Investire in Petrolio: Dove Comprare nel 2018, Quotazione, ETF

Investire in Petrolio

Investire in Petrolio è quest’anno l’imperativo degli investitori. Oggi il mercato del Petrolio è uno dei più eccitanti al mondo: un ottimo investimento che consente a milioni di trader ogni giorno di trarre vantaggio dalle oscillazioni di prezzo di questo mercato.

Stiamo parlando infatti di una materia prima molto volatile, dove è possibile ottenere dei profitti sia al ribasso che al rialzo se si decide di optare per i broker migliori.

Perché investire nel petrolio? Attualmente investire nel settore del mercato del petrolio viene fatto per svariati motivi: uno di questi è perché la domanda è estremamente forte, si tratta di una delle primissime fonti di energia al mondo (nonostante la grande ascesa dell’elettrico), ed è una grande opportunità grazie alla leva finanziaria dei broker di cui vi andremo a parlare (che aumenta il potere d’acquisto del vostro investimento).

Quotazione Petrolio in Tempo Reale

La quotazione in tempo reale è offerta dalla piattaforma di trading Plus500. Clicca sul bottone “Visualizza i dettagli completi” per sapere più statistiche sul mercato del Petrolio. La quotazione del petrolio può essere volatile, è bene utilizzare strumenti efficienti e veloci per controllare la quotazione attuale.

Vantaggi di Investire con il Petrolio

Investire in petrolio porta con sé numerosi vantaggi. Vediamo insieme quali sono i principali punti a favori di acquistare o vendere il petrolio.

  • Un mercato volatile: questo è uno dei vantaggi principali dell’investimento nel mercato del Petrolio. Si tratta infatti prima di tutto di uno dei mercati che, grazie alla leva finanziaria, consente di ottenere dei guadagni estremamente alti in pochissimo tempo.
  • Semplice da utilizzare come investimento: iniziare a fare trading online attraverso il petrolio è senza dubbio una scelta molto adatta, in quanto si tratta di un attivo estremamente semplice da analizzare ed ha svariati vantaggi per i principianti.
  • Guadagni molto alti: grazie alla leva finanziaria con i CFD, attraverso il petrolio è possibile ottenere dei guadagni molto elevati.
  • Mercato estremamente accessibile: tutti i broker all’interno del mercato (che noi di Mercati 24 consigliamo) mettono a disposizione dei loro utenti la possibilità di entrare all’interno del mercato del petrolio per fare trading con il WTI ed il Brent.
  • Trading Automatico: alcune piattaforme, come ad esempio quella di eToro, consentono di fare trading online con delle piattaforme di trading che consentono di fare trading con Petrolio in estrema semplicità.

Prezzi del Petrolio: come fare trading

I prezzi del Petrolio si muovono continuamente ogni anni, cambiando quindi in continuazione lo scenario dei mercati, influenzando il potere d’acquisto dei consumatori di tutto il mondo.

Tramite i CFD è possibile ottenere vantaggi economici direttamente in base alla crescita dei valori del Petrolio investendo in maniera diretta su questa materia prima.

Trading con il Petrolio grazie ai CFD

Tutte le persone che desiderano investire nel petrolio per ottenere dei guadagni, possono farlo direttamente grazie alle piattaforme di trading con i CFD. Grazie a queste piattaforme su internet, gli aspiranti investitori possono decidere di utilizzare i loro guadagni per effettuare delle speculazioni sia al rialzo che al ribasso all’interno dei mercati delle materie prime, come appunto quello del petrolio.

Per fare ciò, è sufficiente scegliere la piattaforma di trading con i CFD più idonea, ovvero i broker forex migliori. Su mercati24 consigliamo solo e soltanto piattaforme di trading online regolamentate e autorizzate dalla CySEC.

Investire nel Petrolio con i CFD

Lo strumento più utilizzato per investire nel petrolio sono senza dubbio i CFD. Abbiamo già parlato in precedenza di questo strumento, ma di che cosa si tratta?

I CFD, acronimo di contratti per differenza, sono lo strumento più adatto per investire il proprio denaro sul prezzo del petrolio. Stiamo infatti parlando di prodotti derivati che consentono di speculare sul rialzo oppure sul ribasso di una dato mercato finanziario: come ad esempio il prezzo del barile di petrolio WTI o Brent all’interno di una piattaforma di trading online.

Vendere Petrolio: vendita allo scoperto

Con Plus500 (clicca qui per andare sulla pagina ufficiale) basta qualche click, ed è subito possibile sia vendere che acquistare il petrolio. Non stiamo parlando di vendere dopo aver acquistato, ma di vendere allo scoperto: guadagnare quindi anche in caso di ribasso del mercato.

Il guadagno dunque sarà in base alla differenza del prezzo tra il momento di apertura e quello di chiusura della posizione aperta: in maniera proporzionale all’importo investito, a patto che il prezzo sia andato nella direzione prescelta. Altrimenti invece, la differenza rappresenterà una perdita.

I CFD hanno svariati vantaggi, come ad esempio la grande semplicità, che li rende uno degli strumenti finanziari più semplici al mondo. Con i Contratti per Differenza è inoltre possibile utilizzare un effetto leva che consentirebbe di incrementare in maniera molto alta il quantitativo dei propri guadagni direttamente con una differenza di quotazione estremamente bassa. Sono inoltre anche a libera disposizione degli strumenti, come ad esempio gli ordini stop e limit, che consentono al trader di chiudere le posizioni in anticipo, riducendo i possibili rischi di perdita.

Mercato del Petrolio: conoscerlo per investire al meglio

Nonostante i CFD possano essere considerati uno strumento alquanto semplice, il mercato del petrolio non lo è assolutamente. Stiamo parlando infatti di un mercato semplice ed allo stesso tempo estremamente complesso. Il vantaggio principale del Petrolio è che si tratta di un mercato alquanto completo da analizzare, in quanto le informazioni a disposizione dei trader sono estremamente elevate.

I player che investono all’interno di questo mercato finanziario, hanno prima di tutto un’influenza sia concreta che diretta sui prezzi di questa materia prima, ed è senza dubbio molto importante conoscerli a fondo con il loro funzionamento.

Una volta conosciuti tutti i fattori che influenzano il mercato del petrolio, sarà possibile iniziare a pensare di investire all’interno della piattaforma. L’importante è cercare di anticipare nel migliore dei modi le variazioni del prezzo del petrolio, per poi iniziare a mettere in pratica aprendo e chiudendo posizioni all’interno del mercato.

Anche se molti potrebbero pensare il contrario, il petrolio è un mercato che continuerà ad essere richiesto nei prossimi anni. Infatti, questa materia prima è l’energia di tipo fossile più usata in tutto il mondo e viene utilizzato, attraverso la raffinazione, per la creazione di numerosi altri prodotti di tipo industriale.

Sempre più paesi, come ad esempio la Cina, stanno aumentando la propria domanda di petrolio, che è recentemente esplosa negli ultimi tempi. L’offerta sarà destinata a diminuire durante i prossimi anni, nonostante le energie rinnovabili stiano iniziando ad occupare una posizione sempre più grande, garantendo al mercato del petrolio moltissimi anni di splendore.

Quello del Petrolio è un mercato globalizzato, aperto 24 ore su 24, altamente sensibile ai prezzi, i quali sono in costante movimento, rendendolo uno strumento ideale per i commercianti giornalieri che cercano movimenti veloci all’interno dei mercati. Uno dei modi più semplici per negoziare sui prezzi del petrolio è utilizzare i contratti per differenza (CFD). Come i CFD dell’Oro, il petrolio è uno dei mercati più comunemente tradati, il che significa che è possibile entrare e uscire quando liberamente, indipendentemente dalle dimensioni del commercio, in quanto stiamo parlando di una liquidità altissima. I CFD del petrolio greggio sono disponibili su due prodotti principali, il WTI USA/Light Crude commercializzato sul New York Exchange (NYMEX) oppure il greggio Brent che viene scambiato sull’Intercontinental Exchange (ICE). Sia il WTI che il Brent Crude sono valutati dai corrispondenti contratti future e sono sempre disponibili ventiquattr’ore su ventiquattro dal lunedì al venerdì. È inoltre possibile fare trading su numerose tipologie di CFD del Petrolio.

Guadagnare al ribasso per investire sul Petrolio

Dal 2014 in poi, il prezzo del Petrolio ha continuato la sua cavalcata rialzista. Dopo essere lievitato verso livelli superiori rispetto a quello dei 100 dollari, il prezzo ha continuato a muoversi al ribasso sfondando numerose resistenze e toccando il fondo nel dicembre/gennaio 2016 (con ben 26 dollari di minimo). Successivamente poi il mercato è tornato con un movimento rialzista estremamente interessante, che ha portato il mercato a toccare dei nuovi massimi durante gli ultimi due anni.

Come tutti gli altri mercati finanziari, anche il prezzo del petrolio è regolato da dei cicli che hanno un’alternanza di tendenze ribassiste e rialziste. In questo momento sembra che ci stiamo trovando all’interno di un movimento rialzista, caratterizzato da massimi e minimi crescenti.

Nulla toglie però che alcuni investitori decidano di speculare al ribasso nel mercato del petrolio per brevi/medi e lunghi periodi.

Uno dei trucchi più interessanti per cercare di mettersi al riparo dai rischi durante un investimento a lungo termine nel mercato del petrolio, è quello di coprire una posizione a lungo termine “LONG” con altre a breve termine “SHORT”. Così facendo sarà possibile “mantenere” e sopportare in maniera migliore i movimenti ribassisti, grazie ad una posizione a leva molto alta al ribasso.

Petrolio: previsioni a lungo termine

Come è possibile notare da questo grafico, attualmente la previsione del mercato del petrolio è rialzista, in quanto il movimento rialzista sul lungo termine sta continuando.

Per il trader attivo, la volatilità dei mercati petroliferi offre molte opportunità di profitto. Il prezzo del petrolio è spesso visto come uno dei principali barometri della salute dell’economia globale, con una forte correlazione tra crescita economica e domanda di petrolio e con il tasso di riferimento come il contratto future sul Light crude West Texas Intermediate (WTI). I prezzi del petrolio sono anche influenzati dalla scarsità percepita e dall’eccesso di offerta e le condizioni meteorologiche possono avere un impatto diretto sui prezzi. Ad esempio i vincoli sull’offerta derivante dai disordini politici in Nord Africa e Medio Oriente ha fatto salire i prezzi del petrolio. Tuttavia, il petrolio è generalmente considerato una scommessa relativamente sicura anche quando il mercato azionario più ampio non sta performando così bene, dopo che tutte le persone devono ancora usare il petrolio a prescindere dall’economia, la domanda continuerà a rimanere sempre estremamente alta, anche se il petrolio non potrà mai venire considerato uno strumento di “hedging” come l’Oro.

EIA.GOV

Il sito internet di EIA.GOV è una delle risorse più utilizzate dai trader del petrolio per ottenere statistiche sul lungo termine dell’Oro nero. Nell’ultimo report pubblicato, è possibile notare come l’SPR (Strategic Petroleum Reserve, Riserva Strategia di Petrolio) abbia in programma una discesa di circa il 40% nella prossima decade.

La recente legislazione ha diretto la vendita di oltre 100 milioni di barili di petrolio dalla Strategic Petroleum Reserve (SPR) negli anni fiscali del governo statunitense (FY) dal 2022 al 2027. Sulla base delle vendite legislative stabilite in più atti del Congresso, l’SPR potrebbe scendere di circa il 40% nel prossimo decennio, mentre continua a soddisfare i requisiti per la copertura delle importazioni di petrolio. Supponendo che non vi siano altre leggi in questo periodo, l’SPR potrebbe scendere da 695 milioni di barili all’inizio del 2017 a circa 410 milioni di barili all’inizio del 2028.

In parole povere, questa notizia afferma che nel giro di 10 anni, l’offerta di petrolio potrebbe diminuire del 40% nei prossimi 10 anni.

Dove Comprare Petrolio

Dove comprare il Petrolio oggi? Quali sono le migliori piattaforme che consentono di investire o speculare all’interno dei mercati finanziari del Petrolio? Abbiamo voluto elencare le migliori piattaforme che consentono di investire all’interno del mercato del petrolio senza commissioni, regolamentate e senza altre tipologie di costi nascosti. Continua a leggere per scoprire i nostri suggerimenti.

Lista dei migliori broker Forex

BrokerVantaggiDep. min.Inizia
Demo gratis, spread bassi100 €Apri un conto
Spread bassi, formazione250 $Apri un conto
Social trading500 $Apri un conto
Deposito Minimo Basso10 $Apri un conto

Quali sono le migliori piattaforme che consentono di sfruttare i vantaggi dei CFD per investire nel mercato del petrolio, senza commissioni e senza alcun tipo di costi?

eToro

Il Social Trading è nato su eToro, così come il Mirror Trading. Grazie a questa piattaforma di trading online, estremamente semplice ed avanzata da utilizzare, è possibile entrare a far parte della saggezza della folla, ovvero da tutte quelle decisioni finanziaria prese dalla community di questo social investment network.

Fare trading “social” su eToro significa prima di tutto copiare in tempo reale i trader migliori (ovvero i Popular Investor): questo consente dunque di replicare sul proprio conto, in proporzione 1:1, in tempo reale, tutte quelle persone che sono riuscite a generare un introito.

I migliori vengono organizzati attraverso delle classifiche aggiornate in real-time; per iniziare a “copiare” un Popular Investor è questione di un semplice click.

eToro non prevede il pagamento di commissioni, in quanto l’unico costo da sostenere è un piccolissimo spread.

Ottieni subito un conto di trading gratuito con eToro. Clicca qua per aprire un conto >>

Plus500

La piattaforma di Plus500, grazie alla sua grande longevità, è una delle piattaforme di trading online più amate in assoluto. Si tratta di un broker CFD che consente di fare il trading online, estremamente sicuro ed affidabile. Plus500CY Ltd è autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (licenza n. 250/14) ma è soprattutto una delle migliori piattaforme per fare trading con i Contratti per Differenza: ci sono infatti zero commissioni, spese fisse molto basse, spread estremamente bassi per tutti gli asset che è possibile scambiare.

E estremamente tanti: stiamo parlando infatti dal forex alle materie prime, dagli indici fino ad arrivare alle azioni. Importante inoltre specificare che la piattaforma di Plus500 consente di fare trading gratuitamente attraverso una piattaforma, illimitata e senza limiti, a tutti gli iscritti, anche a quelli che non hanno effettuato un deposito.

Clicca qua per aprire un conto con Plus500 >>

24Option

Il broker 24Option è uno dei migliori broker in assoluto, nei primissimi posti della nostra classifica. Si tratta di uno dei broker molto più versatili e popolari e sicuro grazie alla regolamentazione CySEC.

Grazie a 24Option dunque, è possibile ottenere una formazione di altissimo livello a disposizione di tutti gli iscritti: i webinar forniti da 24Option sono estremamente famosi all’interno dei mercati, in virtù del fatto che consentono di imparare ad operare subito all’interno dei mercati finanziari. La piattaforma di 24Option regala inoltre l’utilizzo di una “Trading Central” una piattaforma di trading online che consente di ottenere tutti i segnali provenienti dai mercati in tempo reale.

Ottieni subito oggi un conto di trading online gratuito con 24Option.

Questo ti consentirà di iniziare nel migliore dei modi all’interno dei mercati finanziari, in quanto grazie al conto di trading demo sarà possibile iniziare a fare pratica all’interno della piattaforma di trading senza rischiare di perdere i propri fondi reali.

IQ Option

IQ Option è in assoluto uno dei broker di trading online più avveniristici ed aggiornati attualmente disponibili. Grazie a questa piattaforma è infatti possibile iniziare ad investire all’interno del mercato del petrolio (e molti altri mercati ancora) senza commissioni e con uno spread bassissimo. Non dimentichiamoci poi la possibilità di investire anche solo 10 euro, con una trade minima di soltanto 1 euro.

Puoi iniziare con IQ Option semplicemente cliccando qua >>

Investire petrolio ETF

Gli ETF sono senza dubbio uno dei metodi che più ha regalato soddisfazioni agli investitori dal 2014 (anno del grande crollo del petrolio ad oggi). Gli ETF (Exchange Traded Funds) sul petrolio, sono tra gli strumenti più semplici in assoluto per investire nel prezzo del Greggio.

Anche i piccoli investitori possono decidere di sfruttare questo derivato finanziario per speculare sul greggio. Si tratta di un fondo d’investimento a gestione passiva che consente di investire su questo prodotto che segue ogni giorno le variazioni del prezzo all’interno del mercato finanziario del petrolio.

L’Exchange Traded Fund (o meglio: commodity) è un fondo che investe direttamente sul petrolio fisico (quindi quello reale presente nei barili) oppure su dei contratti di tipo derivato. L’investitore deciderà poi quanto investire all’interno dell’ETF per arrivare a scommettere sui movimenti di prezzo del greggio.

Esistono molti ETF: short, long, a leva, Brent, Hegded, sui derivati del petrolio e molti altri ancora. Il modo migliore per investire  è quello di utilizzare gli ETF forniti da Plus500. Con Plus500 è possibile fare trading online sul mercato degli ETF con una leva massima di 1:100. È possibile dunque anche cominciare con soltanto 100 € per ottenere l’effetto di 10.000 € di capitale! Vediamo i più celebri:

USO Oil Fund: questo fondo traccia il prezzo del petrolio greggio in tempo reale.

Oih Oil Service: questo fondo rappresenta i movimenti giornalieri delle più grandi aziende petrolifere.

È poi presente anche la piattaforma di trading 24Option (clicca qui per andare sulla pagina ufficiale) non mette a disposizione gli ETF, ma una variante simile: i CFD. Tramite i CFD del Petrolio è possibile speculare al rialzo, al ribasso e con leva, proprio come avviene sugli ETF.

Se vuoi approfondire l’argomento degli Exchange Traded Commodities, clicca qua >>

Investire in Benzina

La benzina è un’altro mercato finanziario derivato dal Petrolio. Si tratta di un prodotto che tutti conosciamo molto bene, distillato del petrolio.

Investire all’interno della “Gasoline” rappresenta un nuovo modo per diversificare il proprio investimento. Clicca all’interno del grafico per conoscere più informazioni circa questo argomento.

Comprare Petrolio in Banca

Come acquistare Petrolio in banca? Sono moltissime le persone che decidono di acquistare Petrolio direttamente dalla propria banca, dato che per molti ciò viene considerato come un investimento a lungo termine come può essere l’Oro oppure altre materie prime. Vediamo insieme come fare questo investimento.

Decidere di acquistare il Petrolio in banca è certamente un’ottima idea, anche se in realtà ciò è disponibile soltanto in alcune banche presenti nel mondo. È prima di tutto di fondamentale importanza affermare che comprare petrolio non ha una grandissima convenienza. Gli investimenti all’interno del mercato del petrolio in banca infatti, hanno dei prezzi che possono risultare proibitivi da affrontare.

È invece senza dubbio molto più consigliabile decidere di investire nel Trading Online attraverso piattaforme di trading online con i CFD. Queste piattaforme, consentono di investire nei contratti del petrolio senza dover essenzialmente fare nulla, partendo da pochissime centinaia di euro e con l’utilizzo di uno strumento di trading online come il webtrader oppure le App per mobile.

Come abbiamo già specificato precedentemente, queste piattaforme di trading, se installate direttamente sul proprio computer, sono in grado di consentire il commercio dei contratti del petrolio in maniera semplice e veloce, al rialzo o al ribasso e senza dover pagare le commissioni.

Tutte queste piattaforme di trading online, se utilizzate responsabilmente, consentono di semplificare estremamente il trading online con il Petrolio, abbattendo in maniera molto netta i costi che invece richiede la banca d’investimento, che solitamente hanno delle cifre d’ingresso che si aggirano intorno ai 3 zeri.

Investire nelle aziende Petrolifere diversificando

Tramite le piattaforme di trading online è possibile investire in azioni petrolifere con grandissima semplicità e senza dover investire troppi fondi. Una delle soluzioni migliori, è quella di investire all’interno del mercato azionario del petrolio, scegliendo i titoli più interessanti e promettenti. Così facendo, sarà possibile diversificare investendo nei migliori titoli delle aziende petrolifere e non necessariamente nel petrolio stesso. È importante tuttavia sottolineare che attraverso l’investimento in queste aziende, la correlazione è diretta: questo significa che se il petrolio dovesse scendere di valore, molto probabilmente anche i titoli di aziende petrolifere si muoveranno al ribasso.

All’interno del mercato azionario, è quindi di primaria importanza cercare subito di riassumere i titoli in assoluto più importanti per gli investitori che desiderano fare trading online nel mercato del petrolio.

Chevron (simbolo: CVX) si tratta di una delle aziende più interessanti all’interno di questo settore. Questo significa che si tratta di un investimento estremamente interessante per i mercati delle materie prime.

Exxon (simbolo: XOM): Exxon è uno dei colossi del petrolio. Stiamo parlando di una delle principali aziende Petrolifere USA, con un fatturato pari a 218,6 miliardi di dollari (2016) e moltissime filiali, tra cui: Mobil, XTO Energy, Imperial Oil.

BP (simbolo: BP-L) in origine chiamata British Petroleum è un’azienda del Regno Unito che ha operato nel settore dell’energia, così come quello del Petrolio e del Gas Naturale. L’azienda è riuscita a diventare negli anni uno dei principali player a livello mondiale. Le filiali sono Castrol, Aral AG, ARCO, Cherry Point Refinery.

Royal Dutch Shell (simbolo: RDSA): si tratta di una delle multinazionali più famose in assoluto. Con un fatturato di 305 miliardi di dollari e quasi 100 mila dipendenti. Le filiali principali sono Shell Oil Company, Raízen, Pennzoil, BG Group.

Gazprom (simbolo GAZP): è la più grande azienda russa in assoluto. Con ben 153 miliardi di dollari USD di vendite nel 2012, ha all’incirca il 70% di produzione russa di gas naturale.

Total (simbolo FP): è un’azienda petrolifera con sede a Parigi. Si tratta di una delle primissime aziende al mondo che operano nel settore del Petrolio e del Gas Naturale.

Eni (simbolo ENI): è la principale azienda petroligera italiana. Con un fatturato che si aggira intorno ai 90 miliardi di euro, è senza dubbio uno dei titoli azionari più stabili dove investire in Italia.

Conoco Phillips (simbolo COP): La ConocoPhillips è un’azienda petrolifera nata il 30 agosto 2002 dalla fusione di Conoco Inc. con Phillips Petroleum Company, il colosso che ha avuto origine dalla fusione ha sede a Houston in Texas. Il fatturato è di 24,36 miliardi di dollari USA.

One Response to Investire in Petrolio: Dove Comprare nel 2018, Quotazione, ETF

  1. Marcallo Tatti ha detto:

    Questa guida la voglio stampare, faccio trading su euro dollaro e il mercato del petrolio mi aveva sempre incuriosito, so che ci sono bei soldi da guadagnare investendo nel petrolio e comincerò fra poco, anche grazie a voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *