La notizia del 17enne miliardario era una bufala colossale!

72 milioni guadagnati in Borsa

Mercati 24 non è certo un sito di news dell’ultima ora, ma invece ha il compito di andare a fondo e di commentare le notizie di economia, finanza e ad esse collegate, che arrivano dalle principali fonti d’informazione italiane ed estere, e stavolta ci troviamo costretti anche noi a scusarci con le lettrici ed i lettori del nostro sito, in merito alla notizia pubblicata ieri su quel giovane ragazzo americano, di genitori del Bangladesh, che pareva avesse guadagnato ben 72 milioni di dollari (l’equivalente di 58 milioni di euro) giocando in Borsa.

In realtà la notizia non era affatto vera, ed alla bufala hanno creduto in tanti, compreso il Corriere della Sera, che ha però subito pubblicato la smentita ufficiale. Alla storia incredibile avevano prestato attenzione anche diverse note testate giornalistiche statunitensi, come il New York Magazine ed il New York Post: il grande successo nel mondo della Finanza di Mohammed Islam era invece assolutamente farlocco.

Farlocco era anche l’estratto conto mostrato dal ragazzo ai giornalisti. «Non ho guadagnato un solo dollaro in Borsa. Tutta la storia è inventata …… Anche la grossa Bmw o l’appartamento a Manhattan erano solo dei sogni …… Si è trattato di un equivoco che non ho smentito».

Quel denaro il ragazzo in un certo senso se l’era comunque conquistato, ma solo nel corso di simulazioni di Borsa al suo liceo: si trattava insomma di soldi virtuali! Al New York Magazine aveva però fatto credere di essersi effettivamente messo in tasca tantissimi soldi veri.

Che la questione serva da lezione per la carta stampata, l’informazione che corre sul web e quella su radio e tv: le notizie andrebbero sempre verificate, prima di essere pubblicate. Lo scoop o la ricerca dello strabiliante a qualsiasi costo non è di certo la strategia migliore per donare soddisfazione alle nostre lettrici ed ai nostri lettori. Ed a tal proposito ora c’è la bufala nella bufala che sta facendo il giro dei mezzi d’informazione (i genitori pronti a diseredare il figlio davanti a tutti ed a cacciarlo di casa, scoperte le cavolate che aveva raccontato in giro sui suoi guadagni in Borsa), notizia diffusa che rischia di essere soltanto una maniera per scusarsi e nello stesso tempo catturare altre migliaia di visite con un’altra situazione assolutamente non vera.

Giancarlo Sali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *