L’errore di Tsipras

Il referendum greco doveva essere un’arma contro l’Europa delle banche ma l’abilità politica e finanziari della Merkel e del fondo FMI americano hanno ribaltato la situazione dopo l’errore di Tsipras di un possibile accordo pre-referendum.

Plus500

Adesso la Merkel si è dimostrata più intelligente e ha forzato i greci a votare SI… infatti il SI è apparentemente l’esito favorito…

Se vince il SI la Merkel e le banche prosciugheranno i risparmi dei greci, acquisiranno poteri e aziende e impoveriranno la popolazione.
Se vince il SI allora Tsipras si dovrà dimettere e la Merkel metterà al suo posto un uomo di fiducia (diciamo un uomo espressione della volontà della banche).
Se vince il NO il popolo greco sarà costretto a vivere sotto pressione e crisi finanziaria

Come è evidente nessuna soluzione sarà utile al popolo greco.

Personalmente preferiamo la vittoria dei NO… perchè in questo modo la Grecia sarà l’unica responsabile del proprio futuro, sia glorioso che fallimentare. Inoltre darebbe una svolta anche all’Europa che oggi conosciamo… lontana dagli ideali di chi ha voluto crearla.

Come fare trading con la Grecia e i Mercati volatili

Il sistema di spread trading di We-Trading.eu continua a realizzare ottime performance riuscendo a portare il guadagno di Giugno a +447 pips. Abbiamo realizzato il miglior mese dell’anno.

Risultati Trading 2015

MesePips
Gennaio110
Febbraio222
Marzo74
Aprile205
Maggio374
Giugno447
Luglio50
TOTALI 20151482

 
Oggi abbiamo chiuso la prima posizione di spread trading aperta ieri con un guadagno di 50 pips.
Come anticipato durante il corso trading di ieri sera, questa tecnica di trading si adatta molto bene ai mercati finanziari di questi mesi caratterizzati da alta volatilità.

Ecco il video del corso di ieri:

Lorenzo Sentino
Trader indipendent

One Response to L’errore di Tsipras

  1. Conte Zio ha detto:

    Errore non l’ha fatto Tsipras, lo hanno fatto i greci quando lo hanno eletto. Adesso si meritano davvero tutto quello che succederà loro, perdere i risparmi di una vita in primis. I furbetti che non vogliono pagare i propri debiti meritano sempre e comunque il peggio.

    Forza Merkel!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *