Trading

Indicatore Media Semplice

L’indicatore media mobile semplice è da molto tempo tra i più utilizzati da chi fa investimenti sui mercati finanziari. La media mobile è ritenuta la migliore amica dei principianti del settore, ma viene utilizzata stabilmente anche dai professionisti di lungo corso. Per chi vuole iniziare un percorso da trader questo indicatore può essere il migliore dal quale iniziare.

La media mobile semplice è nata molto tempo fa, anzi si può dire che sia nata insieme al trading stesso. In questa guida ci concentriamo sulla media mobile e sul suo funzionamento per offrire ai nostri lettori uno strumento di trading tanto semplice quanto potente. Usarla rende possibile elevare al livello successivo i propri risultati nel trading e permette di aumentare i profitti.

Se quasi tutti i professionisti scelgono la media mobile per le loro operazioni è per la sua immediatezza. Osservandola è possibile comprendere all’istante molte cose sull’andamento di mercato. Certo, non bisogna credere che la media mobile sia esente da difetti. Come tutti gli indicatori può anche generare falsi segnali, ma se usata correttamente e combinata con altri dati di analisi, allora offre il meglio di se e conduce molto spesso a rendimenti.

Nel corso della guida di Mercati24 alla media mobile semplice, andremo anche a parlare dei migliori broker con i quali utilizzarla. Tra questi rientra sicuramente 24option (clicca qui per visitare il situo ufficiale).  Il nostro consiglio è di scegliere bene l’intermediario che si usa perché i propri risultati dipendono più da questo fattore che dall’indicatore selezionato per investire.

Indicatore Media Semplice: introduzione all’uso

Uno dei maggiori pregi delle medie mobili è la loro indipendenza. Sebbene sia importante paragonare i loro dati con quelli provenienti da altre fonti, molto spesso è possibile usarle anche da sole per investire (soprattutto per operazioni di lungo termine). In ogni caso, nella parte strategica della guida suggeriremo anche alcuni indicatori che fanno bene il paio con la media semplice.

La media mobile è un indicatore di tendenza. In altre parole osservandola è possibile intuire in quale tendenza si trovi il mercato, se rialzista o ribassista. La definizione di media mobile è piuttosto intuitiva e fa comprendere subito su cosa si basa la sua costruzione come indicatore:

Le medie mobili semplici si ottengono sommando i dati di chiusura di un “periodo” definito dall’analista, in seguito si divide il dato ottenuto per il numero di giorni considerati.

Traducendo il tutto in formula avremo:

M = (P1 + P2 + P3 ………) / n

  • M: indica media mobile semplice
  • P: indica il valore dell’asset
  • n: indica il numero totale di valori considerati

Spiegando il tutto in maniera molto semplice, basta considerare che il calcolo della media mobile è appunto una “media”. Si prende una serie di valori, li si somma e alla fine si divide il tutto per il numero di valori considerati in modo da ottenere la media. Il calcolo della media genera a livello grafico una curva che segue la linea dei prezzi direttamente sul grafico. È così che viene visualizzata la media mobile da chi la sceglie nelle impostazioni della propria piattaforma di trading.

Ogni cosiddetto “periodo” di mercato attraverso il quale si effettua il calcolo della media mobile, rappresenta una chiusura del prezzo. Se per esempio il prezzo dell’euro dollaro in un dato giorno di contrattazione apre a quota 1,10 e chiude a 1,13, quest’ultimo è il dato che verrà preso in considerazione per il calcolo della media.

Grazie al calcolo della media mobile gli analisti finanziari hanno l’opportunità di eliminare il cosiddetto “rumore” dal mercato, per fare in modo che il corso del prezzo si riveli nella sua forma più pura e priva di distorsioni. In questo modo è possibile riconoscere un trend nell’immediato. In totale esistono 3 tipi di medie mobili:

  • Media Mobile Semplice: (Simple Moving Average) parliamo dello strumento qui considerato, essa si caratterizza per il calcolo più facile ed immediato, ma viene spesso considerata anche come la più attendibile. Uno degli inconvenienti di questo indicatore è quello di tenere in uguale considerazione le quotazioni più remote e quelle più recenti del mercato senza alcuna distinzione, ma questo non è un grande limite per chi desidera usarla in fase di investimento.
  • Media Mobile Ponderata: (Weighted Moving Average) allo scopo di rimediare ai limiti della media mobile semplice fu introdotta quella ponderata. Essa serve per rimodulare il peso dai ai valori di mercato più vicini o più lontani. Il suo calcolo prevede che, prendendo in esame una media mobile a 10 periodi, la chiusura del decimo giorno venga moltiplicata per 10, quella del nono giorno per nove, dell’ottavo giorno per otto e così via. Così facendo si dà maggior peso agli ultimi valori; il totale verrà poi diviso per la somma dei multipli.
  • Media Mobile Esponenziale: (Exponential Moving Average) la media esponenziale è stata ideata anch’essa per ottenere dati più raffinati e una rappresentazione più precisa. Essa da più peso ai dati più recenti del mercato. Calcolarla non è difficile in quanto prevede che il primo valore sia pari al valore calcolato con la media mobile semplice. Di seguito, si ottengono gli altri valori calcolando il coefficiente moltiplicativo che costituisce la base la costruzione delle medie mobili esponenziali.

Le medie mobili vengono utilizzate dagli esperti alla stregua di trend line curvilinee. Esse quindi evidenziano zone di supporto e resistenza. In questo modo offrono segnali operativi ai traders che sono in attesa di fare investimenti. Tuttavia, per ottenere segnali efficaci è necessario prestare grande attenzione al numero di periodi che viene preso in considerazione per calcolare la propria media mobile.

Indicatore Media Semplice: come fare trading?

In base alla propria strategia di investimento, il trader può scegliere liberamente come impostare la sia media mobile. Molto dipende dall’orizzonte temporale preferito dal trader. Per coloro che prediligono il lungo periodo è necessario prendere in considerazione da un minimo di 50 a un massimo di 300 periodo (dati di chiusura del mercato) per il calcolo della propria media mobile.

La maggior parte dei traders, tuttavia, preferisce, fare operazioni di breve termine. Per questo motivo spesso viene utilizzata la media mobile a 21 periodi, che può essere considerata la più classica. La media mobile a 21 periodi è perfetta per fare operazioni di trading intra-day. La Media Semplice migliore per fare analisi tecnica sul medio lungo periodo è quella a 200 periodi.

Fare trading con la media mobile è piuttosto intuitivo perché la sua lettura è di grande facilità. Come indicatore di trading si fa apprezzare visto il gran numero di segnali operativi che fornisce a chi la utilizza. Risulta pertanto utile per investire su mercati ad alta volatilità come il Forex o anche alcuni tipi di mercato azionario.

Media Mobile e segnali operativi

I segnali di trading generati dalla media mobile possono essere individuati direttamente sul grafico di prezzo. Qui si può vedere come le medie mobili seguano costantemente l’andamento del prezzo e infatti per investire la cosa più importante da fare è valutare come la media mobile si interseca con il grafico di prezzo.

Le intersezioni di media mobile e prezzo possono verificarsi diverse volte nell’arco della giornata, tutto dipende dalla volatilità dei mercati. Non è detto che ogni volta che si verificano si generi un segnale di trading, ma nella maggior parte dei casi questo può capitare. Con le medie mobili è possibile ottenere due segnali di trading principali:

  • Segnale di mercato Rialzista: quando osservi il prezzo che supera dal basso verso l’alto la media mobile allora ottieni un segnale rialzista. Significa che puoi aprire una posizione di mercato di tipo Long.
  • Segnale di mercato Ribassista: in questo caso il prezzo deve superare dall’alto verso il basso la tua media mobile, questo significa che presto il trend potrebbe cambiare portando il prezzo a scendere. Devi aprire una posizione Short per guadagnare.

Non sempre i segnali di trading generati dalle medie mobili sono efficaci e conducono al profitto. Alcune volte le medie mobili possono generare falsi segnali come dicevamo all’inizio di questa guida. Ciò significa che possono mostrare l’inizio di una tendenza che magari non si verifica, oppure possono non segnalare per niente i cambiamenti di mercato.

Per i traders poco esperti leggere i falsi segnali delle medie mobili può essere problematico e questo può condurre a perdite negli investimenti. Per evitare che ciò accada è possibile anche farsi inviare segnali di mercato direttamente dal proprio broker. Un servizio simile è offerto proprio dal broker 24option, uno dei migliori intermediari in circolazione.

Segnali di trading di 24option

Fare trading sui mercati finanziari implica che l’operatore sia in grado di fare analisi allo scopo di individuare segnali operativi. Sono questi segnali a suggerire al trader quando e come fare operazioni. Se i segnali non si verificano oppure se ne verificano di falsi, diventa davvero molto difficile guadagnare.

Le medie mobili, così come molti altri indicatori tecnici funzionano molto bene per ottenere segnali di trading affidabili. Tuttavia, non sempre l’operatore è in grado di interpretare in maniera corretta i dati che vengono dagli indicatori e questo può essere un forte impedimento soprattutto per un principiante.

Proprio per questo motivo 24option, noto broker Forex e di mercati finanziari, ha ideato un servizio segnali di trading utile soprattutto per chi è un principiante nel settore desideroso di ottenere risultati, ma senza l’esperienza giusta per farlo.

Come funziona il servizio e come approfittarne? Semplice, basta seguire pochi steps:

  1. Iscriviti a 24option cliccando qui
  2. Fai un primo deposito
  3. Una volta sulla piattaforma puoi attivare il servizio segnali di trading gratis

I segnali sono gratuiti e tutti i traders possono riceverli. 24option invia sulla piattaforma o come notifica sul cellulare, le indicazioni precise su come e dove investire. C’è un gruppo di esperti che lavora come analisti per 24option che elaborano i dati e poi li inviano già pronti ai traders sotto forma di indicazioni di investimento. Un sistema semplice e immediato per facilitare la vita ai traders.

Alternativa alla media mobile: il trading automatico

Cosa è possibile usare come ulteriore alternativa all’analisi tecnica con le medie mobili? Esiste un altro broker di pari livello con 24option, stiamo parlando di eToro: il primo broker a livello internazionale che ha ideato un modo pratico, veloce e diretto per fare trading automatico.

Se come trader non ti piace l’idea di dover fare analisi tecnica, almeno all’inizio puoi pensare di automatizzare i processi di investimento provando il trading automatico. Etoro offre questo servizio in maniera gratuita e il suo funzionamento è molto semplice:

  1. Per prima cosa è necessario iscriversi alla piattaforma di eToro
  2. Il secondo passo è ricercare i migliori investitori presenti sulla piattaforma
  3. Il terzo passo è avviare l’opzione Copy Trader per copiare in automatico tutte le operazioni fatte dai professionisti di eToro

Etoro ha ideato questo servizio rivoluzionario che ha cambiato il modo di fare trading per milioni di persone nel mondo. Sulla sua piattaforma esiste la possibilità di fare Social Trading, il che include anche di poter copiare le operazioni che fanno altri investitori, molti dei quali utilizzano proprio la media mobile per investire!

Il servizio Copy Trading di eToro funziona davvero e inoltre questo è un broker regolamentato e sicuro che offre i suoi servizi online da oltre 10 anni. Non a caso la maggior parte delle recensioni del broker sono molto positive, basta provare i suoi servizi per capire l’alto livello e la professionalità di questa piattaforma di investimento.

Vuoi investire con eToro? Clicca qui e iscriviti subito al broker.

Indicatore Media Mobile: conclusioni

Per chi è un trader alle prime armi, non c’è scelta migliore della media mobile per gestire operazioni finanziarie con semplicità. La strategia migliore è quella di fare trading intraday e gestire le proprie operazioni su base giornaliera limitando al massimo il rischio operativo.

Il consiglio è quello di limitare sempre al massimo le possibili perdite sul capitale investendo sempre il 5% o meno del capitale totale di cui si dispone. In questo modo le operazioni in perdita avranno sempre un tetto massimo gestibile, mentre quelle in profitto possono essere lasciate correre a piacimento, senza alcun limite.

Come abbiamo visto la media mobile è tanto semplice quanto efficace come indicatore, ma solo broker del calibro di 24option ed eToro valorizzano al massimo questo strumento di trading grazie a piattaforme di alto livello e ricche di funzioni. Bisogna saper scegliere bene anche il proprio intermediario di investimento se si vuole avere successo sui mercati finanziari.

Lascia un commento