La Finlandia si prepara all’addio all’euro?

Un’intervista del ministro degli esteri finlandese suscita perplessità in Europa: la Finlandia starebbe preparando un piano per gestire la fine dell’Euro. Ma quali sarebbero le conseguenze sulla vita di tutti i giorni?

Ha suscitato molte polemiche l’intervista al ministro degli esteri finlandese che ha dichiarato che il suo paese sta mettendo a punto un piano per gestire correttamente la fine dell’euro. Di fatto questi preparativi sono in corso in tutti paesi dell’eurozona, ma ci sono cose che si fanno ma non dicono.

Il problema di fondo è che l’euro è una moneta che ha troppi problemi irrisolti ma, soprattutto, le classi politiche di alcuni paesi europei hanno il timore di tagliare il nodo gordiano del problema fondamentale, il debito pubblico.

Ecco quindi che si continuano a proporre soluzioni piuttosto altisonanti, come il fondo salva stati, che in realtà non hanno alcun potere effettivo di cambiare la situazione.

la fine dell'euro si avvicina

E quindi la fine dell’euro potrebbe essere probabile: un default di un grande paese come l’Italia, o di due o tre medi come Spagna, Portogallo e Grecia potrebbe causare effetti devastanti sui mercati e costringere l’Unione Europea ha dichiarare terminata la fallimentare esperienza dell’Euro.

Ma sono gli stessi euro-scettici ad ammettere che nel breve e medio periodo i costi della fine dell’euro saranno largamente superiori a quello per continuare i salvataggi e rimandare quindi il count down. Nel lungo periodo, invece, saremo tutti morti.

Ma se l’euro finisce, che cosa succederà alle famiglie italiane? Sicuramente lo Stato si troverà in gravissima difficoltà finanziarie visto che non potrà più rifinanziarsi sui mercati ma, visto che avrà di nuovo in suo possesso la leva monetaria, inizierà a stampare nuova moneta in quantità enormi, per pagare i suoi debiti, gli stipendi e le pensioni. Il risultato per le famiglie italiane sarà una fiammata inflazionistica senza precedenti. Ma non finisce qui. Perché le famiglie che avevano stipulato un mutuo (e in Italia sono la maggior parte) si troveranno a dover pagare un debito in euro con una svalutata nuova lira. Di fatto la maggior parte delle famiglie che ha contratto un mutuo per l’acquisto della casa sarà costretta a dichiarare fallimento, perdendo la casa.

Un vero e proprio disastro, non c’è che dire. Speriamo che si possa evitare, tanto la speranza è sempre l’ultima a morire.

4 Responses to La Finlandia si prepara all’addio all’euro?

  1. Giulioano ha detto:

    Meglio comprare oro fisico e nasconderlo in Svizzera, qui ci aspettano tempi bui

  2. Carlotta ha detto:

    Adesso che hanno fatto pure l’accordo con la Svizzera, questi politici ci hanno portato in un baratro e adesso vogliono far cadere anche noi che lavoriamo seriamente con loro che non hanno mai fatto nulla in vita loro.

  3. Gianni ha detto:

    Scommetto che in tutta Europa si stanno preparando alla fine dell’Euro tranne che in Italia, qui da noi non lo fanno perché i funzionari sono in ferie da giugno!

  4. Seidor66 ha detto:

    Fossi un finlandese manderei l’Euro a quel paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *