La Banca Centrale Europea aumenta l’acquisto dei bond a livelli storici

Mario Draghi BCE

L’elicottero” della Banca Centrale Europea sta avendo un effetto stupefacente sul mercato dei bond, mentre sta però mostrando ben pochi segnali positivi per quanto riguarda l’economia dell’Eurozona. L’Euro è attualmente scambiato a 1.1175 al momento, e non si sta muovendo più di tanto, in quanto i dati tedeschi di questa settimana hanno mostrato non poco disappunto. L’Euro è riuscito ad andare al rialzo in maniera decisa solo dopo che il Dollaro USA è andato al ribasso.

Secondo Bloomberg, la Banca Centrale Europea ha aumentato di gran lunga la dimensione del suo piano di acquisto di debito corporate a Giugno, cercando dunque di incentivare le nuove emissioni da parte delle aziende, ed innalzando in maniera graduale il volume degli acquisti (mensili) da 5 miliardi a 10 miliardi di euro.

Il programma di acquisto di corporate bond, che è ormai inserito nelle imponenti misure di stimolo monetario da addirittura 1740 miliardi di euro, che Francoforte sta cercando di mettere in atto, per cercare in qualche modo di darà una scossa alla crescita, ormai assopita, della zona euro, sta tentando di abbassare di gran lunga i costi di finanziamento.

Uno dei problemi insormontabili però, è che il bacino dei bond acquistabili, 600 miliardi di euro, è composto da imprese francesi e olandesi. La BCE conta comunque che la liquidità che è stata e sta per essere inserita nel sistema, si possa riversare anche sui vari emittenti della zona euro che hanno al momento dei problemi di liquidità.

I responsabili della politica monetaria hanno aumentato gli acquisti di bond irlandesi e portoghesi lo scorso mese, meno di quello che fu fatto per il debito tedesco, suggerendo quindi che la domanda rischia già di superare l’offerta da parte di alcuni paesi. Le Banche hanno affermato che potrebbero dover includere più obbligazioni o altrimenti potrebbero rischiare una diluizione dello stimolo per l’economia da parte del quantitative easing. Gli acquisti per ora sono basati sulle dimensioni dell’economia di un paese e ci sono esclusioni legate alla ristrutturazione del debito. Rabobank ha stimato che 1,13 miliardi di euro di obbligazioni, attualmente off limits, potrebbero essere eleggibili, ma solo dopo che la BCE avrà cambiato i parametri.

Che cosa sono i Bond?

C’è una netta distinzione tra azioni e obbligazioni (bond). Si tratta della distinzione tra capitale di rischio e debito. Quando si compra un’azione di una società, si diventa azionisti della società, e quindi si partecipa al capitale di rischio, andando quindi a rischiare una certa incertezza, in cambio quindi di rendimenti molto più elevati.

Quando invece si acquista una obbligazione (bond), si compra una parte del debito di una società, e se ne diventa dunque creditori. Il creditore (noi) deve avere quindi una scadenza prefissata per il capitale sottoscritto, più gli interessi che sono previsti dal contratto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *