Le peggiori valute forex del 2015

Peggiori Valute Forex

Speculatori, traders e investitori utilizzano ogni giorno i mercati valutari. Corporazioni internazionali o aziende che vivono di importazione ed esportazione devono prestare attenzione ogni ora alle fluttuazioni dei tassi di cambio (Forex).

In genere, i prezzi delle valute mostrano bassa volatilità, questo è successo prevalentemente nel 2013 e 2014. Ma non nel 2015. Tuttavia, adesso il primo trimestre del 2015 volge al termine, è necessario dare un’occhiata alle peggiori valute da inizio anno, a quelle valute che hanno avuto una prestazione da dimenticare!

Il Rublo Russo

Il rublo russo è stato colpito duramente nel 2014, perdendo quasi il 40% del suo valore a seguito di sanzioni economiche da parte dell’Occidente e dei bassi prezzi del petrolio. Finora, nel 2015, il rublo si è mantenuto abbastanza invariato, ma l’effetto complessivo di paesi ex sovietici, tra cui l’Ucraina, la Bielorussia, Azerbaigian e Moldavia, hanno reso la valuta di questa nazione tra i peggiori finora quest’anno.

Il Real Brasiliano

L’economia brasiliana ha ristagnato nel biennio 2014-2015, con un calo generalizzato dei prezzi delle materie prime, settore dove il Brasile si basa per le esportazioni. L’incertezza politica e l’aumento dell’inflazione ha permesso di Real brasiliano di perdere quasi il 20% finora in questo trimestre.

L’Euro

L’euro, la moneta comune dei paesi membri della zona euro, ha visto il suo valore in costante declino a causa di problemi economici persistenti, spingendo la Banca Centrale Europea (BCE) ad iniziare un quantitative easing (QE) per consentire alle nazioni nell’Eurozona di riprendere la diritta via lontano dalla crisi. Inoltre, la paura di una uscita della Grecia dall’euro e il contagio che avrebbe causato nel corso dei paesi periferici ha contribuito a far diminuire il suo valore.

Valute Scandinave

I paesi scandinavi, anche se non membri della valuta Euro (tranne la Finlandia), sono comunque intrinsecamente legati all’attività economica europea. Svezia e Norvegia, in particolare, che si affidano alla produzione di petrolio per una gran parte della loro economia, hanno visto le loro valute cadere poco meno del 10% finora questo anno, brutta performance che però si somme alle perdite già avute a partire dal 2014.

Lista presa da Xe.com con le peggiori valute riassunte

Ecco la lista delle peggiori valute del 2015, confrontate in base al dollaro statunitense. Se siete long su questi investimenti, sicuramente fareste bene a riconsiderare il vostro trading plan!

ValutaPerformance YTDPerformance Annuale
Hryvnia Ucraina (UAH)-32.33%-59.44%
Rublo Bielorusso (BYR)-25.92%-33.73%
Manat Azerbaigiano (AZN)-25.32%-25.20%
Real Brasiliano (BRL)-19.31%-28.35%
Bitcoin (BTC)-16.45%-56.88%
Leu Moldavo (MDL)-14.72%-26.67%
Euro (EUR)-11.73%-23.31%
Koruna Ceca (CZK)-10.93%-23.47%
Krona Svedese (SEK)-9.86%-26.34%
Dollaro Canadese (CAD)-8.54%-12.57%
Krone Norvegese (NOK)-7.83%-26.09%
Dollaro Australiano (AUD)-6.38%-15.19%
Sterlina Inglese (GBP)-5.26%-11.33%
Dollaro Neozelandese (NZD)-4.63%-12.92%
Peso Argentino (ARS)-3.76%-10.21%
Yen Giapponese (JPY)-0.80%-16.06%
Franco Svizzero+0.47%-11.85%
Rublo Russo (RBL)+0.80%-39.02%

2 Responses to Le peggiori valute forex del 2015

  1. Conte Zio ha detto:

    Secondo me sbagliate a mettere l’euro nella classifica e considerarlo tra le peggiori valute. Secondo me andrebbe considerato carta da culo e in tale classifica valutato (che poi nemmeno come carta da culo ha un buon piazzamento).

  2. Josh ha detto:

    Patetico il destino del Brasile, sembrava destinata a diventare una potenza invece affonderà nella melma. Per l’euro solo immenso disprezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *