La Fondazione si prepara a scendere in Monte dei Paschi

La Fondazione, che attualmente controlla il 36% della banca senese, si prepara a cedere una parte della sua quota per diversificare il patrimonio e i mercati azionari festeggiano.

L’aumento del valore della Banca Monte dei Paschi di Siena nelle ultime sedute di Borsa è stato davvero significativo ed è dovuto alle dichiarazioni di Alessandro Profumo che indicano la decisione, da parte dela Fondazione, di scendere nel capitale della Banca.

Banca Monte dei Paschi di Siena

Si tratta di un progetto che avrebbe l’obiettivo di diversificare il patrimonio della Fondazione stessa, attualmente costituito in gran parte da azioni dell’Istituto.

Ma in effetti se adesso ci dovesse essere una tale diversificazione, sarebbe solo e soltanto una diversificazione del debito. La Fondazione non può cedere le azioni perché sono in gran parte utilizzate come garanzia per i prestiti che sono stati necessari per sostenere i vari aumenti di capitale.

Quindi non è qualcosa che si farà oggi e nemmeno quest’anno. E’  ovvio che la quota di pertinenza sarà diluita quando avverrà l’aumento di capitale da 1 miliardo di euro non riservato ai soci, ma non sarà per la vendita di azioni.

Quella del Monte Paschi è in effetti una storia emblematica di distruzione di valore: la più antica banca del mondo non si era lasciata irretire nell’acquisto di titoli tossici, ma ha commesso un errore devastante, acquistando Banca Antonveneta dal Santander per un valore spropositato. L’operazione, che non aveva nessun fondamento economico, fu voluta fortemente dal calabrese Mussari (che chissà cosa ottenne in cambio da Botin) allora presidente di MPS. Tra l’altro lo stesso Mussari è stato premiato per i danni che ha fatto con la nomina alla presidenza dell’ABI, l’associazione delle banche italiane. Così come anche Profumo non è che abbia un curriculum immacolato, visto che era il fedele cane da compagnia dei libici in Unicredito e che fu defenestrato in malo modo proprio per la sua malagestione. Dopo aver fatto danni in Unicredit, adesso sta cercando di rovinare definitivamente Monte dei Paschi.

Claudio Appio

2 Responses to La Fondazione si prepara a scendere in Monte dei Paschi

  1. Dario ha detto:

    Il calabrese Mussari è un massone, Botin è un massone, l’affare che ha distrutto secoli di storia è stato deciso dalla massoneria.

  2. Lopez ha detto:

    Più che altro è stato deciso dalla scarsa intelligenza di Mussari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *