Mercati azionari

La Borsa oggi: Europa in leggero rialzo, calo in Asia, Wall Street in rosso

31 Gennaio 2018, ecco i risvolti Piazza Affari e le principali borse estere,  quali hanno avuto una variazione frazionale consistente, anche a causa dei ribassi subiti ieri. Nel frattempo gli operatori sono in attesa delle indicazioni di politica monetaria dalla FED.

Iniziamo la nostra analisi della Borsa oggi. Nella tarda mattinata di oggi, alle 11.00 ora italiana, il FTSEMib ha subito una flessione dello 0,08% a 23.463 punti. Pare invece che il FTSE Italia All Share abbia registrato un lieve calo dello 0,03%. Viceversa per il FTSE Italia Mid Cap che gode di un rialzo dello +0,35%, mentre il FTSE Italia Star aumenta dello +0,47%.  Sempre nella tarda mattinata il controvalore degli scambi ha superato i 700 milioni di euro.

Grafico in tempo reale dell’andamento della Borsa Italiana. Il grafico è elaborato dalla piattaforma Plus500, una delle migliori in assoluto per investire in Borsa. Garantisce la possibilità di operare su tutte le azioni di Borsa Italiana e su tutte le principali Borse estere. Con plus500 è possibile operare senza pagare commissioni. Disponibile anche demo gratuita, illimitata e senza vincoli. Clicca qui per iscriverti gratis.

Nel frattempo il rendimento decennale dei titoli di Stato USA resta a livelli alti: il valore di ieri a Wall Street (pari a 2,73%) pare essere rientrato in Asia, dove lo yield si è classificato comunque sopra quota 2,7% al 2,709%. Al contrario, in discesa si è posto il decennale giapponese, il cui rendimento ora ha un valore di 0,085%. L’Oro è in salita a 1.333,9 dollari l’oncia (+0,06), mentre ik petrolio Wti con +0,05% raggiunge i 63,4 dollari il barile.

Borsa in Europa

L’euro apre bene, riuscendo a superare gli 1,24 dollari, mentre il bitcoin cala invece a 10.000 dollari, pari a 8.000 euro circa.

A Piazza Affari giornata positiva per Telecom Italia e per l’ambito della moda: Salvatore Ferragamo raggiunge oltre l’1% in attesa dei conti; Moncler supera lo 0,7% con gli analisti di Equita che erano fermi sulla raccomandazione “buy” sul titolo. Acquisti sulle utility, a partire da Enel, e sulle banche, con Banco Bpm danti. In più, +8% per Poligrafici Editoriale, +3,.2% per Poligrafici Printing.

Giornata nera per Leonardo, dopo aver chiuso ieri con un calo del 12%; il titolo della società aerospaziale raggiunge una flessione dell’1,33% a 9,79 euro. Dopo esser venuti a conoscenza dei target del piano industriale per il quadriennio 2018/2022 gli analisti di Jp Morgan hanno deciso di portare da 12 euro a 11 euro il prezzo obiettivo su Leonardo. Secondo gli esperti il giudizio resta “Neutrale”.

Indicazione simile da Société Générale
, che pure scende da 14 euro a 13 euro il target price sulla società. Equita sim opta per 12,3 euro anzichè 13,2 euro ad azione per la valutazione su Leonardo, dopo aver rianalizzato le stime per i successivi esercizi. Comunque, le due banche d’affari hanno ribadito come vogliano acquistare le azioni.

Fiat Chrysler Automobiles ha invece ottenuto un progresso dello 0,67% a 19,656 euro
. Gli analisti di Equita sim hanno optato per il rialzo del prezzo obiettivo sul gruppo automobilistico, e il prezzo sale da 20 euro a 20,4 euro, anche grazie alla revisione della valutazione dell’azienda. Gli esperti hanno dal conferma dell’indicazione di trattenere le azioni in portafoglio.

Safilo subisce un modico calp del 6,04% a 4,745 euro. Ieri la società ha dato comunicazione dei risultati preliminari del 2017, secondo cui la chiusura annua è stata con ricavi per 1,05 miliardi di euro,  del 16,4% in meno rispetto agli 1,25miliardi ricavati l’anno scorso; a parità di tassi di cambio e di perimetro il fatturato ha subito un calo del 3,9%. Safilo auspica che la redditività dell’esercizio migliori con l’incremento delle vendite in qualche modo atteso più forte del previsto nel quarto trimestre, con un EBITDA adjusted preliminare tra 38 e 40 milioni di euro.

Il management ha mostrato che, in base all’analisi della naturale scadenza, a luglio 2018, della Revolving Credit Facility in essere, il gruppo potrà parlare di rifinanziamento con le principali banche finanziatrici. I risultati preliminari non sono stati tuttavia quelli sperati dagli analisti.

Equita sim ha subito un lieve calo da 5,6 euro a 4,5 euro il prezzo obiettivo su Safilo, a causa della riduzione delle stime sul fatturato e sulla redditività per il triennio 2018/2021; gli esperti hanno intenzione lo stesso di mantenere le azioni in portafoglio. Per lo stesso motivo Bryan Garnier e Banca Akros hanno portato a -5 euro il target price sull’azienda, tornando sul rating “Neutrale”.

La Borsa in Asia

Borse di Asia e Pacifico non hanno avuto ottimi risultati. Anzi aprono in rosso con Tokyo che cala dello 0,83% seguendo lunghezza d’onda del calo di Wall Street mentre è auspicato un rialzo dei tassi negli Usa e si guarda alla Fed e alla riunione Fomc di stasera. Ha inoltre contribuito il dato del pmi manifatturiero in Cina in calo a gennaio rispetto a quelle che erano le aspettative. Mentre esito positivo arriva dal Giappone con la crescita della produzione industriale avuta a dicembre. Lieve calo dello Shenzhen con -1,66% mentre è irrisorio il calo di Shanghai dello 0,21%.

Pare invece che Hong Kong sia salita dello 0,43% (così come Sydney  va a +0,25%) mentre Seul resta in pari. Tuttavia ci si aspetta anche il calo dei listini europei. Tra i dati macro  attendono le vendite al dettaglio e il tasso di disoccupazione in Germania. Quest’ultimo valido anche in Italia e in tutta Europa. Da Bruxelles poi l’indice dei principali prezzi al consumo. Sugli Stati Uniti nuovi occupati, costo del lavoro e pmi Chicago.

E intanto per la piattaforma di Coindesk il Bitcoin in Asia ha avuto il cedimento secco con il 15% in poche ore a 9.500 dollari e spera dunque in un rialzo di almeno quota 10.000
. La criptovaluta deve scontrarsi purtroppo con la Corea del Sud, che ha portato a galla transazioni illegali di criptovalute per un valore di circa 600 milioni di dollari, un segnale che le autorità stanno limitando la vite sull’asset digitale che molti politici considerano un vero proprio passo rischioso. Inoltre nelle scorse ore è scattato in Corea del Sud il divieto a compiere acquisti su Bitcoin senza un ID comprovato. D’ora in poi niente più manovra anonime. Il servizio doganale del Paese ha fatto espressa dichiarazione oggi che sono stati rilevati circa 637,5 miliardi di won (596,02 milioni di dollari) illegali.

Borsa di Wall Street

Per Wall Street altra giornata no. Come i risultati di ieri a Wall Street anche oggi è arrivata la quota negativa. E infatti per il Dow Jones Industrial Average è stata la giornata più negativa registrata dal 17 maggio scorso. Per l’S&P 500 è il calo peggiore dal 17 agosto scorso; per il Nasdaq Composite esiti negativi non si avevano dal 4 dicembre.

Dalla prima riunione del 2018 della Federal Reserve dovrebbero emergere nuovi fattori: oggi la banca centrale Usa porterà con molta probabilità i tassi all’1,25-1,5%. Il DJIA ha avuto un calo di 362,59 punti, con l’1,37%, a quota 26.076,89. L’S&P 500 ha perso 31,10 punti, ossia l’1,09%, a quota 2.822,43. Il Nasdaq Composite subisce scivolone di 64,02 punti, lo 0,86%, a quota 7.402,48.

Lascia un commento