La politica BoE sta pesando su GBP/USD

La Banca d’Inghilterra, continuerà a mantenere il tasso d’interesse ai minimi storici, e quindi questo potrebbe continuare a pesare sulla coppia GBP/USD, per non parlare del fatto che la Commissione sulla Politica Monetaria potrebbe non vedere di buon occhio questa decisione, anche a causa dell’inflazione, che non è certamente soddisfacente in Inghilterra.

Anche se la Banca d’Inghilterra (BoE) ha ampiamente anticipato di mantenere la sua attuale politica anche durante il mese di maggio, una revisione al ribasso della crescita e dell’inflazione secondo le previsioni della banca centrale potrebbero smorzare l’interesse verso la Sterlina Inglese e stimolare una reazione ribassista nella coppia forex GBP/USD, in quanto è una notizia che pesa direttamente sulle aspettative sui tassi di interesse, e tutti siamo al corrente che quando i tassi su una valuta diminuiscono, o rimangono comunque bassi, l’attenzione si sposta verso altri lidi, a causa del costo d’opportunità.

In effetti, il governatore Mark Carney potrebbe continuare a sostenere che la prossima mossa sarà quella di normalizzare la politica monetaria, ma la banca centrale potrebbe essere sempre più cauta questa volta, in quanto il Referendum U.K. offusca le prospettive economiche per la nazione.

Il grosso calo dello sviluppo di lavoro, insieme al rallentamento dei consumi nel settore privato, potrebbero indurre il comitato di politica monetaria (MPC) a tagliare le sue previsioni di crescita e inflazione, e una revisione al ribasso significativa potrebbe trascinare la sterlina al ribasso, mentre i partecipanti nel mercato si tireranno fuori dalle “scommesse” per l’innalzamento del tasso da parte della Bank of England.

Tuttavia, l’inflazione al rialzo, insieme a possibili segni di crescita dei salari, potrebbe stimolare un dissenso all’interno del MPC, e una votazione per mantenere l’attuale politica potrebbe generare una reazione rialzista nella sterlina inglese, in quanto aumenterebbe il “fattore pressione” sulla BoE per normalizzare la politica monetaria in anticipo.

Sarà quindi molto importante controllare con attenzione qualsiasi decisione fondamentale da parte della Gran Bretagna, in particolar modo ci sarà da stare molto attenti al calendario economico, soprattutto per oggi alle 13 ora italiana:

Calendario-Economico-17Febbraio2016

Per quanto riguarda invece l’analisi tecnica, la coppia GBP/USD è in continuo ribasso. Il The Fiber sono ormai diversi giorni che è crollato verso livelli critici dopo aver toccato i massimi annuali che si trovavano a 1,4770, crollando di oltre 300 pips sul supporto (che precedentemente era una resistenza) di 1.4400. Se la coppia romperà al ribasso questo supporto, non ci stupiremmo nel vedere un movimento ribassista fino a 1,4200, e poi fin giù a 1,4000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *