Le opzioni binarie touch

Di solito quando parliamo di opzioni binarie ci riferiamo solo ad un tipo particolare, le opzioni top / down. Tuttavia esistono anche altri tipi di operazioni digitali, alcuni dei quali hanno rendimenti davvero elevatissimi visto che possono arrivare a superare il 500%. In questo articolo voglio parlare di un tipo di opzione particolarmente interessenta e redditizio, le opzioni touch.



Uno strumento speculativo
Prima di proseguire è bene precisare che si tratta di uno strumento speculativo ad altissimo rendimento, abbiamo già detto che i rendimenti superano spesso il 500%. Questo significa che solo i trader davvero esperti possono utilizzarlo, per tutti gli altri meglio fare trading con strumenti più classici, a minor rendimento e minor rischio come le opzioni top down.

Meccanismo delle opzioni touch
opzioni binarie touchIl meccanismo di base in fondo è molto semplice: dato un asset, è necessario indicare se il prezzo dell’asset stesso toccherà o meno un dato livello. Non è necessario che lo mantenga, l’importante è che almeno in un istante di tempo il prezzo abbia assunto quel valore. Queste sono le opzioni touch tradizionali, che di fatto tutti i migliori broker mettono a disposizione. Alcuni broker hanno anche un’altra variante, detta High Yield Touch, in cui l’obiettivo di prezzo è impostato dalla piattaforma stessa ed è molto ambizioso. Inutile dire che i rendimenti, nel caso in cui l’opzione risultasse in the money, sono davvero generosi. In ogni caso si capisce che fare la predizione in questo modo è più complesso rispetto alle tradizionali opzioni top down ed è per questo che bisogna fare molta attenzione. I rendimenti e dunque i guadagni sono molto alti ma anche il rischio lo è.

Come fare la previsione giusta
Eppure ci sono trader che fanno trading solo con questa tipologia di opzioni binarie e riescono ad ottenere risultati molto positivi. Come fanno? Di solito seguono una interessante strategia in tre passi. Vediamola insieme:

  1. Determinare il trend di fondo, come facciamo sempre per le opzioni top down. In pratica capire se il prezzo aumenterà o diminuirà. Per fare questo possiamo utilizzare analisi tecnica, analisi fondamentale, entrambe o la semplice intuizione
  2. Determinare gli estremi del prezzo: una volta stabilito il trend, dobbiamo capire qual è l’intevallo di prezzo entro la quale si muoverà l’asset. Per fare questo dobbiamo utilizzare la tecnica dei pivot point giornalieri.
  3. Come ultimo passo dobbiamo individuare il prezzo touch: per farlo è sufficiente scegliere un prezzo compreso tra il prezzo di mercato e la linea di supporto/resistenza più vicina.

Seguendo questi passi è possibile ottenere risultati molto interessanti, ma come si vede si tratta di procedure adatte soprattutto a professionisti del trading online che conoscano bene l’analisi tecnica.

Pertanto il consiglio per tutti coloro che non sono trader professionisti è di rivolgersi ad altri tipi di opzioni binarie che hanno rendimenti più bassi del 500% ma possono essere trattate senza un livello di preparazione così elevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *