Economia e Finanza

Interesse composto: Cos’è e come applicarlo al Trading

Da sempre l’interesse composto affascina studiosi, matematici e non ultimi anche gli investitori. Tema molto dibattuto fin dal secolo scorso, è stato reso celebre addirittura da Albert Einstein che ne lodava le qualità intrinseche.

Ma cos’è l’interesse composto? E come mai riscuote così tanto interesse? In questo articolo ne definiremo formula e caratteristiche, confrontandolo con l’interesse “semplice”. In una simulazione di rendimenti, vedremo dati alla mano il perché è così consigliato anche in ambito finanziario.

Per descrivere meglio i vantaggi dell’interesse composto abbiamo scelto eToro per le nostre simulazioni, dal momento che offre caratteristiche perfette per la nostra analisi.

Buona lettura!

Interesse Composto Definizione

Quando parliamo di tasso di interesse dobbiamo far riferimento a due aspetti:

  • Montante: ovvero il capitale utilizzato
  • Interesse: la percentuale di remunerazione del capitale investito

Il nostro interesse sarà definito composto quando, piuttosto che riscattarlo, andremo a sommarlo al montante iniziale. In questo modo, nel periodo temporale successivo, gli interessi verranno calcolati su un capitale più ampio. Questo semplice accorgimento permetterà al nostro investimento di crescere in maniera esponenziale.

Il tutto, ovviamente, a patto di trovare un buon investimento in termini remunerativi. Nei prossimi paragrafi ne analizzeremo alcuni.

Interesse Composto Formula

A livello prettamente matematico, la formula dell’interesse composto è la seguente:

  • FV = P (1 + r / n) Yn

Analizziamo ogni valore:

  • FV: il Valore Futuro
  • P: capitale iniziale
  • r: tasso di interesse annuo
  • Y: numero di anni
  • n: numeri di periodi annui dove capitalizziamo l’investimento

Il valore di – n- assumerà una grande importanza perché indica quante volte vogliamo aggiungere l’interesse maturato al nostro capitale. Ne consegue che aggiungerlo mese per mese (fino quindi ad un massimo di 12 volte) ci offrirà rendimenti superiori rispetto al farlo 2 o 3 volte annue.

Approfondisci: Testimonianze ed esperienze di trading.

Interesse Composto Calcolo

Una volta definita la formula, il calcolo sarà una pura formalità. Senza tralasciare che nel web ci sono numerose calcolatrici di interesse comporto, sarà anche possibile effettuare manualmente il tutto.

Facciamo subito un esempio pratico per capire la differenza tra interesse semplice e composto.

Ipotizziamo di avere un capitale iniziale di €1.000 ed un rendimento mensile del 10%. Bene, adesso calcoliamo il valore sulla base di quanto segue:

MESE
CAPITALE
INTERESSE
RENDIMENTO
1
1000
10
100
2
1000
10
100
3
1000
10
100
4
1000
10
100
5
1000
10
100
6
1000
10
100
7
1000
10
100
8
1000
10
100
9
1000
10
100
10
1000
10
100
11
1000
10
100
12
1000
10
100
 
 
 
1200

Con questo metodo, definito “semplice”, il nostro profitto netto a fine anno sarà di €1.200. Il nostro capitale complessivo, di conseguenza, sarà €11.200.

Ma cosa accadrebbe con l’interesse composto? Scopriamolo….

MESE
CAPITALE
INTERESSE
RENDIMENTO
1
1000
10
100
2
1100
10
110
3
1210
10
121
4
1331
10
133
5
1476
10
146
6
1622
10
162
7
1824
10
182
8
2006
10
200
9
2206
10
220
10
2426
10
242
11
2668
10
267
12
2934
10
293
 
 
 
3227

Una differenza notevole su un arco temporale di solo un anno! Certo, l’esempio è stato fatto su dati esemplificativi, tuttavia è eloquente del vantaggio offerto da questa tipologia di interesse.

Leggi anche: Binck Bank Trading

Interesse Semplice e Composto: La differenza

L’esempio fatto nel precedente paragrafo parla chiaro. Purtroppo ancora oggi in pochi conoscono la differenza tra interesse semplice e composto. Per riassumere ai minimi termini, il primo prevede l’applicazione dell’interesse a parità di capitale, nel secondo caso gli interesse vanno a sommarsi al capitale. In questo modo, il montante sarà maggiore ed anche l’interesse maturato sarà più consistente.

Come accennato nella nostra introduzione, anche Albert Einstein intuì i vantaggi di questo metodo, con due definizioni che passarono alla storia.

Chi lo capisce guadagna e chi non lo capisce….paga!

Ancora:

L’interesse composto è l’ottava meraviglia del mondo.

Anche il magnate della finanza Warren Buffett, celebre investitore Statunitense, racconta sempre che deve buona parte della sua fortuna negli affari anche all’interesse composto, da lui correttamente applicato fin dalla tenera età. Non è un caso che oggi, ad oltre 80 anni, Buffett sia più ricco che mai!

Ovvio, i vantaggi si vedono a medio/lungo periodo, soprattutto se il capitale iniziale investito è di bassa entità. Il grafico qui sotto esprime chiaramente il concetto:

Insomma, dopo qualche anno l’interesse composto permetterà al nostro capitale di spiccare il volo!

Interesse Composto Applicazioni pratiche

Come sfruttare a nostro vantaggio queste enormi potenzialità? Le applicazioni sono molteplici; in passato questa metodologia trovava la sua naturale applicazione nell’investimento in BOT (buoni ordinari tesoro) o obbligazioni Statali simili. Qualche anno più tardi, dagli anni ’90 in poi, i conti deposito hanno iniziato ad offrire rendimenti interessanti e diversi investitori hanno capitalizzato al meglio questa opportunità.

Tuttavia, in entrambi i casi il capitale è vincolato per un periodo temporale predefinito. Non è quindi permesso smobilizzare l’investimento ed accorparlo con gli interessi maturati, occorre aspettare la scadenza.

Inoltre, i rendimenti dei BOT e dei conti deposito sono ai minimi storici. Molto noti per l’altissimo livello di sicurezza offerto agli investitori, questi strumenti finanziari hanno perso fascino proprio perché ad oggi i rendimenti sono prossimi allo zero.

Bisogna quindi allargare gli orizzonti e valutare altre tipologie di investimento ma non sempre l’utente medio è propenso ad investire in settori che non conosce o in obbligazioni di Stati esteri. Occorre quindi individuare nuove metodologie di investimento per far fruttare al meglio il nostro investimento con interesse composto.

Ecco alcune soluzioni.

Investimento azionario in CFD

La prima soluzione unisce i vantaggi dell’investimento nel comparto azionario con gli strumenti più adatti per farlo. Stiamo parlando dei CFD, contratti gratuiti e garantiti Consob che permettono non solo di investire senza commissioni, ma anche di dismettere l’investimento con un click.

Questo aspetto sarà di fondamentale importanza proprio perché, come anticipato, permette di capitalizzare l’investimento anche a cadenza mensile, sommare la quota capitale agli interessi, ed investire nuovamente con il capitale “maggiorato”. Insomma, i CFD sono gli strumenti perfetti per applicare al meglio la teoria che sta alla base dell’interesse composto tanto caro ad Albert Einstein.

A questo aggiungiamo che su eToro, broker Leader di CFD, sono presenti centinaia di CFD azionari. Sarà quindi possibile investire con una vasta scelta e senza nessuna commissione fissa. Costruire un portafoglio azionario sarà rapido, intuitivo e con la possibilità di diversificarlo per bene.

Infine, sarà anche possibile partire da un conto Demo con $10.000 virtuali ed operare senza rischi, per costruire il portafoglio ed ottimizzarlo operando solo con capitale virtuale.

Iscriviti qui ed apri una Demo gratuita su eToro

Investimento automatico con eToro

Coloro che preferiscono investire in automatico e vedere i proprio rendimenti crescere senza interventi diretti, troveranno nel Copy Trading di eToro uno strumento perfetto per tali esigenze.

Grazie a questo innovativo strumento, brevettato nel 2010, sarà possibile visionare, selezionare e copiare tutte le operazioni dei Trader più bravi. Si avrà modo di costruire un portafoglio composto dai migliori professionisti del settore e sceglierli, quindi, sulla base delle performance ottenute.

Una volta che abbiamo selezionato almeno 5 Top Trader (la diversificazione è importante!) non resterà che valutare quotidianamente le performance ed essere pronti ad apportare modifiche e migliorie. In questo modo, anziché investire su BOT o conti deposito, i nostri soldi saranno gestiti -in copia- da Trader professionisti, in modo automatico.

Se parliamo di rendimenti offerti, tra il Copy Trading e gli investimenti tradizionali non c’è storia! Il vantaggio del Copy è evidente come ben rappresentato dal grafico illustrativo qui sotto:

I profitti sono su base annua. Ebbene, sul mercato non esistono rendimenti simili! Le opportunità offerte dal Copy Trading sono notevoli ed unire questa metodologia all’interesse composto è una tattica vincente.

Si investe con i CFD, si smobilita l’investimento con un click, si reinveste nel giro di pochi minuti e si scelgono Top Trader con performance a due cifre: una soluzione di investimento perfetta!

Calcolatrice Interesse Composto

Quanto sarebbe stato il nostro profitto se avessimo investito sui due Top Trader di cui sopra? Ipotizzando una media del 60% annua, ecco il risultato:

Il nostro investimento sarebbe stato quasi raddoppiato!

Per iniziare subito a creare un portafoglio di investimento con il Copy Trading, anche su conto Demo, non resta che cliccare nel seguente Link:

Iscriviti qui su eToro per iniziare subito ad investire anche su Demo.

Approfondimento: Investimenti Alternativi.

Conclusioni

L’interesse composto da anni affascina gli investitori ed i matematici. La sua applicazione nella finanza reale è più semplice di quanto si possa pensare e nel corso della nostra guida abbiamo chiarito con semplicità tutti gli aspetti fondamentali da seguire.

Altrettanto importante, abbiamo elencato alcune soluzioni di investimento adatta a queste metodologia. In particolare, spicca il Copy Trading per via dei rendimenti offerti e della semplicità di utilizzo anche nell’applicare l’interesse composto.

Per iniziare a mettere in pratica le nozioni apprese, suggeriamo di iniziare da un Account Demo e testare con capitale virtuale i vantaggi di questa metodologia celebrata anche da Alberti Einstein!

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Cos’è l’interesse composto?

    Si tratta di una metodologia mediante la quale gli interessi vengono sommati al capitale iniziale, dando luogo a rendimenti esponenziali nel corso del tempo.

    Qual’è la differenza tra interesse semplice e composto?

    Nel primo caso, gli interessi vengono calcolati su un capitale iniziale fisso. Nel secondo caso, gli interessi si sommano al montante.

    Come si applica l’interesse composto in finanza?

    La sua applicazione storica ha a che fare con titoli di stato o strumenti finanziari a rendimento fisso. Ad oggi, con ritorni sul capitale ai minimi storici, altre opzioni come il Copy Trading si stanno facendo largo.

    Qual’è la formula dell’interesse composto?

    A livello matematico, la formula è la seguente: FV = P (1 + r / n) Yn.

    Che cosa può fare un principiante che vuole cominciare a investire?

    Iscriversi su eToro e copiare automaticamente i migliori investitori del mondo.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento