L’azionario asiatico sale a fronte di una possibile risoluzione tra la Grecia e i creditori UE

Le borse asiatiche sono salite per il secondo giorno consecutivo, in quanto i commercianti sperano che la Grecia possa concludere trovando una accordo per quanto riguarda il problema del debito, mentre il debito giapponese è ancora in fase di stallo.

Plus500

Il Dollaro della Nuova Zelanda e il won coreano sono scivolati, dopo che entrambi i paesi hanno tagliato i tassi di prestito. Wall Street è salita bruscamente questo mercoledì, sollevando il Dow al suo più grande guadagno giornaliero in più di un mese, in quanto i titoli finanziari e tecnologici sospinto in avanti gli investitori, i quali hanno abbracciato segnali incoraggianti circa i colloqui di finanziamento della Grecia. I guadagni sono stati buoni e hanno velocemente segnato un rimbalzo dalla caduta di una settimana fa nell’azionario. I mercati europei sono stati anche loro positivi; il FTSE di Londra ha guadagnato 75 punti per chiudere a 6831, il CAC di Parigi è avanzato 85 punti per chiudere a 4935 e il DAX tedesco è salito di 263 punti a 11264.

La Germania sta mostrando la sua volontà di mettere in circolo ben più soldi per il salvataggio della Grecia, a condizione che la Grecia si impegni a rafforzare il proprio bilancio. Ciò ha dato speranza alla Grecia, perché adesso ci potrebbe essere un accordo entro fine mese. Queste news hanno contribuito a far sollevare molti titoli europei. Il flusso di notizie del ritardo delle scorte cinesi per essere aggiunte nell’Indice MSCI, aggiunto ai problemi di accessibilità del mercato, devono ancora essere affrontati e ciò ha portato i mercati cinesi a chiudere la sessione in rosso.

L’euro è salito nella sessione asiatica di trading, toccando il valore di 1,13 dopo aver toccato un massimo di 1,1385 questo mercoledì. Ieri la Grecia ha presentato una nuova proposta di riforma ai suoi creditori che potrebbero aiutare il debito dei paesi, facendoli uscire dalla loro crisi. L’euro ha recuperato le sue precedenti perdite contro dollaro, tuttavia l’incertezza rimane ancora molto alta. L’indice del dollaro è scambiato a 94,80 in leggera correzione rispetto alla chiusura di ieri, mentre yen e sterlina si sono apprezzate, grazie al grande ottimismo per un accordo greco.

La sterlina britannica ha guadagnato notevolmente nella tarda sessione di trading di ieri, e adesso è scambiato a 1,5510 dopo che dati economici misti sono stati rilasciati. Il JPY è scambiato a 123.07, continuando ad apprezzarsi dalla sessione di ieri dopo che il governatore della BOJ ha indicato che la valuta potrebbe non deprezzarsi in futuro. Signor Haruhiko Kuroda, governatore della banca centrale giapponese, ha detto a una commissione parlamentare che la valuta è già scesa notevolmente sulla base dello stimolo monetario che Kuroda ha fatto partire da molto tempo.

2 Responses to L’azionario asiatico sale a fronte di una possibile risoluzione tra la Grecia e i creditori UE

  1. Conte Ziod ha detto:

    Buone notizie di che? il fatto che la grecia avrà la concessione di non pagare i suoi debiti? per me la buona notizia sarebbe il default definitivo della Grecia, di tutte le sue banche e di una buona parte delle sue imprese. I debiti si pagano, sempre.

  2. Mood ha detto:

    Ottime condizioni per chi vuole fare un sacco di soldi con il trading on line senza rischiare troppo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *