Economia e Finanza

Martin Shkreli: Ecco chi è l’uomo più cattivo d’America

Tempo fa avevamo scritto un articolo molto duro su Martin Shkreli, ed oggi vogliamo tornare sull’argomento nonostante le parole molto dure che gli abbiamo già riservato. Del resto, Martin sta scontando la sua pena e adesso vi spiegheremo come mai vogliamo offrire un punto di vista -oggettivo- intorno alla sua figura, quando in realtà tutti gli altri giornali finanziari gli stanno remando contro e sputando sentenze addosso.

Martin Shkreli: la sua vita e le sue origini

Martin Shkreli è un imprenditore americano e CEO nel settore finanziario e farmaceutico con genitori di origine albanese e croata, è il cofondatore dell’hedge fund MSMB Capital Management (quindi è anche un astuto trader) ed è anche Amministratore Delegato dell’azienda di biotecnologie Retrophin LLC, e il fondatore e AD di Turing Pharmaceuticals AG.

Shkreli è diventato famoso quando ha ottenuto la licenza per il medicinale Daraprim, aumentando il prezzo del 5,556%, da 13 dollari ad oltre 750.

Alla fine del 2015, Shkreli fu arrestato dall’FBI per frode. Si è dimesso dal suo ruolo di CEO ed è stato sostituito dal suo vice, Ron Tilles.

Martin Shkreli Patrimonio

Il suo patrimonio è di circa 100 milioni di dollari, grazie ad i suoi numerosi investimenti nel settore finanziario, ed anche grazie ovviamente alle sue aziende farmaceutiche.

Martin Shkreli, un trader sorprendente

Quando lavorava alla Cramer, Berkowitz and company, raccomandò all’hedge fund di shortare un titolo azionario di biotecnologie, in quanto credeva che il prezzo sarebbe sceso, e così fu, portando grandi profitti al fondo. Nel 2003, la Regeron Pharmaceuticals stava testando un farmaco per la perdita del peso, e Shkreli all’età di soli 19 anni, riuscì a prevedere anche questo crollo nelle azioni. Anche la SEC ha tentato di indagare sulle qualità di Shkreli, non trovando alcuna illegalità nelle sue azioni.

Nel 2006 fondò il suo primo hedge fund, la Elea Capital Management. Nel 2007, la Lehman Brothers vinse un sentenza in contumacia contro la Elea, ma come tutti sappiamo, nel 2007 la Lehman Brothers si disintegrò.

La verità su Martin Shkreli

Martin Shkreli non è così cattivo come molti potrebbero pensare, sembra peggio dei fondatori di Robinhood, anzi. Il farmaco per curare anche l’AIDS, ovvero il Daraprim, è sì aumentato di prezzo, tuttavia molti pazienti che non possono comprarlo possono riceverlo completamente gratis. Questo perché la Turing Pharmaceuticals sta espandendo il suo programma “Free”, ed ha permesso di vendere addirittura metà dei medicinali ad 1 dollaro l’uno.

Shkreli ha affermato:

Se c’è un’azienda che vende Aston Martin al prezzo di una bici, e compriamo quell’azienda e chiediamo di farci pagare a prezzi di una Toyota, non penso che questo sia un crimine

Nel Novembre 2015, Turing ha affermato che avrebbe permesso agli ospedali di ottenere il farmaco con sconti fino al 50%, e che a nessun paziente che ha bisogno del Daraprim sarà negato il farmaco.

Shkreli non è poi così cattivo, ma forse sta giocando con il fuoco e con i poteri forti di Wall Street. Forse è per questo che in molti lo vogliono fuori al più presto. Infatti è stato arrestato nel mese di Dicembre 2015 ed attualmente sta ancora scontando la pena. Tra l’altro nel Febbraio 2016 ha fatto appello al quinto emendamento, protetto da Benjamin Brafman, lo stesso che salvò Sean “Diddy” Combs (Puff Daddy) dall’accusa di corruzione, una decina di anni fa.

Possiamo dire che in giro, nel mondo della finanza, c’è anche di peggio. Pensiamo ad esempio agli anonimi truffatori che hanno creato Bitcoin Method, un sistema automatico che sta promettendo guadagni facili ma che in realtà sta truffando milioni di persone in tutta Europa.

Leggi anche: Migliori Broker Italiani

Martin Shkreli ed il Coronavirus

Notizia recente riportata dalle testate Statunitensi riguarda una dichiarazione di Martin, o meglio, un suo appello. A seguito della pandemia innescata dal Coronavirus, Martin ha chiesto di essere liberato (sotto custodia) per un periodo di tre mesi con la finalità di contribuire alla lotta contro il virus mediante un vaccino.

In questa intervista, Martin afferma di avere l’esperienza, le capacità ed i collaboratori adatti per formare un Team scientifico volto a trovare una cura al Covid-19. La base del lavoro è stata già redatta attraverso un Paper scientifico. Tuttavia, gli esperti che lo hanno analizzato, per adesso hanno bollato il suo lavoro di ricerca come “poco rilevante“, quindi non meritevole di un permesso di tre mesi per uscire dal carcere.

Settore Pharma in forte ascesa

Alcuni hanno malignato sul fatto che un’opportunista come Martin Shkreli sia desideroso di tornare in campo per sfruttare i grandi rialzi azionari che stanno investendo il settore farmaceutico.

Società come Pharma Mar o Grifols sono in prima linea nella ricerca scientifico-sanitaria per trovare una cura al coronavirus e le sue azioni, sulle ali della speranza, sono in forte ascesa già da tempo. In generale, ottimi rialzi hanno investito tutto il settore farmaceutico e soprattutto quelle aziende che sono dotate di un Team di ricercatori di prima fascia.

State pur certi che se Martin Shkreli fosse in libertà non avrebbe dubitato nell’investire in questo settore. Ed in quanto a fiuto per gli affari, difficilmente Martin si sbaglia!

Per verificare minuto per minuto le 80 migliori azioni legate al settore Pharma, basterò iscriversi su eToro ed andare nella sezione “Healtcare“. Ci sarà una lista con oltre 80 titoli e la loro quotazione in tempo reale, tra cui società ad altissimo rendimento nel breve periodo. Per controllare le quotazione in tempo reale, clicca nel Link in basso:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento