Investire in Iran

Investire in Iran

Adesso che finalmente le sanzioni sul nucleare in Iran sono state eliminate, è possibile investire oggi al meglio nell’economia Iraniana, che sia secondo noi, che secondo altri numerosi e affermati analisti, è veramente una grande occasione.

Adesso che l’Iran ha incominciato ad aprirsi al mondo, con nuovi investimenti con la Cina e l’Europa, è possibile investire nell’Iran, che ricordiamo, ha un mercato del petrolio talmente grande che ha già inviato all’Europa ben 4 mln di barili di petrolio.

Secondo l’Agenzia Internazionale dell’Energia, ci sarà una fortissima espansione sul lungo-medio periodo da parte dell’Iran, che permetterà ovviamente di vedere una grande crescita in questo paese. E’ quindi un’ipotesi papabile quella di iniziare a sfruttare le opportunità che si presentano e che si presenteranno in Iran.

Investire Iran: i migliori ETF dove investire nella borsa Iraniana

Ci sono diverse case d’affari iraniane che per consentire l’ingresso di capitali dall’estero, hanno creato alcuni fondi ed ETF indicizzati in base al Teheran Stock Exchange (TSE 30) ed il Fara Bourse.

Una delle opportunità d’investimento appena uscite è il Griffon Capital, un fondo che è in realtà una società d’investimento con sede a Teheran. Nel Gennaio scorso la Griffon Capital ha lanciato un equity fund offshore che è indicizzato sul compagnie del Fara Bourse e del TSE. Il fondo in questione è chiamato Griffon’s Iran Flagship Fund ed è nei progetti dell’azienda di arrivare a raggiungere i 100 milioni da parte di investitori provenienti dall’europa.

Sicuramente, investire in Iran potrebbe rivelarsi molto profittevole in quanto stiamo parlando di un grande paese, ben istruito e molto giovane. E’ sicuramente il mercato emergente dove qualsiasi persona coraggiosa vuole investire.

Iran: è bene investire, ma attenzione alle sanzioni

Con una capitalizzazione di mercato di circa 90 miliardi di $, il mercato azionario dell’Iran è il quinto più grande mercato del Medio Oriente. La revoca delle sanzioni permette al paese di competere per l’attenzione degli investitori con l’Arabia Saudita, che ha aperto il più grande mercato azionario poco tempo fa.
Mentre investire nella Borsa di Teheran era già legale per molti investitori internazionali, le sanzioni finanziarie immesse sul sistema bancario hanno reso quasi impossibile trasferire denaro dentro e fuori del paese. La maggior parte di tali sanzioni sono state rimosse dopo un accordo internazionale sulle ambizioni nucleari dell’Iran, consentendo alle banche del paese di riconnettersi al sistema Swift per le transazioni finanziarie internazionali.
Anche se l’acquisto di azioni non è stata vietato per gli europei, investire in alcuni settori, come quello ad esempio dell’energia, è stato per molto tempo “off limits”.

L’Iran è senza ombra di dubbio una delle economie con più prospettive di crescita, ma bisogna essere comunque molto attenti al fatto che nuove sezioni potrebbero arrivare dagli USA, in quanto Donald Trump e Ted Cruz potrebbero giustamente bloccare la decisione di togliere le sanzioni all’Iran. Notiamo che questa decisione è stata da più parte criticata sia per motivi politici che per motivi etici.

Con una capitalizzazione di mercato di quasi 100 milioni milioni di dollari, il mercato azionario Iraniano è tra i più grandi del medio oriente. La rimozione delle sanzioni, permette adesso al paese di competere per guadagnare l’attenzioni degli investitori contro l’Arabia Saudita, che ha aperto il proprio mercato azionario per gli stranieri, proprio meno di 1 anno fa.

Nota della redazione

Come più volte ribadito, Mercati24 è un magazine indipendente che si occupa di finanza e mercati. Non possiamo evitare di dar conto degli sviluppi della situazione ma questo non significa che siamo contenti di come stiano andando le cose. In particolare, riteniamo che la revoca delle sanzioni all’Iran sia stato un errore gravissimo perché non è stato accompagnato da un blocco effettivo del programma nucleare iraniano e soprattutto perché non c’è stato alcun cambiamento nella mentalità della leadership iraniana che ha ancora l’obiettivo di cancellare altri stati dalle mappe geografiche.

One Response to Investire in Iran

  1. Andrea ha detto:

    Non investirò mai nell’Iran, mi dispiace ma non apprezzo questo vostro articolo, nonostante sia molto utile. E’ uno stato canaglia, e preferisco investire nelle aziende USA con Plus500.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *