Investire in Spotify? E’ già possibile!

spotifyTutti usiamo Spotify, almeno una volta al giorno, settimana o mese. Prima usava andare al negozio di dischi, dove con i soldi contati, compravamo quel bellissimo album del quale avevamo letto milioni di recensioni, ascoltato prono e visto tutte le interviste possibili.

Adesso, attraverso Spotify è diventato tutto molto più semplice. Quindi perché non investire in questa grande azienda, che dal 2006 ha praticamente rivoluzionato tutta la musica.

Plus500

Spotify ha rivoluzionato il modo di ascoltare la musica, forse però uccidendo quello che rimaneva del business dei negozi di dischi, che comunque al giorno d’oggi stanno sempre di più migrando verso servizi professionali, come ad esempio il vinile, che ha sempre più sostenitori intorno al globo.

Oggi cercheremo di analizzare le grandi opportunità d’investimento di Spotify, azienda che non conosce rivali, nemmeno il servizio di streaming TIDAL di Jay Z, è riuscito ad impensierire il Big Green Spotify.

Spotify è un servizio di streaming musicale commerciale che permette lo streaming di musica protetta da copyright, da una serie di etichette discografiche e artisti. Gli utenti possono navigare attraverso l’interfaccia per artista, album, genere, playlist, per etichetta discografica e anche per ricerche dirette.

Consente inoltre alle persone di creare, condividere e modificare le playlist con altri utenti. Se gli utenti vogliono raccomandazioni, possono integrare il loro sistema con Last.fm, un’applicazione che fornisce consigli musicali basati sull’ascolto dell’utente.

La funzione radio installata in Spotify crea playlist casuali per i suoi utenti che sono legate agli artisti preferiti. L’integrazione con i social media è una caratteristica popolare che consente agli utenti di collegare i loro account Spotify ai loro profili Facebook e Twitter. Ciò consente loro di accedere alla musica e playlist preferita dei loro amici e condividere le proprie scelte con gli altri.

Gli utenti Spotify possono acquistare i loro contenuti preferiti attraverso i rivenditori partner. Spotify è disponibile per le piattaforme di dispositivi mobili come Android, Blackberry, Boxee, iOS, Linux, MeeGo, Squeezebox, Windows Mobile, e altro ancora.

Spotify fu creato nel 2006, e fino ad oggi i progressi sono stati molti, sempre più artisti sono ad oggi su Spotify, ed è molto difficile non trovare una canzone su Spotify.

Come investire subito in Spotify

Dal momento che Spotify è ancora una società privata (e quindi non è possibile la negoziazione sul mercato azionario), c’è solo un modo per investire, ovvero investire attraverso il mercato secondario. Mentre il mercato secondario è ancora un mercato nascente e crescente, ci sono alcune piattaforme che facilitano gli investimenti privati.

A differenza di piattaforme alternative, EquityZen dà accesso agli investitori di società investimenti secondari approvati, quindi nella fase pre-ipo. Il processo è ideale per le società: nessun impatto sul valore dell’azienda e nessun trasferimento dei diritti di controllo con sconosciuti.

One Response to Investire in Spotify? E’ già possibile!

  1. David Di Porto ha detto:

    Io aspetto l’IPO così posso investire con Plus500, lo ritegno un sistema enormemente più sicuro 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *