di queste due linee e la loro convergenza e divergenza.

Non solo le due linee di cui abbiamo parlato possono generare segnali di trading, ma anche i loro movimenti intorno alla linea dello zero offrono indicazioni su come comportarsi per comprare o vendere qualsiasi asset di investimento.

In particolare, è possibile concludere che:

  • Quando la Fast Line e la Signal Line si trovano al di sopra della linea dello zero, allora il mercato si trova in una fase rialzista.
  • Quando la Fast Line e la Signal Line viaggiano al di sotto della linea dello zero, molto probabilmente il mercato è ribassista.

Preso atto di questo, come offre segnali operativi il MACD? Vediamolo qui:

  • Segnale di apertura posizione Long: il MACD suggerisce di aprire una posizione di acquisto tutte le volte che la Signal Line supera dal baso verso l’alto la Fast Line.
  • Segnale di apertura posizione Short: al contrario sarà meglio andare Short in tutti i casi in cui la Signal Line supera la Fast Line dall’alto verso il basso.

Per capire come funzionino questi segnali e quanto possano essere efficaci, basta guardare l’immagine sottostante. Qui è presente uno screen shot della quotazione tra AUD/CAD, ovvero tra dollaro australiano e canadese. Abbiamo scelto casualmente un asset del Forex, perché in realtà il MACD genera questi segnali su qualsiasi asset e qualsiasi mercato.

Comunque, nell’immagine è possibile notare il classico segnale ribassista del MACD. Qui, la Signal Line (in questo caso rappresentata in vedere) supera dall’alto verso il basso la MACD Line (qui rappresentata in rosso tratteggiato), generando un segnale ribassista. Come è possibile notare, di seguite effettivamente le quotazioni hanno subito un calo abbastanza importante.

I traders che hanno aperto una posizione di vendita seguendo il mercato, hanno generato una cospicua plusvalenza in questo caso.

segnale ribassista MACD

Segnali di Iper-comprato e Iper-venduto

Il MACD, in realtà, è utile anche per offrire altre indicazioni importanti. Ad esempio, proprio come fa l’RSI (altro importante indicatore) può segnalare quando sul mercato è presente una situazione di overbought oppure di oversold (iper-comprato ed iper-venduto).

Per sfruttarlo anche per questa sua funzione, è necessario fare alcune specifiche:

  • Segnale di fine tendenza: quando la signal line diverge fortemente dalla MACD line (ovvero il MACD aumenta) è probabile che i prezzi siano in iper estensione ed il mercato non potrà reggere ancora a lungo queste condizioni di conseguenza si ritornerà presto a livelli più realistici. Un’indicazione che la fine della tendenza in atto può essere vicina si ha quando il MACD diverge dal sottostante.
  • Divergenze di mercato: attenzione anche alla divergenza tra il MACD e il grafico del sottostante, ovvero quando il prezzo e le linee del MACD vanno in direzione opposta. Una divergenza ribassista si verifica quando il MACD mostra nuovi minimi mentre i prezzi non segnano allo stesso momento nuovi minimi. Una divergenza rialzista si verifica quando il MACD segna nuovi massimi mentre i prezzi non fanno altrettanto.

Indicatore MACD: vantaggi

Come hai avuto modo di comprendere fino a questo momento non è un caso se il MACD è ampiamente utilizzato. Ancora oggi è scelto sia da traders con grande esperienza, sia da quelli che vantano poca pratica di trading. Questo perché i suoi segnali non sono difficili da leggere.

Il problema che hanno la maggior parte degli indicatori, è il fatto che non sono esenti da falsi segnali. Per falsi segnali si intendono indicazioni operative che si rivelano non affidabili e che causano perdite ai traders che non li riconoscono. Ma il MACD da sempre si fa apprezzare per la scarsità di falsi segnali che offre.

Le strategie che si basano sull’utilizzo del MACD riescono a rivelarsi vincenti anche in 6 casi su 10 di operatività sui mercati. Soprattutto quando i dati del MACD vengono confermati da altri indicatori tecnici è davvero difficile che si cada in trappole del mercato. In questo modo il MACD diventa doppiamente utile: da una parte aiuta ad evitare le perdite e dall’altra permette di aumentare i profitti.

MACD e trading automatico

Il sogno di ogni trader è quello di trovare un sistema per fare negoziazioni automatiche, escludendo qualsiasi aspetto decisionale a priori e lasciando che le operazioni si gestiscano da sole. L’uso degli indicatori tecnici come il MACD è fatto proprio per evitare errori operativi e fare il maggior numero possibile di operazioni in profitto, ma questo non sempre è possibile.

Molti operatori di mercato usano il MACD quasi come un vero e proprio “trading system”, ciò significa che automatizzano il processo di investimento operando solo e soltanto quando il MACD emette segnali come abbiamo indicato poco prima. Tuttavia, imparare a leggere sempre e con attenzione i segnali di trading di qualsiasi indicatore potrebbe risultare scomodo, soprattutto per i principianti.

Per questo in alternativa alle analisi del MACD molti traders alle prime armi cercano modi per fare trading automatico. Ma è realmente possibile farlo? Si, è possibile, ma bisogna fare attenzione a rivolgersi a broker affidabili che offrono questo servizio. Uno dei migliori broker per il trading automatico in circolazione è eToro.

Trading automatico con eToro

Soprattutto per chi non ha molta esperienza di analisi di mercato, potrà tornare utile iscriversi al broker eToro (clicca qui per registrarti). Questo perché su eToro è realmente possibile fare trading automatico.

Per chi desidera fare trading manuale e provare il MACD dal vivo eToro è comunque un’ottima soluzione. Ma per chi desidera provare a guadagnare già a partire dal trading automatico eToro ha predisposto un servizio di copia automatica di operazioni di altri investitori presenti sulla sua piattaforma. Il servizio è chiamato Copy Trading.

Grazie al Copy Trading di eToro qualsiasi utente iscritto alla piattaforma del broker può scegliere altri investitori e può copiare automaticamente le loro operazioni di mercato, ogni qual volta ne iniziano una. Il sistema è semplicissimo e può essere attivato in pochi click. Per di più la copia è gratuita, anzi, gli altri traders sono ben felici di essere copiati perché quando accade eToro li premia.

Clicca qui per fare trading automatico con eToro.

Indicatore MACD: consigli strategici

Per finire offriamo alcuni consigli pratici per l’utilizzo del MACD. Da un punto di vista pratico abbiamo già parlato di quanto sia importante fare attenzione ai falsi segnali. Per fortuna con il MACD se ne verificano pochi, tuttavia è importante farci attenzione ed evitarli il più possibile, altrimenti possono accadere perdite sul capitale di investimento.

Altro modo fondamentale per evitare problemi e perdite è limitare molto la quantità di denaro che si usa in un investimento, così come anche la leva finanziari che si utilizza. Una famosa regola del trading dice che è importante non investire mai più del 5% in una singola operazione ed è sempre valida a prescindere dall’indicatore che si sceglie di utilizzare.

Indicatore MACD conclusioni

In questa guida abbiamo visto che il MACD ha grosse potenzialità per rendere vincenti le tue operazioni di mercato. Usando l’indicatore come si deve e acquisendo la capacità di leggere i suoi segnali di mercato, diventa piuttosto semplice giungere a profitto.

Tuttavia, non importa con quale indicatore si faccia analisi di mercato se poi si sceglie un broker sbagliato e non di alta qualità. Nel corso della guida abbiamo avuto modo di parlare di 24option e di eToro. Non abbiamo scelto a caso questi due broker. Essi rappresentano l’eccellenza nel settore. Per questo ti invitiamo a provarli per scoprire quanto semplificano la vita ai traders.

Lascia un commento