Jérôme Kerviel: Storia, Libro e Film

Jérôme Kerviel è un (ex) trader famoso, non per meriti da associare alla sua bravura sui mercati finanziari, ma per l’esatto opposto. Jérôme Kerviel ha invece causato (o meglio: contribuito) ad una perdita alquanto enorme per una delle più grandi banche mondiali. Vediamo insieme cosa è successo, analizzando prima la storia di Jérôme.

Chi è Jérôme Kerviel

Jérôme Kerviel è un trader francese che è stato condannato nella perdita di Société Générale del 2008 per violazione della fiducia, falsificazione e utilizzo non autorizzato dei computer della banca, con conseguente perdite pari a 4,9 miliardi di euro.

Société Générale ha descritto Kerviel come un trader negligente ed ha affermato che Kerviel ha lavorato a queste trades da solo e senza la sua autorizzazione. Queste affermazioni sono state rispettate con scetticismo da parte di alcuni colleghi e conoscenti di Kerviel, nonché da alcuni membri dei media. Kerviel aveva dichiarato agli investigatori che il suo stile di trading era molto diffuso in azienda e che, se venivano registrati molti profitti, molti erano costretti a chiudere un occhio.

Jérôme Kerviel è cresciuto a Pont-l’Abbé, in Bretagna. Sua madre, Marie-Josée, è un parrucchiera in pensione e suo padre Charles, morto nel 2006, era un fabbro. Kerviel ha un fratello maggiore, Olivier. Kerviel è sposato, ma lui e sua moglie hanno separato nel 2008.

Si è laureato nel 2000 presso l’Università Lumière Lyon 2 con un Master of Finanza specializzato in organizzazione e controllo dei mercati finanziari. Il programma finanziario dell’università, avviato negli anni ’90 con il sostegno delle più grandi banche della Francia, aveva lo scopo di preparare gli studenti per le posizioni e back-office nei dipartimenti commerciali delle istituzioni finanziarie. Prima di questo master, ha conseguito la laurea in finanza presso l’Università di Nantes.

Durante un’intervista, uno dei suoi ex professori a Lione, Gisèle Reynaud, dichiarò che “era uno studente come gli altri e non si distingueva dalla massa”. Nel 2001, su suggerimento di Thierry Mavic, sindaco di Pont l’Abbé, Kerviel entrò in un consiglio locale con Union pour un mouvement populaire ma non fu eletto.

Il Team Delta One con Jean Pierre Mustier

Delta One Societe Generale - Paris - France

Delta One Societe Generale – Paris – France

Jérôme Kerviel iniziò a lavorare per Société Générale nell’estate del 2000, lavorando nel dipartimento compliance. Nel 2005 fu promosso nel team di prodotti Delta One a Parigi, dove diventò un trader junior, sotto la guida di Jean Pierre Mustier (adesso Amministratore delegato di UniCredit).

Il team Delta One di SG comprende trading, ETF, Swap, Indici e Trading Quantitativo. Christian Noyer, governatore della banca di Francia descrisse Kerviel come un “genio del computer”, tuttavia molte altre fonti affermano che in realtà Jérôme non era niente di speciale.

Kerviel ricevette un bonus di 60 mila euro su un salario di 74 mila euro nel 2006. Si tratta di una paga alquanto modesta rispetto agli stipendi del settore trading. Nel 2007 il bonus aumentò a 300 mila euro, nonostante lui ambisse almeno a 600 mila.

Jérôme Kerviel Storia

La banca afferma che a Kerviel fu assegnato all’arbitraggio (una tecnica di trading molto proficua) delle discrepanze tra i derivati azionari e il prezzo delle azioni cash, ed “ha iniziato a creare scambi fittizi alla fine del 2006 e all’inizio del 2007, la frequenza e dimensioni di queste trades fittizie sono aumentate con il tempo“.

Nel 2007 la banca afferma che Kerviel abbia fatto trading con grande successo in previsione dei prezzi di mercato in calo, accusandolo di aver fatto trading per un totale di 49.9 miliardi di dollari, un prezzo di gran lunga superiore alla capitalizzazione di mercato della banca. La banca ha dichiarato che durante quel periodo, Kerviel cercava di nascondere l’altissimo volume di transazioni creando intenzionalmente trades in perdita così da compensare i primi profitti.

Secondo la BBC, Kerviel generò 1,4 miliardi di profitti nascosti all’inizio del 2008. I suoi datori di lavoro hanno dichiarato di aver scoperto del trading non autorizzato da parte di Kerviel il 19 gennaio 2008. La banca ha quindi chiuso le posizioni durante ben tre giorni di scambio, a partire dal 21 gennaio 2008, un periodo dove il mercato ha poi registrato una forte diminuzione nel prezzo degli indici azionari e le perdite attribuite sono state stimate a 4,9 miliardi di euro (7 miliardi di dollari).

Nel 2016 Société Générale è stata condannata a risarcire 450 mila euro all’ex trader Kerviel, in quanto fu licenziato “senza una causa vera e propria” e in “condizioni vessatorie”. Secondo il tribunale del lavoro di Parigi, Société Générale era al corrente delle operazioni fittizie che venivano fatte da Kerviel, che anch’esso è stato condannato in via definitiva per cinque anni per “falso e uso di falso” a causa della falsificazione dei contratti derivati.

Secondo la sentenza, la banca era al corrente delle operazioni di Kerviel, che hanno generato lauti profitti per la banca. Inoltre, non c’è stato alcun arricchimento personale dell’ex trader di SG.

Attualmente l’alto tribunale francese ha confermato la sentenza su Kerviel, decidendo (come fu invece richiesto dai legali di Société Générale) di rimborsare 4,9 miliardi di euro.

Société Générale ha giudicato “scandalosa” la sentenza, ed è pronta a fare appello.

Intanto, Jérôme Kerviel sembra aver completamente cambiato vita. Eccolo in una foto con Papa Francesco, raggiunto dopo un pellegrinaggio di ben due mesi dalla Francia al Vaticano.

Jérôme Kerviel Libro

Jerome Kerviel Libro

Jerome Kerviel Libro

Kerviel ha poi pubblicato un libro nel maggio 2010, L’engrenage: Mémoires d’un Trader, in cui afferma che i suoi superiori conoscevano le sue attività commerciali e che la pratica era molto comune.

Jérôme Kerviel Film

Nel 2016 è uscito il film thriller L’OUTSIDER. Il film parla della vita di Jérôme Kerviel ed è diretto da Christophe Barratier, con svariati attori di spicco francesi, tra cui: Arthur Dupont, François-Xavier Demaison, Sabrina Ouazani.

Il film è basato sulla vera storia di Jérôme Kerviel. Il film ha registrato 1.8 milioni al botteghino, ed è disponibile soltanto in lingua francese.

Il Trading è Pericoloso?

Dopo le vicende di Jérôme Kerviel viene sicuramente da chiedersi se il trading sia pericoloso e se si può realmente perdere più di quanto si è investito. Noi di Mercati24 il trading lo facciamo da anni, sempre con piattaforme di trading come Markets.com, che grazie ai Contratti per Differenza consentono di limitare le perdite, che non potranno mai essere più di ciò che si è depositato sul conto. Inoltre attraverso strumenti di gestione del rischio come lo Stop Loss, è possibile impostare un punto predefinito dove chiudere la posizione, in modo da limitare le possibili perdite.

Markets.com è una piattaforma di trading regolamentata in europa dalla CySEC ed risulta essere estremamente professionale anche grazie alla piattaforma di trading MT4, affiancata alle app Android, iOS e Webtrader. Con Markets.com le perdite vengono minimizzate, lasciando correre i profitti grazie agli strumenti di alta qualità messi a disposizione da questa piattaforma di proprietà del colosso Playtech (azienda quotata in borsa).

Clicca qui per aprire un conto demo/reale gratuitamente >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *